venerdì, 22 marzo, 2019

Trading ETF: Guida completa all’investimento

Se sei finito su questa pagina avrai sicuramente già sentito parlare di investimenti in ETF, una delle opportunità più ghiotte per chi vuole investire in modo differenziato e profittevole sui mercati.

Nella guida di oggi ti offriremo una disamina completa di tutto quello che c’è da sapere per investire in ETF – una guida l trading online preparata come sempre dai nostri esperti, che ti porterà per mano in un mondo fatto di profitti, di guadagni e di strategie ampie e che abbassano il rischio dei nostri investimenti.

ETF NASDAQ

Investire sul NASDAQ? Gli ETF sono l’opportunità migliore

Vediamo insieme cosa c’è da sapere sugli ETF – perché sono un investimento che dovrebbe interessarti e perché è nettamente superiore a quanto viene offerto invece dalle banche – tipicamente tramite fondi comuni di investimento.

Se vuoi sapere tutto, ma proprio tutto sugli ETF – sei nel posto giusto. Continua a leggere!

Cosa sono gli ETF?

Partiamo dalle basi. Cosa sono gli ETF? L’acronimo – Exchange Traded Funds, non ci dice molto, se non il fatto che sono appunto scambiati su mercati regolamentati e che dunque hanno grossomodo la stessa forma delle azioni, perché possiamo comprare e venderli in mercato aperto, senza doverci per forza di cosa rivolgere alla società di gestione o ad una banca.

Non è però soltanto questa la particolarità degli ETF. Si tratta infatti di Fondi a gestione passiva, ovvero che vengono gestiti da un software che ha come unico compito quello di replicare il paniere di beni sottostante. Non ci sono esperti, non ci sono società di gestione, non c’è libertà per il capo del fondo di modificarlo a suo piacimento.

All’istituzione dell’ETF vengono infatti scelti gli asset sottostanti e la loro proporzione e per tutta la vita dell’ETF stesso tali proporzioni rimarranno identiche.

Tipicamente gli ETF replicano un indice di borsa, il che vuol dire che seguono 1:1 quello che avviene su quel determinato indice.

In altri casi invece, come avremo modo di vedere, replicano l’andamento di un paniere di beni – con affinità per tipologia di mercato e/o per tipologia di asset.

A questo punto della trattazione potrebbe essere relativamente difficile capire perché gli ETF potrebbero far parte del tuo portafoglio. Continua a leggere, perché c’è davvero tanto da sapere su questo straordinario strumento di investimento.

Perché gli ETF sono migliori dei fondi comuni di investimento?

I fondi comuni di investimento sono il prodotto più pubblicizzato e venduto da banche e assicurazioni. Parliamo di fondi comuni che, sebbene prima fossero ad esclusivo appannaggio degli investitori di fascia alta, soprattutto sotto forma di hedge funds, oggi fanno parte di prodotti assicurativi oppure di prodotti per l’investimento secco.

Rispetto agli ETF, i fondi comuni di investimento presentano diversi tipi di problemi e di svantaggi, che le banche nascondono sapientemente, proprio perché questo tipo di strumenti sono molto convenienti per le loro casse e poco convenienti invece per noi investitori.

Nello specifico i fondi comuni di investimento:

  • Hanno costi elevatissimi, anche superiori al 2% annuo, che sono prelevati direttamente dalle sostanze del fondo stesso. Questo vuol dire che partiremo con il nostro investimento da un netto -2%!
  • Hanno gestioni non sempre limpidissime, il che vuol dire che le società di gestione possono fare il bello e il cattivo tempo con il nostro capitale. Nonostante ci siano delle regole teoricamente molto stringenti per quanto riguarda la composizione del fondo – le gestioni possono davvero fare il bello e il cattivo tempo;
  • Il profilo di rischio viene calcolato con algoritmi non sempre adeguati e soprattutto non sempre veritieri. Potresti finire per investire in un fondo comune che ti propone un investimento “poco rischioso”, che è in realtà però decisamente meno sicuro;
  • Devi vendere e comprare sempre tramite la società di gestione, il che vuol dire che in momenti di bassa liquidità o dovrai rinunciare a vendere, oppure dovrai accontentarti di un prezzo molto più basso.

Detto questo, dovrebbe essere chiaro il fatto che c’è davvero pochissimo di interessante nei fondi comuni di investimento e che invece gli ETF possono proporti strumenti decisamente più all’altezza e che possono inserirsi con maggiore facilità nella maggioranza dei nostri portafogli.

Gli ETF sono un investimento in quote

Che cosa compriamo quando investiamo in ETF? Stiamo investendo a tutti gli effetti nelle quote di un fondo, che ti permette di diventare comproprietario di un patrimonio che prende la forma tipicamente di gruppi di azioni o di repliche di indici.

Si tratta dunque di un investimento non diretto – nel portafoglio non avrai direttamente le azioni o ancora direttamente le materie prime o qualunque altro tipo di asset sottostante, ma appunto le quote del fondo stesso.

Come funziona la replica degli ETF

Gli ETF, come abbiamo visto nel corso della nostra guida, sono strumenti che replicano tipicamente un indice. Ma come funziona la replica? Come è possibile avere a disposizione un titolo che ci permette di replicare esattamente l’andamento di un intero indice di borsa?

La questione è relativamente semplice. Tutti i titoli quotati in un determinato mercato hanno una certa capitalizzazione e i software di gestione passiva degli ETF si preoccupano:

  1. Di calcolare la capitalizzazione di ogni singolo titolo rispetto alla capitalizzazione complessiva dell’indice;
  2. Comprare e vendere azioni in relazione alla modifica di valore di ciascun titolo;

Si tratta di un calcolo molto difficile da fare per gli umani, ma che i software possono gestire con enorme facilità.

Dato che i prezzi dei titoli in borsa sono molto volatili, esiste comunque una minima differenza tra l’andamento vero e proprio dei titoli e l’andamento invece dell’ETF.

Le differenze sono comunque minime, in genere di pochi decimi di punto percentuale.

ETF di Borsa: si pagano i dividendi?

INDIA ETF

Gli ETF sono ottimi anche per investire nei paesi emergenti – come l’India

Chi investe in borsa lo fa anche perché periodicamente vengono distribuiti dividendi in funzione di quelli che possono essere i guadagni della società in questione.

Gli ETF tengono conto di questo fatto, anche se non sempre. Talvolta infatti distribuiscono i dividendi, talvolta invece li reinvestono nel fondo.

Vale la pena di sottolineare come non ci siano differenze sostanziali per quanto riguarda le due modalità di investimento: ad ogni modo ti troverai a godere senza alcun tipo di problema di tutti quelli che sono i vantaggi di un investimento di questo tipo. Che tu ti metta in tasca il dividendo o che venga usato dall’ETF per aumentare la sua quota capitale, poco cambia.

La differenza tra ETF armonizzati e ETF non armonizzati

Quando parliamo di ETF armonizzati, parliamo di ETF che seguono le normative più recenti in tema di finanza a livello Europeo. Tutti gli ETF armonizzati possono essere quotati dunque in una qualunque borsa europea (anche se spessissimo lo sono anche in altre borse al di fuori dei confini europei.

La differenza è a livello di tassazione – siamo davanti ai primi, quelli armonizzati, che rientrano nella categoria dei redditi diversi, e che sono tassati al 20%.

Per quanto riguarda invece i redditi da ETF non armonizzato, pagheremo in primis il 20%, per poi pagare il rimanente sotto forma di aliquota marginale IRPEF.

Se si fa trading tramite CFD comunque, cosa che consigliamo di fare a tutti coloro i quali seguono le nostre pagine, questa differenza è annullata completamente.

Perché conviene investire in ETF tramite i CFD?

Come abbiamo già anticipato poco sopra, investire in ETF tramite i CFD è sicuramente l’ipotesi più conveniente.

Tramite i CFD infatti potrai:

  1. Scegliere da un parterre completo di ETF, sia armonizzati che non armonizzati, con accesso a tutte le principali borse mondiali. La banca invece ti impone praticamente di investire su Milano o su qualche borsa limitrofa, senza la possibilità (se non a costi elevatissimi) di operare su New York o su altre borse importanti;
  2. Vendere allo scoperto, il che vuol dire anche poter andare ad investire con profitto anche quando i mercati sono in trend negativo. Anche in questo le banche non possono offrirti lo stesso tipo di possibilità;
  3. Investire con leva finanziaria: anche questo è un enorme vantaggio – soprattutto per gli investitori con i capitali più contenuti a disposizione. Con la leva finanziaria infatti puoi moltiplicare l’andamento dell’ETF, aumentando le possibilità di guadagno;
  4. Utilizzare piattaforme avanzate: al contrario delle banche, i migliori broker CFD ti offrono piattaforme avanzate per andare ad operare senza alcun tipo di problema sul mercato degli ETF e anche su altri tipi di mercato;
  5. Gestire tutti i tuoi investimenti da una sola piattaforma: anche se vuoi creare dei portafogli complessi, che includano Forex, Azioni, Indici, Materie prime o addirittura criptovalute, possiamo andare ad investire dalla stessa piattaforma. Siamo davanti ad un enorme vantaggio, perché possiamo avere una gestione totale e assoluta del nostro capitale senza dover avere diversi account;
  6. Costi bassissimi: anche se gli ETF sono dei prodotti a basso costo, le commissioni bancarie possono essere molto costose. I broker CFD invece ti offrono la possibilità di investire con costi decisamente contenuti, senza alcun tipo di svantaggio, permettendoti di tenere in tasca i tuoi sudatissimi guadagni.

Più avanti vedremo quali sono i migliori broker CFD per investire in ETF. Ora continueremo invece con le altre importanti caratteristiche che riguardano appunto gli ETF.

Su quali mercati puoi investire con gli ETF?

Con gli ETF puoi investire su diversi tipi di mercati, con panieri di beni sottostanti.

  1. Indici azionari: sono la tipologia di sottostante più comune per quanto riguarda appunto gli ETF. Puoi investire tramite gli ETF su NASDAQ, Dow Jones, FTSE MIB, NIKKEI e su tutti gli altri principali indici borsistici a livello mondiale;
  2. Materie prime: spesso puoi trovare sui mercati ETF che ti permettono di investire su diversi gruppi di materie prime – in genere raccolte per tipologia – materie prime agricole e alimentari, materie prime energetiche, oppure metalli preziosi;
  3. Paesi emergenti: spesso inoltre gli ETF ti propongono una selezione dei migliori titoli di determinati paesi emergenti. Se vuoi investire in Brasile, Turchia, Cina, India, Indonesia, Malesia etc., gli ETF potrebbero essere la migliore delle possibilità che hai a disposizione;
  4. Obbligazionari: ci sono anche ETF che ti permettono di investire su gruppi di obbligazioni, emesse in genere dallo stesso ente, che hanno il vantaggio, rispetto all’obbligazione secca, di permetterti di investire con un titolo liberamente negoziabile con gli stessi termini della borsa.

Queste tipologie di asset sono più che sufficienti per avere a disposizione un portafoglio effettivamente differenziato!

I criteri per scegliere i migliori broker per investire in ETF

Passiamo al vivo della nostra guida, ovvero ai criteri di cui tenere conto quando ci si mette alla ricerca di un buon broker per l’investimento in ETF.

ETF VXX

La volatilità dei mercati? Esistono ETF che la misurano – permettendoti di scommetterci

I criteri di cui tenere conto sono tanti, ognuno con un suo peso specifico – te li elenchiamo in ordine di importanza, per permetterti di scegliere, volendo, in autonomia.

Ricordati che se non vorrai metterti alla ricerca in autonomia di un buon broker CFD, potrai affidarti alla selezione dei broker che ti propongono i nostri esperti. La troverai più avanti, in fondo a questa guida.

L’importanza della licenza per fare trading in ETF

Anche per fare trading in ETF, la licenza è importantissima. Non affidarti mai ad un broker che non sia in possesso di una licenza valida per operare in Europa. Le norme europee sono tra le più stringenti a livello mondiale e ti offrono la massima garanzia possibile per quanto riguarda sicurezza del capitale e certezza degli ordini eseguiti.

Le licenze più importanti in Europa sono le seguenti:

  • CySEC: è la licenza che viene rilasciata dalle autorità cipriote – autorità del paese dove il mondo degli investimenti opera con i volumi più importanti. La licenza CySEC è perfettamente allineata alle norme UE e ti permette di operare senza alcun tipo di problema con la massima sicurezza;
  • FCA: è la licenza che viene invece rilasciata dalle autorità britanniche in tema di regolamentazione dei mercati finanziari. A causa di BREXIT moltissimi broker è diventata molto meno comune.

In presenza di una qualunque licenza MiFID puoi operare senza preoccupazioni. Nel caso in cui, invece, il broker non sia dotato di licenza, ti invitiamo a lasciar perdere e ad orientarti verso altri intermediari.

Varietà degli ETF presenti e degli altri asset

Importantissima anche la varietà di ETF presenti sulla piattaforma. A poco serve scegliere un broker che abbia soltanto un paio di ETF disponibili, perché saresti costretto ad adeguare le tue strategie a quello che il broker ha da offrire e non alle tue esigenze.

Importante anche la quantità di altri asset presenti, tra coppie valutarie, azioni, criptovalute e materie prime. Come ti abbiamo detto prima, i migliori broker ti offrono la possibilità di investire su diverse tipologie di titoli. Meglio approfittarne, soprattutto in ottica di differenziazione del proprio portafoglio e del proprio capitale.

La piattaforma deve essere di livello professionale

Anche investire in ETF ha bisogno di buoni strumenti, di analisi del grafico avanzate, di gestione complessa e condizionale degli ordini.

Le migliori piattaforme broker ti permettono di operare con tutti gli strumenti che anche i professionisti hanno a disposizione, senza alcun tipo di limitazione.

Scegli sempre un broker in grado di offrirti o una piattaforma proprietaria di qualità, oppure ancora una piattaforma condivisa come MetaTrader.

Soltanto in quel caso avrai a disposizione tutti gli strumenti più adatti per fare trading sui migliori mercati.

Costi: devono essere contenuti – soprattutto se stai investendo in ETF

Chi sceglie gli ETF lo fa anche perché sono strumenti finanziari dai costi decisamente ridotti. Godere di costi bassi vuol dire avere margini più ampi per l’operatività e soprattutto non partire con un segno meno durante i nostri investimenti.

Anche in questo caso tutti i broker che ti proponiamo sono in grado di offrirti costi molto bassi, di pochi centesimi per ogni trade. Si tratta di un sogno irraggiungibile per chi invece investe tramite deposito titoli bancario.

Leva finanziaria e vendita allo scoperto: irrinunciabili anche con gli ETF

Abbiamo parlato più volte sulle pagine della nostra testata di leva finanziaria e di vendita allo scoperto. Sono due strumenti imprescindibili per chi vuole investire senza avere le mani legate e guadagnando anche dai momenti di trend negativo.

Leva e vendita allo scoperto sono due esclusive per chi investe tramite broker CFD – dato che le banche non possono (e non vogliono) offrirti tali strumenti.

Minimi di investimento bassi

A poco serve avere una piattaforma potenzialmente professionale se dobbiamo investire decine di migliaia di euro per avervi accesso. Anche in questo caso, i nostri esperti hanno selezionato per te broker che offrono investimenti in ETF con minimi davvero bassi. Nella stragrande maggioranza dei casi anche soltanto 100 eurosaranno più che sufficienti per cominciare a fare trading.

Anche l’Indonesia è un mercato molto interessante per chi investe in ETF

Presenza di un conto demo gratuito per investire in ETF

Per investire in ETF potresti e anzi dovresti usare un conto demo gratuito, almeno all’inizio. Si tratta di speciali conti che ti garantiscono accesso ad ogni tipo di funzionalità presente sulla piattaforma, permettendoti però di investire con capitale virtuale e dunque senza rischiare i tuoi risparmi.

Se un broker non ti offre la possibilità di investire con un conto demo ha probabilmente qualcosa da nascondere. Meglio dunque evitarlo e passare ad un altro broker che invece ti offra la possibilità di testare le possibilità presenti sulla piattaforma con, appunto, un conto demo gratuito.

I migliori broker per fare trading in ETF: la nostra selezione

Passiamo alla selezione di MigliorBrokerForex.net per quanto riguarda i broker più adatti per fare trading in ETF. È una selezione fatta dai nostri esperti di investimenti, che hanno passato al setaccio tutto il mercato europeo alla ricerca di quei broker che possono offrirti soltanto il meglio per quanto riguarda investimenti in ETF e in altri tipi di asset.

Li troverai elencati uno per uno, con la certezza di avere a disposizione soltanto il meglio che i mercati oggi possono offrire.

Markets.com per investire in ETF

Apriamo la nostra rassegna di broker che ti permettono di investire in ETF con Markets.com. Parliamo di un broker che ti offre a listino oltre 2.200 asset sui quali investire, inclusa una discreta selezione di ETF.

Con questo broker puoi investire in oltre 40 ETF diversi, raggruppati per tipologia, nazionalità dei titoli e settore di appartenenza.

Inoltre puoi anche investire nei Blend – strumenti proprietari di Markets.com, con un funzionamento molto simile a quello degli ETF – che potrai appunto trovare soltanto su questo broker.

Markets.com è uno dei broker più conosciuti a livello mondiale e tra i più apprezzati anche dai trade professionisti.

Puoi testare tutte le possibilità offerte da questo broker anche con un conto demo gratuito che puoi aprire da quì. Non dovrai spendere neanche 1 euro per fare trading – parti subito con 100.000 dollari di capitale virtuale.

Guida al broker: Markets.com recensione

eToro per investire in ETF

Anche eToro, autentica leggenda del mondo del trading, ti permette di fare trading sugli ETF. Parliamo di un broker molto popolare, che ti offre una piattaforma proprietaria per investire con il tuo browser, oppure ancora tramite il tuo smartphone o tablet.

eToro offre un gran numero di asset, la possibilità di integrare i segnali social e anche di copiare gli investimenti di altri trader. Se in aggiunta gli ETF che troverai su questo broker non dovessero bastarti, potrai sempre investire sui CopyPortfolios, fondi speciali che funzionano in modo molto simile agli ETF e che sono un’esclusiva di eToro.

Costi bassi, facilità di investimento, analisi avanzata dei grafici in un solo click, leva finanziaria e vendita alla scoperta completano un quadro più che interessante per quanto riguarda questo broker.

Anche in questo caso hai a disposizione inoltre un conto demo gratuito per fare trading con capitale virtuale. Testa subito le potenzialità offerte da eToro cliccando su questo link quì!

Guida al broker: eToro recensione

ETF? Puoi investire anche con Trade.com

TRADE.com è un altro broker di assoluta qualità, tra quelli che ti offrono le migliori condizioni di investimento, sia per questo specifico mercato, sia per quanto riguarda invece gli altri tipi di asset.

Trade.com ti permette infatti di fare trading via web, con il tuo smartphone e anche con il tuo tablet, con una gestione molto avanzata dei rischi e dei portafogli.

Il tutto condito da tool di analisi molto innovativi, che possono darti un vantaggio importante rispetto agli altri investitori.

Anche in questo caso hai a disposizione moltissimi titoli, che puoi trattare con leva finanziaria anche fino a 1:33 – tra le più alte attualmente disponibili sul mercato.

Trade.com è un prodotto finanziario molto avanzato, che però può essere interessante anche per chi sta muovendo i primissimi nel mondo del trading.

Puoi investire da subito con Trade.com anche con un conto demo gratuito – senza costi aggiuntivi e con 100.000 dollari di capitale virtuale a disposizione.

Guida al broker: Trade.com recensione

Per chi li vuole pochi e buoni: gli ETF di IQ Option

IQ Option è una piattaforma molto avanzata, che ti permette di investire in azioni, opzioni (se sei un utente professionale), coppie Forex, Indici, criptovalute e anche appunto gli ETF.

Non ne sono presenti tantissimi, soltanto 21, ma sono tutti di elevatissima qualità e ti permettono di avere in portafoglio un titolo che replichi il meglio che i mercati possono offrire.

Se gli ETF non sono la tua priorità e vuoi magari investire con una leva di 1:5 – questo broker è decisamente uno dei migliori che hai a disposizione, uno di quelli che possono effettivamente fare la differenza per le tue strategie di trading e le tue operazioni. Per aprire un conto demo gratuito ( dep. min soli 10 euro per il conto reale ) basta cliccare su questo link quì.

Guida al broker: IQ Option recensione

Gli ETF di Plus500

Anche Plus500, tra i più storici broker a livello mondiale, ti offre una selezione limitata di ETF, che puoi comunque integrare con gli altri strumenti che sono presenti sulla piattaforma. Con questo broker potrai investire senza alcun tipo di problema su ETF e ETC che replicano materie prime e altri tipi di asset, con una buona leva finanziaria e con tutti gli strumenti di cui i professionisti hanno effettivamente bisogno per investire.

Plus500 è un broker serio, affidabile, conosciuto e che offre anche una piattaforma proprietaria di elevatissima qualità.

Anche in questo caso puoi testare le possibilità che sono offerte da questo broker con un conto demo gratuito che puoi aprire da quì – senza costi aggiuntivi e con la possibilità di investire su molti altri asset senza spendere neanche 1 euro.

Quando ti sentirai pronto, potrai passare finalmente ad un investimento con capitale reale.

Guida al broker: Plus500 recensione

AvaTrade: il broker specialista anche in ETF

Chiudiamo la nostra rassegna di ETF con un broker di assoluto livello, che ti permette di andare ad investire su moltissimi asset, tra i quali anche ETF selezionatissimi e dagli ottimi rendimenti.

AvaTrade ti offre anche leva fino a 1:5, vendita allo scoperto, possibilità di investire anche in azioni, materie prime e coppie Forex.

Siamo davanti ad un broker di assoluto livello, uno dei migliori a livello mondiale e possibilità di operare 24/24 da un solo account per la gestione completa del tuo portafoglio.

Se sei alla ricerca di un ottimo broker per i tuoi investimenti in ETF – puoi andare ad investire senza problemi con AvaTrade.

Testane le possibilità anche con un conto demo gratuito! Non dovrai versare nulla e non dovrai preoccuparti di alcun tipo di spesa – sarà completamente gratuito fino a quando vorrai!

Guida al broker: AvaTrade recensione

Conclusioni: l’investimento in ETF è conveniente?

Come dovrebbe essere chiaro ora che siamo giunti al termine della nostra guida, l’investimento in ETF è tra i più convenienti attualmente presenti sulle principali piazze mondiali.

Con una buona strategia potrai ottenere il meglio da un mercato – unico nel suo genere – che ti permette di investire in modo differenziato pur acquistando soltanto un pugno di titoli.

Con i vantaggi che sono poi offerti dai migliori broker internazionali – puoi davvero creare una strategia redditizia avendo come base proprio gli ETF.

Continua a seguire MigliorBrokerForex.net per saperne sempre di più sui mercati, sulle opportunità finanziarie e sui migliori metodi per far crescere il tuo capitale.

RESOCONTO TRADING ONLINE ETF
  • Piattaforme
  • Conto demo
  • Spreads
  • Formazione
  • Promozioni
5

Riassunto

Gli Etf, Exchange Traded Found sono dei prodotti di investimento che appartengono agli ETP ( Exchange Traded Products ) e sono da sempre molto richiesti dagli investitori di trading online.
Su Migliorbrokerforex.net presentiamo tabelle comparative riguardo i migliori brokers cfds che offrono, tra gli altri assets, anche il trading sugli etfs. Tutti i brokers recensiti sul nostro portale offrono la possibilità di aprire un demo account gratis per fare pratica sugli eft – sono brokers regolamentati e pertanto possono operare sul territorio italiano . Gli spreads applicati dai brokers in questione sono bassi ed in perfetta linea con il mercato mentre le commissioni di gestione conto trading sono completamente azzerata.

Sending
User Review
5 (1 vote)
Lascia un commento

4 commenti al post

  1. 3

    Massimo

    complimenti per la guida,e la prima volta che provo a fare trading con etf e la guida mi ha aiutato molto

    Reply
    1. 3.1

      Alessio Ippolito

      Ciao Massimo e grazie per averci scritto. Siamo molto felici che la guida sia stata utile . Il nostro scopo è proprio questo: fornire guide didattiche sul trading sempre aggiornate e di qualità.

      Saluti

      Reply
  2. 2

    giuseppe81

    difficile trovare guide così complete su come investire in etf facendo trading online coi contratti per differenza.

    Reply
    1. 2.1

      Redazione Migliorbrokerforex.net

      Grazie mille per il feedback signor Giuseppe, ci fa sempre molto piacere leggere tali commenti. La nostra principale mission, sin dal 2012, è proprio quella di fornire guide informative sul mondo del trading online sempre più complete.

      A presto

      Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

©2012/2019 - Guida completa ai migliori brokers di trading online. Progetto a cura di Alessio Ippolito.