miglior broker forex

Guadagnare 70.000€ al giorno con il trading intra-day

Online il

Di Paolo Santilli

miglior broker forex

guadagnare intradayIl titolo di questo articolo sembra poco meno che una presa in giro bella e buona, guadagnare una cifra così grande giorno per giorno sembrerebbe una cosa impossibile, una cosa realizzabile soltanto di notte nel più profondo dei tuoi sogni. Eppure vi sono traders che si sono spinti oltre ogni limite, traders che grazie alle loro abilità sbalorditive sono in grado di trasformare i sogni in realtà, traders in grado di guadagnare anche 70.000€ al giorno, una cifra da capogiro. Stiamo per parlarti di una storia vera, la storia di un trader come migliaia di altri che è riuscito a diventare leggenda, sublimando l’arte del trading ai massimi livelli conosciuti.

Guadagnare 70.000€ al giorno con il trading intra-day: Martin Shwartz

Martin “buzzy” Shwartz è considerato senza ombra di dubbio la leggenda degli scalpers e dei traders intra-day. Gli scalper sono traders che si vivono il brivido del trading fino in fondo, una categoria di traders che opera su ritmi elevatissimi, a volte quasi insostenibili. Traders cioè che amano speculare sul mercato aprendo e chiudendo posizioni nel giro di pochi minuti, al massimo di qualche ora, ma che in ogni caso evitano di mantenere aperte posizioni overnight, ossia nell’arco di tempo in cui i mercati sono chiusi, perchè in quel periodo potrebbero verificarsi eventi imprevedibili che mandano a monte gli investimenti.

Martin Shwartz era una persona come tante altre, nato da una famiglia umile e di condizioni modeste, ma fin da subito ha intuito che l’unico modo per emergere fosse la disciplina, una ferrea disciplina applicata allo studio. Grazie a questa sua grande forza di volontà e ad una passione per gli studi matematici non ebbe difficoltà ad essere ammesso ad una delle più grandi università americane: l’Amhesrt College del Massachussets. Uscì dall’esperienza maturata in quella università molto cambiato ed al contempo molto formato, grazie alla meritocrazia vigente in quel sistema didattico ed ai valori messi in primo piano dagli insegnanti, come una sana e leale competizione unita alla trasmissione di valori come il piacere dello studio e l’approfondimento. Valori ed insegnamenti, quelli ottenuti, che si riveleranno la base del suo successo nella vita da trader.

Conclusi gli studi con il conseguimento di un master in amministrazione finanziaria alla Columbia University, Martin inizia a lavorare come analista e questa sarà la sua principale attività lungo il corso degli anni 70. Ma questo periodo non fu particolarmente roseo per lui, in quanto pur percependo un elevato stipendio era solito perdere tutto ciò che guadagnava tentando di speculare sui mercati finanziari. Dopo essersi sposato nel 78′ Martin decise di dare una svolta definitiva alla sua vita: era arrivato il momento per lui di iniziare la sua carriera da trader indipendenti, senza più capi ne clienti dai quali dipendere.

Guadagnare 70.000€ al giorno con il trading intra-day: la svolta

La svolta radicale, che gli ha poi consentito di maturare i suoi risultati, si ebbe quando, una volta deciso di diventare trader indipendente, Martin abbandonò l’analisi fondamentale per dedicarsi a tempo pieno all’analisi tecnica.

Ma quale era il suo strumento di analisi tecnica principale?

Da analista tecnico e speculatore sul breve termine Martin Shwartz ha reso suo strumento d’elezione la media mobile esponenziale a 10 periodi. La media mobile esponenziale si differenzia da quella semplice perchè viene dato maggior peso nella costruzione della media agli ultimi giorni di contrattazione in particolare. Utilizzare questa media mobile particolare è fondamentale per il successo di chi vuole operare sul breve termine, questo perchè i parametri su cui la media è impostata la rendono più sensibile ai dati recenti.

Le regole per operare di Martin Shwartz:

Prima regola: innanzitutto Martin si faceva un’idea riguardante le condizioni generali del mercato, quindi cercava di capire il trend del mercato

Seconda regola: in seguito Martin cercava un punto di entrata a mercato dove il rischio di perdita fosse minimo ed i profitti potenziali massimi. Per fare queste valutazioni Martin utilizzava delle bande, del tutto simili alle moderne bande di Bollinger ed alcuni oscillatori. Quando il prezzo dell’asset arrivava a toccare la banda inferiore in condizioni di mercato favorevoli, quello veniva considerato il punto d’entrata. Quindi Martin si era costruito un vero e proprio trading system efficace.

Terza regola: se il mercato si sta muovendo con decisione in una direzione specifica per tre giorni, non sarà più possibile continuare a speculare sul breve termine perchè quasi sicuramente il trend stà per esaurirsi. Entrare a mercato dopo questo periodo di tempo potrebbe essere estremamente rischioso.

Martin infatti pensava che il primo giorno entrano a mercato i più furbi, quelli che realmente guadagneranno. Nel secondo i furbi si, ma ritardatari, mentre il terzo giorno entra chi perderà il denaro guadagnato dagli altri traders.

Guadagnare 70.000€ al giorno con il trading intra-day: il fattore psicologico

intraday trading

Ovviamente essendo passato a fare l’analista tecnico Martin dava più importanza a questo tipo di analisi, ma senza stare ad ignorare anche le notizie che influenzano il mercato. Anche le news (vedi dati macroeconomici) possono fornire ottimi segnali per il trading a breve termine. In particolare bisogna fare attenzione a come reagisce il mercato alle notizie: quando arriva una news negativa ma il mercato la ignora e continua il suo trend rialzista vuol dire che non si fermerà, continuando nella sua fase Toro, perchè la notizia era già stata metabolizzata. Mentre se si dovesse avere una reazione debole ad una buona notizia vorrà dire che il mercato non ha più forza per continuare il suo trend rialzista, quindi probabilmente non sarà più opportuno continuare col trading a breve termine perchè non ci si guadagnerà.

Tutti questi aspetti tecnici del trading hanno molta importanza ma Martin Shwartz ha realizzato che in definitiva non sono i più importanti per ottenere veramente il successo. La vera e definitiva svolta nell’ambito della sua brillante carriera Martin l’ha effettuata quando ha capito che doveva scindere, mentre operava, razionalità ed emotività dal suo trading. Numerosi traders pensano che la loro battaglia per guadagnare la stiano combattendo contro il mercato, Martin Shwartz ha capito che al contrario il campo di battaglia reale si trova in se stessi e solo sconfiggendo alcune insensate convinzioni si potrà avere la meglio e dominare il mercato. Non è importante provare a te stesso che avevi ragione su una previsione, è estremamente più importante stare ad ascoltare il mercato ed i messaggi che esso manda in ogni momento, dimenticando quelli che inviava anche solo 10 minuti prima. L’obbiettivo del trader è quello di arrivare al profitto sempre e comunque, non di dimostrare quanto si è bravi nel farlo.

Lo stile di investimento di Martin Shwartz ha ispirato e continua ad ispirare tantissimi traders che operano oggi sui mercati finanziari, si tratta sicuramente di un esempio da seguire. Certo questo non vuol dire che si possa arrivare facilmente a guadagnare 70.000€ al giorno con il trading intra-day, ma significa che chiunque per capire dove può arrivare deve armarsi di pazienza, disciplina ed amore di quello che sta facendo, senza questi prerequisiti non conoscerai mai quali sono i tuoi limiti e fin dove potrai arrivare facendo trading, d’altronde per diventare ricchi con il trading non serve neanche raggiungere quelle cifre astronomiche ogni giorno. Ogni trader nel suo piccolo può arrivare a guadagni giornalieri soddisfacenti ed appetibili, basta non essere avidi ed agire sempre con moderazione.

Vuoi cominciare ad ottenere risultati con il trading intra-day? Ecco alcune guide utili

Migliorbrokerforex.net © – E’ vietata la riproduzione anche parziale. A cura di: Alfredo Di Stasi

Iscriviti
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments