miglior broker forex

Analisi Tecnica

Online il

Di Ivano Sabbioni

miglior broker forex

Conosci l’analisi tecnica? Sei al corrente di come potrebbe aiutarti a migliorare il tuo rendimento sui mercati? Conosci i principali indicatori di questo insieme di tecniche per l’analisi del grafico?

In questa guida, come d’altronde sempre accade su MigliorBrokerForex.net, troverai una disamina approfondita di uno degli argomenti più importanti del mondo del trading online, una guida che abbiamo realizzato con i nostri esperti per permetterti di migliorare come trader, ottenere maggiori guadagni e maggiori risultati sui mercati e scegliere in assoluta autonomia come, dove e quando investire. Se vuoi saperne di più sull’analisi tecnica sei nel posto giusto: troverai infatti un’analisi profonda di tutto quanto concerne questo insieme di tecniche e di strategie.

Indice

Che cos’è l’analisi tecnica? Perché dovrebbe interessarti?

L’analisi tecnica è un’insieme di strumenti che puoi utilizzare per individuare, trend, volatilità, momento e punti di prezzo futuri di ogni tipo di asset venga scambiato in un mercato.

Si tratta di una tipologia di analisi che parte sempre e comunque dal grafico e dall’analisi dei dati che questo contiene. È per questo motivo che viene chiamata analisi tecnica. È nata infatti seguendo una filosofia molto precisa: non importano le notizie macro e microeconomiche, perché il grafico conterrebbe già tutte le più importanti informazioni per l’analisi e per le scelte che riguardano il trading online.

Si contrappone da sempre con quella che invece viene chiamata analisi fondamentale e che muove non dal grafico, ma dall’analisi di diversi tipi di fattori che sono esterni alle negoziazioni, che cambiano a seconda della tipologia di asset che stiamo valutando.

L’analisi tecnica è molto interessante perché, muovendo appunto sempre dal grafico, possiamo applicarla grazie all’aiuto di software avanzati, che oggi vengono offerti praticamente da tutti i principali broker a livello mondiale, compresi quelli che siamo soliti consigliare all’interno delle nostre guide.

L’analisi tecnica inoltre, come avremo modo di vedere più avanti nel corso della nostra guida, è una tipologia di analisi particolarmente interessante per chi opera sul breve e brevissimo periodo.

Quali sono le differenze tra analisi tecnica e analisi fondamentale?

Se vogliamo siamo davanti a due approcci al mercato e all’analisi dello stesso che sono totalmente complementari. L’analisi tecnica parte dal grafico e applicando formule matematiche e intuizioni finisce per offrire previsioni di breve periodo sull’andamento del prezzo di un determinato bene o titolo.

Di contro l’analisi fondamentale è basata invece sull’analisi di altri tipi di informazioni:

  1. Grandi notizie macroeconomiche: che riguardano il tasso di interesse applicato dalle banche centrali, la produzione industriale, la fiducia dei consumatori, etc;
  2. Notizie microeconomiche: che riguardano invece quelli che sono i dati che arrivano dal retail e dallo stato di salute di determinati settori.

Incrociando un’enorme mole di dati, l’analisi fondamentale si propone di fornire indicazioni sul movimento dei prezzi di medio e lungo periodo.

Nulla ci vieta di applicare entrambe le tipologie di analisi ai nostri investimenti. Con l’analisi tecnica sfrutteremo tutti gli indicatori e i segnali trading, molto importanti sul breve e sul brevissimo periodo – mentre con l’analisi fondamentale ( clicca quì per la guida ) andrai ad investire sul lungo periodo, grazie a indicazioni di investimento che prendono in considerazione uno spazio decisamente più ampio.

L’analisi tecnica dei mercati finanziari

Possiamo applicare l’analisi tecnica su praticamente qualunque tipo di mercato finanziario e su qualunque tipo di asset. Uno dei vantaggi più importanti di questo sistema è che è appunto sempre valido, ovvero utilizza intuizioni e formule matematiche che sono sempre valide, perché generali.

Una volta imparati i fondamentali dell’analisi tecnica, potrai cominciare ad investire su breve e medio periodo con:

Forex

Il Forex rappresenta il mercato più importante per volumi spostati. Parliamo del mercato valutario, dove vengono scambiate divise nazionali contro le altre.

Al Forex abbiamo già dedicato un numero enorme di guide sul nostro sito, e troverai anche un approfondimento sull’analisi tecnica nel Forex, se vorrai applicare direttamente quelli che sono indicatori, strumenti e segnali più adatti al mercato valutario.

Leggi anche: Guida al trading Forex

Azioni borsa

Il mercato azionario è un altro dei mercati dei quali parliamo molto frequentemente sulle nostre pagine. Siamo davanti ad un mercato sempre molto interessante, anche per chi vuole investire sul breve e sul brevissimo periodo sfruttando al meglio quanto offerto dall’analisi tecnica.

Possiamo dunque andare ad investire al meglio sulle azioni di tutti i principali mercati borsistici europei e non seguendo le indicazioni, i segnali, i trend e le volatilità ottenute proprio con gli strumenti dell’analisi tecnica.

Leggi anche: Guida al trading Azioni

Materie prime

Il mercato delle materie prime è uno dei più interessanti tra quelli che sono attualmente disponibili per chi vuole investire retail.

Tramite le materie prime puoi andare ad investire in oro, argento, platino e rame per citare i metalli più importanti, nonché sul grosso delle materie prime energetiche, come appunto gas naturale, brent e greggio standard, nonché sulle materie prime alimentari, come grano, caffè, cacao, soia, etc.

Anche il mercato delle materie prime può essere ideale per chi va ad investire con il supposto dell’analisi tecnica.

Leggi anche: Guida al trading Commodities

Indici

Gli indici raccolgono, secondo regole predefinite, i migliori titoli di una determinata borsa. Tendono ad essere, mediamente, meno volatili di un singolo titolo azionario, cosa che li rende leggermente meno interessanti per chi vuole investire sul brevissimo periodo.

Ad ogni modo, sfruttando magari la leva finanziaria ed altri tipi di strumenti per moltiplicare l’andamento degli asset, possiamo investire con profitto tramite l’analisi tecnica anche se volessimo operare sugli indici.

Leggi anche: Guida al trading Indici

ETF

Il mercato degli ETF è molto interessante perché ci permette di avere un titolo completamente differenziato perché composto secondo regole automatiche. Si tratta di fondi comuni che hanno il grande pregio poi di avere dei costi di commissione bassissimi, enormemente più bassi rispetto a quanto viene invece offerto dai fondi classici.

Puoi applicare senza problemi l’analisi tecnica anche agli ETF.

Leggi anche: Guida al trading ETF

Criptovalute

I migliori broker che operano sul mercato europeo offrono ormai da diverso tempo anche la possibilità di investire, tramite le loro piattaforme, su Bitcoin e altri tipi di criptovalute. Si tratta di un mercato che funziona – sotto moltissimi aspetti – proprio come ci aspettiamo che funzionerebbe il mercato del Forex.

Anche su Bitcoin, Ethereum e su tutte le altre valute che sono stabili e affidabili come una divisa nazionale è possibile applicare senza alcun tipo di problema tutti gli strumenti che ci vengono forniti dall’analisi tecnica.

Leggi anche: Guida al trading Criptovalute

Analisi tecnica giornaliera: cos’è e perché può essere utile

Se hai già provato a documentarti per conto tuo per quanto riguarda l’analisi tecnica, ti sarai anche già incontrato con quella che viene comunemente definita come analisi tecnica giornaliera. Si tratta di un’analisi tecnica che in realtà è completamente coincidente con quanto viene fatto e affermato tramite l’analisi classica.

Giornaliera sta soltanto ad indicare quali sono i termini temporali da applicare. Sebbene a molti investitori il termine di 24 ore possa sembrare breve e perentorio, vale la pena di ricordare in questa specifica situazione che l’analisi tecnica è comunque in genere utilizzata su periodi di tempo molto brevi, in genere molto più brevi di 24 ore.

L’analisi tecnica giornaliera è comunque offerta da tutti i migliori brokers online che ti permettono di investire con piattaforme avanzate, ovvero con piattaforme che sono in grado di inserire automaticamente all’interno della loro piattaforma tutti i principali indicatori, segnali, movimenti di trend, momenti e volatilità.

I concetti di base dell’analisi tecnica

Ci sono diversi concetti di base che dovrai imparare a maneggiare con esperienza se vorrai avere successo con l’analisi tecnica. Siamo pur sempre davanti a quella che è un’analisi di tipo squisitamente tecnico, dove appunto conta molto capire quello che si sta leggendo e quello che si sta facendo.

Di seguito troverai una disamina breve di quelli che sono i concetti che devi necessariamente aver ben appreso prima di procedere.

Grafico

Il grafico è lo strumento principe utilizzato dall’analisi tecnica dei mercati per andare ad individuare quelli che sono i momenti giusti per aprire o chiudere una determinata posizione. Il grafico utilizzato è un tipico grafico cartesiano, che su un asse riporta il tempo e sull’altro il prezzo di un determinato asset.

Leggerlo non è difficile: in pochi secondi puoi avere, in un solo colpo d’occhio, tutto quello di cui hai bisogno per capire come si è mosso un determinato bene o un determinato titolo lungo il tempo che hai individuato.

Ci sono anche strumenti ulteriori che possono essere utilizzati per segnalare prezzi, volatilità e altri tipi di grandezze sempre sullo stesso grafico. Tra i più comuni troviamo le candele giapponesi, delle quali parleremo tra pochissimo.

Il grafico con le candele giapponesi

Le candele giapponesi sono uno strumento molto importante per l’analisi tecnica. In un solo grafico infatti riescono ad incorporare massimi e minimi di prezzo di un asset in un determinato periodo, nonché la durata del trend negativo o positivo.

Le candele giapponesi offrono molte più informazioni in un solo colpo d’occhio

Si tratta di una rappresentazione molto utile, perché appunto ci permette in un solo colpo d’occhio di avere a disposizione molte più informazioni rispetto a quelle tipicamente incluse all’interno di un grafico classico.

Volatilità

La volatilità è la misura di quanto sia variato il prezzo in un determinato lasso di tempo. Più le variazioni sono ampie, più un titolo è volatile. Tipicamente la volatilità è ricercata da chi cerca di fare profitti alti sul breve e sul brevissimo periodo.

Si deve inoltre ricordare in questo specifico momento che la volatilità è utilizzata da diverse funzioni e sistemi per il calcolo dei prezzi futuri e che è dunque davvero una delle grandezze fondamentali per quanto riguarda l’analisi fondamentale su qualunque tipo di asset.

Trend

Il trend altro non è che l’andamento di un determinato titolo. Quando il prezzo sale avremo un trend positivo, quando invece tende a scendere, avremo un trend negativo. Trend è un termine inglese che può essere tradotto con tendenza ed individuarlo con precisione vuol dire avere la ricetta perfetta per macinare utili sui mercati.

Supporto

È un livello di prezzo presso il quale si pensa che si possa arrestare un trend negativo. La “rottura” del supporto si traduce sempre in un prolungamento del trend negativo. Il supporto è molto utile perché, insieme alla resistenza, riesce a indicare il range entro il quale, ragionevolmente, dovrebbe muoversi un determinato titolo.

Supporti e resistenze sono utilissimi per individuare il rimbalzo dei prezzi e dei trend

Resistenza

È l’antitesi del supporto. In questo caso indica un livello di prezzo che difficilmente si supererà nel breve periodo. Ricordati inoltre che in corrispondenza di resistenze e supporti si verifica in genere il rimbalzo, ovvero un ritorno all’interno del range disegnato da queste due grandezze.

Statisticamente parlando, a seconda del tipo di asset, supporto e resistenza sono calcolati correttamente dalle principali formule nel 70-75% dei casi.

Non è una strumentazione estremamente precisa, ma quando viene messa in correlazione con altri strumenti di analisi tecnica, può offrire una visione di insieme molto interessante e che può essere facilmente sfruttata per le nostre operazioni di trading.

Gli strumenti migliori per l’analisi tecnica di qualunque tipo di titolo

Di seguito passiamo all’analisi di quelli che sono gli strumenti che sono maggiormente utilizzati dagli specialisti per svolgere analisi tecnica su qualunque tipo di asset. Potrai utilizzare quelli che preferisci, o ancora una volta scegliere soltanto quelli che riesci a maneggiare con maggiore maestria.

Su MigliorBrokerForex.net troverai inoltre la possibilità di approfondire la conoscenza di ciascuno di questi strumenti.

Bande di Bollinger

Le Bande di Bollinger o Bollinger Bands sono delle bande che racchiudono il grafico di livello di prezzo, che tengono conto di strumenti come la Media Mobile, integrando anche deviazioni standard in positivo e in negativo rispetto al prezzo preventivato.

Le bande di Bollinger sono uno degli strumenti più utilizzati dagli esperti di analisi tecnica

Vengono utilizzate per calcolare l’altezza o la bassezza relativa di un prezzo rispetto a quello atteso, indicando in modo relativamente preciso quali potrebbero essere i movimenti futuri dell’asset in questione.

Le Bande di Bollinger sono tra gli strumenti più interessanti e più utilizzati dai professionisti del trading per prevedere prezzi e per modificare strategie.

Indicatori di Fibonacci

Senza nasconderci dietro un dito, sottolineiamo il fatto che tutte le strumentazioni per l’analisi tecnica che muovono i passi dalla serie di Fibonacci non hanno basi scientifiche solide e che probabilmente devono la loro popolarità ad uno storytelling sicuramente affascinante e curioso.

Fibonacci, per quanto affascinante, ha scientificamente poco a che fare con il trading

Sui migliori broker online troverai diversi tipi di indicatori che si basano appunto sia sulla serie (1, 1, 2, 3, 5, 8…) sia sul rapporto della sezione aurea, ovvero 1.618.

Sebbene qualcuno sia pronto a giurare che tramite gli indicatori di Fibonacci continua a fare trading con profitto, siamo pronti a ripetere, senza timore alcuno di essere smentiti, che non esistono basi scientifiche per applicare alcuno degli indicatori con profitto o comunque con un buon grado di certezza di ottenere dei risultati leggibili, interessanti ed efficaci.

Indicatore ADX per l’analisi tecnica

L’indicatore ADX è un altro di quelli estremamente interessanti per chi vuole fare trading partendo dal grafico e dall’analisi tecnica. Siamo davanti ad un indicatore che tiene conto principalmente della media dei prezzi passati per elaborare un livello di prezzi atteso futuro.

ADX, così come è integrata da MetaTrader

Si tratta di uno strumento di facile applicazione (è presente su tutte le principali piattaforme per il Forex e per altri tipi di asset) e relativamente affidabile.

Lo strumento è tanto semplice che anche i broker che offrono soltanto una piattaforma WebTrader hanno integrato la possibilità di applicare l’analisi tecnica ADX.

Indicatore RSI – Relative Strength Index

Anche in questo caso siamo davanti ad un prodotto estremamente interessante, che viene utilizzato da praticamente qualunque tipo di broker e di professionista del trading per individuare la forza del trend in corso e soprattutto per capire se e quando un determinato asset sia troppo venduto o troppo comprato.

RSI può essere integrato anche con la Dynamic Zone

Grazie gli indicatori RSI puoi avere in un colpo d’occhio immediatamente idea di quali asset siano effettivamente “fuori prezzo” e dunque muoverti di conseguenza. A questo scopo ricorda anche che tramite i migliori broker online puoi approfittare anche dei momenti il titolo è su prezzi troppo alti, puntando su un suo ribasso grazie alla vendita allo scoperto.

Indicatore con Serie MACD

MACD è un indice molto interessante, perché segnala immediatamente la differenza tra media mobile esponenziale veloce e lenta. Si tratta dunque della media di due medie, capace di restituire sicuramente un quadro maggiormente definito e attendibile, soprattutto sui movimenti di breve e medio-breve periodo.

MACD a lettura immediata

MACD è un indicatore che viene inserito in praticamente tutte le piattaforme per il trading che si rispettino. Imparare a leggerlo può fare la differenza tra il generare profitti importanti e invece perdere tutto sui mercati.

Indicatore ATR

L’indicatore Average True Range, ovvero l’indicatore di Media Mobile Reale è utilizzato in analisi tecnica per misurare principalmente la volatilità di in determinato asset. Nonostante sia uno degli strumenti più conosciuti a livello mondiale per l’analisi fondamentale del trading online, non tutti hanno effettivamente compreso la portata di questo specifico strumento.

L’Average True Range muove i primi passi dal Minimo e massimo di oggi, incrociando poi massimi e minimi con quelli fatti registrare ieri. Il risultato è un indice che molto facilmente riesce ad individuare la volatilità reale di un determinato asset.

Le Medie Mobili: lo strumento principe dell’analisi tecnica

Quando parliamo di Medie Mobili, parliamo di quello che è lo strumento di base per praticamente tutti i trader online di successo. Si tratta di linee sul grafico che indicano la media dei prezzi per indicare, ai trader più attenti, eventuali deviazioni dai prezzi attesi.

Il risultato è uno strumento di grandissimo pregio, che può essere anche indicatore importante per chi vuole muoversi sul mercato in anticipo.

L’analisi tecnica è fondamentale per alcune strategie di trading

Vale la pena, quasi in chiusura, di ricordare a chi ci legge che ci sono determinate strategie di trading online che davvero non possono fare a meno dell’analisi tecnica.

Nello specifico, chi fa scalping può giovarsi dell’analisi tecnica in moltissimi frangenti, dato che ci sono alcuni strumenti in grado appunto di offrire il meglio proprio su strategie di brevissimo periodo.

Anche chi opera con strategie di breve periodo può puntare molto sull’analisi tecnica. Ci permette di avere un’analisi immediata sui trend di qui a poco.

Ricordati però anche che l’analisi tecnica non è soltanto questione che riguarda il brevissimo periodo. L’analisi tecnica infatti ha orizzonti che possono superare anche le due settimane o anche il mese.

Non rinunciare all’analisi tecnica anche se decidi di investire sul lungo periodo. Con l’analisi tecnica infatti scegli in modo più corretto, coerente e privo di perdite il momento giusto per fare un acquisto o una vendita.

Analisi tecnica contro analisi fondamentale: quale delle due è migliore?

Non ci sono strumenti per valutare la vittoria di una di queste sull’altra. Entrambe hanno la loro funzione e i loro vantaggi.

Il consiglio degli esperti che hanno aiutato a redigere questa guida è infatti quello di andare ad operare con entrambe a seconda delle circostanze, ovvero andando ad applicare l’analisi tecnica quando c’è bisogno di indicazioni partendo dal grafico e l’analisi fondamentale quando invece il nostro investimento è di più ampio respiro.

Se vuoi davvero fare trading come un professionista, il nostro consiglio è di diventare un maestro di entrambe le tipologie di analisi.

Scegli un buon broker e una buona piattaforma per l’analisi tecnica

L’analisi tecnica non puoi pensare di farla da sola, almeno per quanto riguarda i calcoli e le funzioni più complesse che questa comporta. L’ideale è di farsi aiutare dalle piattaforme broker che ti offrono piattaforme professionali per investire.

Migliorbrokerforex.net

UNICI BROKERS ONLINE RACCOMANDATI DA MIGLIORBROKERFOREX.NET

Recensione ETORO

  • Social & CopyTrading
  • CopyPortfolios & Popular Investor
  • Crypto Staking e Azioni Realstock

Licenze: CySEC/FCA/ASIC

Prova gratis ETORO

67% of retail CFD accounts lose money.

Recensione FP MARKETS

  • Spreads da 0.0 pips
  • Leva 500:1
  • BOT, Algo & AutoTrading

Licenze: CySEC/ASIC

Prova gratis FP MARKETS

Capitale a rischio.

Recensione CAPITAL.COM

  • Intelligenza Artificiale
  • Analisi & Segnali Trading Central
  • Bot Trading con MT4 & TradingView

Licenze: CySEC/FCA/NBRB

Prova gratis CAPITAL.COM

73,81% of retail CFD accounts lose money.

Recensione TRADE.COM

  • MetaTrader 4/5 Gratis
  • Segnali Trading gratuiti
  • Livecoach Gratis 1:1

Licenze: CySEC/FCA

Prova gratis TRADE.COM

72,30% of retail CFD accounts lose money.

Recensione IQ OPTION

  • Trading piccole somme [1 e 10€]
  • Opzioni FX & Auto Analisi tecnica
  • Segnali Social Trading

Licenze: CySEC/FCA

Prova gratis IQ OPTION

Capitale a rischio.

Recensione AVATRADE

  • Ava Protect
  • Strumenti analisi avanzata
  • Didattica gratuita

Licenze: CySEC/FCA

Prova gratis AVATRADE

Capitale a rischio.

Recensione PLUS500

  • Zero commissioni
  • Spreads stretti
  • Broker multipremiato

Licenze: CySEC/FCA

Prova gratis PLUS500

Capitale a rischio.

MetaTrader 4 e 5 sono le piattaforme più utilizzate a questo scopo, ma non vuol dire che i WebTrader offerti dai migliori broker non siano in grado di fornirti lo stesso.

Se sei alla ricerca di un buon broker per fare investimenti, il nostro consiglio è quello di leggere la nostra guida alle piattaforme trading migliori.

L’analisi tecnica conviene davvero? Funziona?

L’analisi tecnica, come abbiamo d’altronde ripetuto più volte nel corso della nostra guida di oggi, è un’analisi che partendo dal grafico ignora tutte le altre informazioni che riguardano un determinato asset.

Può aiutarci ad ottenere dei risultati importanti, soprattutto una volta che saremo in grado, in completa autonomia, di scegliere gli strumenti più interessanti e adatti per analizzare il prezzo futuro di un determinato asset.

Che cos’è l’analisi tecnica nel Forex

L’analisi tecnica nel Forex – che è poi identica all’analisi tecnica che possiamo applicare anche ad altri tipi di mercati – è un’analisi che si basa esclusivamente sul grafico per analizzare i futuri andamenti di una coppia di valute. L’idea di base è molto semplice: il grafico contiene tutte le informazioni di cui abbiamo bisogno per capire il trend attuale e soprattutto per determinare quello futuro.

Con l’analisi tecnica puoi ottenere indicazioni di investimento per qualunque tipo di asset e mercato

L’analisi tecnica viene sempre messa in contrapposizione con l’analisi fondamentale, della quale avremo modo di parlare tra pochissimo.

Come si distingue l’analisi tecnica forex dall’analisi fondamentale

Analisi tecnica e analisi fondamentale sono agli antipodi degli approcci possibili ai mercati finanziari. Se quella tecnica, come abbiamo appena detto, parte dal principio che il grafico è completo a livello informativo, l’analisi fondamentale invece si basa sul principio opposto: si può ignorare il grafico e concentrarsi su quelle che sono le notizie e le grandezze micro e macroeconomiche per compiere le proprie scelte di trading.

Sebbene si tratti di due analisi agli antipodi, possono essere entrambe applicate per migliorare le nostre performance sui mercati. L’analisi tecnica è preferibile sul breve periodo, quando appunto gli spostamenti di prezzo non sono condizionati da decisioni di economia politica, da movimenti di mercato importanti, da crisi, etc.

Per stabilire invece un giusto cammino di lungo periodo, è il caso di integrare l’analisi tecnica del Forex con quella fondamentale.

Non ha alcun senso schierarsi, come se si fosse dei tifosi, con l’una o l’altra possibilità. Possono essere utilizzate entrambe per migliorare le nostre capacità di investire e soprattutto per operare al meglio sui mercati, cogliendo tutte le opportunità che abbiamo a disposizione.

Analisi tecnica giornaliera sul forex: cos’è e quando serve

In molti parlano di analisi tecnica forex giornaliera, riferendosi alle analisi che possiamo svolgere ogni giorno per decidere se, quando e come comprare e vendere valute. In realtà non esistono differenze di sorta tra l’analisi tecnica generale e quella giornaliera. Vengono applicati gli stessi principi e gli stessi strumenti, che si tratti di un orizzonte di poche ore, di un giorno o di pochi giorni.

L’analisi giornaliera tecnica del Forex è di particolare interesse per chi fa day trading – ovvero per chi apre e chiude posizioni all’interno della stessa giornata di scambi. Lo ripetiamo però a scanso di ogni equivoco ancora una volta: non esistono delle differenze sostanziali tra analisi tecnica generale e giornaliera.

Analisi tecnica forex in tempo reale: in cosa consiste?

Quando parliamo di una strategia che lavora al meglio sul breve periodo, è facile capire perché il tempismo è tutto. L’analisi tecnica si svolge sempre in tempo reale, perché ogni dato, soprattutto se recente sull’asse temporale, è di fondamentale importanza per determinare gli andamenti futuri.

Inutile dire che non potrai metterti con carta e penna a tracciare linee, applicare indicatori e calcolare trend. Hai bisogno di una buona piattaforma di trading, che integri tutti i principali strumenti per l’analisi tecnica del Forex.

La piattaforma fx è fondamentale

Scegliere una buona piattaforma è dunque il passo fondamentale per chi vuole applicare strategie di base o strategie avanzate che utilizzano l’analisi tecnica. Una buona piattaforma è in grado di integrare sia gli indicatori più semplici, come i supporti e le resistenze, sia quelli più complessi, come possono essere ad esempio gli indicatori stocastici, o ancora quelli che derivano da teorie ben più complesse.

Di seguito la lista completa delle migliori piattaforme forex e cfd consigliate dal nostro team.

Migliorbrokerforex.net

UNICI BROKERS ONLINE RACCOMANDATI DA MIGLIORBROKERFOREX.NET

Recensione ETORO

  • Social & CopyTrading
  • CopyPortfolios & Popular Investor
  • Crypto Staking e Azioni Realstock

Licenze: CySEC/FCA/ASIC

Prova gratis ETORO

67% of retail CFD accounts lose money.

Recensione FP MARKETS

  • Spreads da 0.0 pips
  • Leva 500:1
  • BOT, Algo & AutoTrading

Licenze: CySEC/ASIC

Prova gratis FP MARKETS

Capitale a rischio.

Recensione CAPITAL.COM

  • Intelligenza Artificiale
  • Analisi & Segnali Trading Central
  • Bot Trading con MT4 & TradingView

Licenze: CySEC/FCA/NBRB

Prova gratis CAPITAL.COM

73,81% of retail CFD accounts lose money.

Recensione TRADE.COM

  • MetaTrader 4/5 Gratis
  • Segnali Trading gratuiti
  • Livecoach Gratis 1:1

Licenze: CySEC/FCA

Prova gratis TRADE.COM

72,30% of retail CFD accounts lose money.

Recensione IQ OPTION

  • Trading piccole somme [1 e 10€]
  • Opzioni FX & Auto Analisi tecnica
  • Segnali Social Trading

Licenze: CySEC/FCA

Prova gratis IQ OPTION

Capitale a rischio.

Recensione AVATRADE

  • Ava Protect
  • Strumenti analisi avanzata
  • Didattica gratuita

Licenze: CySEC/FCA

Prova gratis AVATRADE

Capitale a rischio.

Recensione PLUS500

  • Zero commissioni
  • Spreads stretti
  • Broker multipremiato

Licenze: CySEC/FCA

Prova gratis PLUS500

Capitale a rischio.

Anche se non sei un provetto matematico e non hai mai disegnato un grafico in vita tua, con la giusta piattaforma potrai applicare tutti i fondamentali dell’analisi tecnica senza alcun tipo di problema, con un solo click e rendendo in tempo reale il grafico facile da leggere e da utilizzare per le tue prossime operazioni di trading.

Impara a leggere il grafico

Il grafico, come abbiamo già ripetuto più volte nel corso di questa guida, è il fulcro intorno al quale gira tutta l’analisi tecnica. Imparare a leggerlo non è difficile, ma richiede comunque una certa esperienza.

Ricordati inoltre che puoi scegliere, con i migliori broker, visualizzazioni alternative del grafico che non mostreranno soltanto il punto di prezzo, ma anche i trend passati (come nel caso delle candele giapponesi) o integrando altri tipi di indicatori come il volume di scambi.

Imparare a leggere il grafico è il primo passo per chi vuole iniziare a fare trading al meglio nel mondo del Forex, soprattutto se dovesse essere appunto interessato a strategie di investimento di breve o brevissimo periodo.

Le basi teoriche dell’analisi tecnica del Forex

Ci sono diverse basi teoriche che hanno contribuito alla crescita dell’analisi tecnica come insieme di strumenti per migliorare le strategie di trading online. Tutte muovono da quattro categorie fondamentali:

  • Gli indicatori di trend: sono indicatori che appunto segnalano la presenza o l’arrivo di un trend negativo (e dunque con prezzi al rialzo) o trend negativi (ovvero prezzi al ribasso);
  • Gli indicatori di momento: indicano in un preciso istante l’andamento atteso del prezzo di un asset o di una coppia e la forza che questo movimento dovrebbe continuare ad esercitare;
  • Volatilità: ovvero la rapidità con la quale il prezzo si muove. Più il prezzo cambia rapidamente, più alta è la volatilità;
  • Volumi: sono appunto i volumi di scambio su un determinato asset o una determinata coppia Forex.

Da queste quattro categorie sono stati sviluppati indicatori che sono la base teorica dell’analisi fondamentale. Di tutti i principali indicatori ci occuperemo più avanti nel corso della nostra guida. Continua a leggere se vuoi saperne di più!

Serve un corso per fare analisi tecnica nel Forex?

No. I corsi non sono necessari, nel senso che non dovrai spendere migliaia di euro per farti insegnare qualcosa che puoi sicuramente apprendere da solo. Oggi, grazie ad Internet, hai accesso ad un’enorme quantità di informazioni, diffuse da siti affidabili come MigliorBrokerForex.net, che ti permettono, a costo 0, di migliorare le tue conoscenze per quanto riguarda il trading Forex e più in generale l’investimento sui mercati finanziari.

Sul nostro sito trovi davvero tutto quello di cui hai bisogno per andare ad investire in modo proficuo e soprattutto guide approfondite per applicare l’analisi tecnica al tuo trading di tutti i giorni.

Gli indicatori più importanti per l’analisi tecnica sul forex

Ci sono diversi tipi di indicatori che le principali piattaforme trading ti permettono di applicare direttamente sul grafico. Li analizzeremo uno per uno, indicandoti quando possono essere efficaci e come vanno interpretati.

Media mobile o moving average

Si tratta di uno dei principali indicatori della categoria indicatori di trend.

Il calcolo della media mobile è semplificato quando si usa un broker di qualità con una piattaforma avanzata

Si tratta infatti di un indicatore che calcola la media dei prezzi di un determinato asset o di una determinata coppia Forex. La grossa parte delle migliori piattaforme per fare trading sul Forex includono questo indicatore con un solo click direttamente sul grafico.

ADX – Indice di media direzionale

Siamo davanti ad un altro importantissimo tool per chi fa analisi tecnica sul Forex, in quanto è stato appunto studiato per individuare la forza di un determinato trend.

ADX è soltanto uno degli strumenti attualmente utilizzati da chi fa analisi tecnica

Si ottiene combinando due indicatori di Wilder, ovvero l’indicatore direzionale positivo e l’indicatore posizionale negativo. Anche in questo caso siamo davanti ad un indicatore che in genere viene integrato facilmente sul grafico grazie alle migliori piattaforme per il trading online.

Ichimoku Kino Hyo

Si tratta di uno degli indicatori di trend più complessi che abbiamo mai avuto modo di analizzare e utilizzare. Incrocia infatti tantissimi valori che vengono raccolti in genere tramite l’analisi tecnica di tipo giapponese, tramite calcoli decisamente complessi che indicano i futuri movimenti di prezzo, tenendo appunto conto di moltissimi dati.

L’analisi tecnica Ichimoko parte dai dati che si raccolgono con le candele giapponesi, come durata del trend, massimi e minimi giornalieri, etc.

Anche questo indicatore è in genere computato automaticamente dalle principali piattaforme di trading online che ti offrono la possibilità di operare nel Forex.

Indicatore MACD

Utile soprattutto a chi fa scalping e a chi comunque investe sul breve e sul brevissimo periodo. Il suo acronimo sta per Moving Average Convergence Divergence, ovvero per Media Mobile Divergenza Convergenza. Si tratta di una relazione tra due medie mobili di prezzi.

Gli indicatori MACD sono molto apprezzati dai professionisti, perché forniscono un’indicazione molto chiara sul momento giusto per entrare sul mercato

Si tratta di un indicatore particolarmente utile per gli investimenti che durano pochi secondi o pochi minuti ed è un plus per le piattaforme che offrono appunto ambienti adeguati per investire nel Forex.

Indicatore parabolico SAR

Questo indicatore non solo è in grado di individuare i trend e di indicarne la forza, ma può anche segnalare quando è il caso di chiudere la posizione e aprirne una in senso inverso.

L’indicatore SAR parabolico applicato automaticamente da MT4. Siamo davanti ad uno degli strumenti più utili pre chi vuole un’analisi tecnica a risposta immediata

Tiene conto di accelerazione del prezzo, di volatilità e di volumi di scambio ed è sempre facile da integrare in quanto presente negli strumenti per l’analisi tecnica che sono offerti da MetaTrader 4 e 5 e da moltissime altre piattaforme professionali.

Indice di forza relativa per l’analisi tecnica forex

L’indicatore RSI, ovvero l’indicatore di forza relativa segnala in un range che fa da 0 a 100 i movimenti verso l’alto e verso il basso del prezzo. Se l’indice è superiore a 70, vuol dire che sono in corso acquisti eccessivi rispetto a quanto sarebbe lecito aspettarsi, mentre al contrario un indice inferiore a 30 vuol dire che il titolo è venduto più di quanto dovrebbe essere venduto per quel livello di prezzo.

L’indice di forza relativa indica co nun solo colpo d’occhio la distanza tra “Prezzo Giusto” e “Prezzo Attuale” di un determinato Asset!

Tiene conto della media dei prezzi di chiusura per diversi giorni. Anche questo è uno strumento di analisi tecnica incluso in moltissime piattaforme in modo completamente automatico.

Indicatori stocastici sul forex

Si tratta di segnali e di indicatori molto versatili, sviluppati già a partire dagli anni ’50 e che continuano ad essere molto utilizzati, soprattutto da chi impiega diverse strategie sul mercato del Forex. Si tratta di uno strumento di analisi del momento, che indica in un range che va da 100 a 0 e che permette facilmente di individuare i prossimi trend di una determinata coppia Forex.

Gli indicatori stocastici sono uno degli strumenti più importanti per l’analisi fondamentale

MetaTrader 4 e tante altre piattaforme broker tra quelle che consigliamo sulle nostre pagine ti permettono di investire tenendo conto anche di questi specifici indicatori.

Range Reale Medio – Average True Range

Si tratta di un indicatore della volatilità, quello che è di gran lunga più utilizzato per appunto individuare quanto velocemente si stanno muovendo e si muoveranno i prezzi.

ATR / Average True Range indica in un solo colpo d’occhio le oscillazioni massime che ci si aspetta sul prezzo di un determinato asset

Tiene conto della distanza tra il massimo e il minimo attuale, tra quello del giorno precedente e quello del giorno addirittura antecedente, offrendo uno sguardo di insieme molto più significativo della reale volatilità di un determinato asset.

Le bande di Bollinger nel Forex

Sono uno strumento di analisi tecnica molto interessante, che utilizzano la statistica per individuare la deviazione standard e per indicare di conseguenza dove potrebbero trovarsi supporti e resistenze, individuando di concerto quello che in gergo tecnico viene chiamato il canale di volatilità.

Le Bande di Bollinger partono dalle candele giapponesi per fornire indicazioni immediatamente utilizzabili per le operazioni di trading

Si tratta di uno degli strumenti più comuni per l’analisi tecnica nel Forex ed i uno di quelli che hanno avuto maggiormente successo negli anni. Inserirlo nella propria analisi è di fondamentale importanza, soprattutto se il nostro orizzonte è appunto quello di pochi giorni per il nostro trade.

Perché l’analisi tecnica sul forex è interessante per chi fa trading?

L’analisi tecnica nel Forex è molto interessante perché ci consente, spesso in modo semi-automatico, di:

  • Individuare quelle coppie dove conviene fare trading in un determinato momento;
  • Interpretare anche le possibili volontà di altri trader;
  • Individuare dove il grosso del mercato si dirigerà nel breve periodo;
  • Scegliere strategie adeguate per fronteggiare la situazione di mercato futura.

Sono informazioni enormemente importanti per chiunque si approcci al mondo del trading Forex con la volontà di crescere come investitore e soprattutto di mettere a frutto i propri capitali. Senza analisi tecnica diventa estremamente difficile, inoltre, operare sul breve e sul brevissimo periodo. Se è vero che il cassettista, ovvero colui il quale compra titoli per mantenerli per lunghissimi periodi, non si interessa mai o quasi dell’analisi tecnica, è altrettanto vero che con la sola analisi fondamentale è impossibile investire con profitto sul breve e sul brevissimo periodo.

L’analisi tecnica del Forex, inoltre, opera sia a livello giornaliero, sia invece per analisi di periodo ancora più breve, permettendo a tutti, anche agli scalper, di ottenere risultati grazie ad una analisi razionale e approfondita.

Considerazioni finali

Approfondire l’analisi tecnica e magari utilizzarla insieme all’analisi fondamentale è la strada giusta per andare ad investire con profitto sui mercati finanziari, certi di poterci muovere con la solidità che soltanto la conoscenza è in grado di regalarci.

Come amiamo ripetere sulle pagine di MigliorBrokerForex.net, il trading è innanzitutto una guerra di informazioni e chi è in possesso delle migliori riuscirà ad ottenere risultati migliori. Su MigliorBrokerForex.net trovi tutto quello di cui hai bisogno per investire al meglio.

Continua a seguirci per approfondimenti sui mercati e per migliorare le tue abilità di trader.

Iscriviti
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments