miglior broker forex

Investire in Platino: guida completa

Online il - Aggiornato il

Di Ivano Sabbioni

miglior broker forex

Come investire in Platino? Quali sono i migliori canali per farlo? Come fanno i professionisti ad investire su questo metallo prezioso?

Cosa c’è da sapere su questo mercato? Conviene investire in platino fisico? Oppure ci sono sistemi più intelligenti, come ad esempio il trading online per investire su questo metallo?

Dove viene utilizzato? Cosa ne determina il prezzo? Conviene investire oggi?

Se vuoi investire in platino sei nel posto giusto, perché potrai appunto sciogliere ogni tuo dubbio e puoi andare a conoscere a fondo un mercato del quale purtroppo si parla ancora troppo poco.

Non dimenticheremo, nella guida di oggi, di analizzare anche quanto ci viene detto dal grafico, con le quotazioni in tempo reale del platino.

Chiudendo anche con qualche consiglio sui broker che ti permettono di investire sul platino – come fa ad esempio anche eToro – anche con un conto di pratica gratis, per investire sia sul platino, sia sulle altre materie prime, senza dimenticare gli altri mercati.

Di cosa parleremo in questa guida sull’investimento in platino?

Ci sono molti argomenti che dovremo necessariamente analizzare per quanto riguarda gli investimenti sul platino. Come tutte le questioni maggiormente tecniche, non si tratta di argomenti che possono essere trattati con leggerezza.

Guida completa all’investimento in platino

Dovremo dunque occuparci di moltissime questioni che riguardano appunto gli investimenti in platino:

  • Quotazioni in tempo reale: non potremo che partire dalle quotazioni in tempo reale per capire di cosa stiamo parlando. Dal grafico in poi potremo procedere ad analisi fondamentali, che tengano conto degli altri fattori che muovono il prezzo del platino;
  • Che vuol dire investire in platino: sei sicuro di comprendere a fondo cosa voglia dire investire in platino? Analizzeremo il significato profondo di questo mercato e degli investimenti in questa materia prima;
  • Perché non comprare platino fisico: così come per l’oro, anche il platino può essere acquistato fisicamente. Non è però una buona idea per chi vuole investire davvero in questo metallo. Fare trading sul platino con i contratti CFD è ad oggi la migliore opportunità che hai – e puoi farlo da subito anche con capitale virtuale aprendo in 1 minuto un conto demo su FP Markets – broker con licenza europea che ti offre anche questo mercato come investimento;
  • Cosa muove il mercato del platino: chi vuole fare investimenti seri sul platino, che si tratti di somme più o meno importanti, dovrebbe capire cosa muove i prezzi del platino.

Ci sono dunque moltissimi argomenti che dovremo affrontare se vorremo diventare davvero competenti in questo mercato.

Partiamo subito!

Le quotazioni in tempo reale del platino

Inseriamo qui il grafico delle quotazioni del platino in tempo reale. Il grafico è sempre un eccellente punto di partenza per chi vuole investire in qualunque tipo di asset.

Ti permette di capire volatilità e movimenti e di avere a grandi linee un’idea della tipologia di titolo che ti appresti a scambiare sui mercati.


Il grafico è offerto da Plus500 – broker che ti offre un conto demo gratis per il trading sul platino e che è uno dei più apprezzati a livello europeo.

Tieni sempre a mente il grafico, anche se tra poco ci sposteremo su quelli che sono gli argomenti fondamentali e dunque meno legati al grafico – tra quelli che riguardano appunto il trading di platino.

Per aprire un conto demo su Plus500 ed investire in platino ed altri metalli preziosi clicca su questo link.

Che vuol dire investire in platino?

Il platino è una delle materie prime più ricercate e più utilizzate a livello mondiale. Sugli impieghi a livello industriale torneremo più avanti, per ora ti basti pensare che svolge un ruolo tanto cruciale all’interno del sistema produttivo

Investire in platino vuol dire approfittare delle variazioni di prezzo di questo metallo sui mercati internazionali per ottenere un profitto. L’idea è appunto quella di:

  • Comprare ad un prezzo per poi cercare di vendere ad un prezzo più alto in futuro;
  • Vendere allo scoperto, ovvero fare la cosa inversa, puntando su un ribasso dei prezzi del platino per conseguire un profitto.

Parleremo di quelle che sono entrambe le possibilità in modo più approfondito più avanti. Per ora ti basti sapere che la seconda possibilità, valida tanto quanto la prima, è possibile solo con i broker CFD migliori.

Uno di quelli che ti offre la vendita allo scoperto sul platino è IQ Option – che ti permette di farlo anche con soli 10 euro – un broker di quelli da sempre consigliati sulle nostre pagine, uno di quelli che per intenderci ci permette di operare in massima sicurezza.

Che cos’è il platino?

Il platino è un metallo e una materia prima, che viene utilizzata sia per i gioielli, sia nell’industria elettronica, sia invece in quella automobilistica.

È una delle star dei mercati, ovvero una delle materie prime più interessanti per chi vuole investire sulle materie prime. Di seguito troverai qualche informazione rilevante per chi fa trading su questa materia prima e dunque anche per te che vuoi avvicinarti a questo specifico mercato.

Dove viene estratto il Platino

Il platino è estratto in larghissima parte in Russia e in Sud Africa. Questo vuol dire che da un lato è rilevante per le economie di questi due paesi e che dall’altro viene condizionato, per le attività estrattive, dalle condizioni generali di questi due paesi.

Vale la pena di ricordare in questa circostanza che comunque il platino è in genere escluso da embarghi, soluzione di controversie internazionali e altro, come invece in genere avviene con il petrolio.

Perché è un metallo prezioso così tanto utilizzato?

Ci sono diversi motivi per i quali il platino è ricercato e utilizzato. Oltre alle applicazioni in gioielleria, il platino è utilizzatissimo a livello industriale, in quanto è più duraturo e resistente dell’oro.

Il platino è anche utilizzato nei convertitori catalitici delle auto, dispositivi che sono oggi necessari per ridurre l’impatto dei gas tossici emessi dalle autovetture.

Il platino è inoltre molto più raro dell’oro: per ogni grammo di platino estratto, nel mondo vengono estratti dai 15 ai 25 grammi di oro.

La crisi del 2008 e il platino

Il platino – e qui lo andiamo a sottolineare per tutti coloro i quali vogliono saperne di più di questo metallo a livello storico, è stato quello che ha avuto le peggiori performance del settore materie prime metalliche.

Dopo la crisi infatti gli investitori si sono gradualmente disimpegnati da questo metallo, aumentando la percentuale di mercato che prende la direzione dell’industria automobilistica e dell’industria elettronica.

Questo però, come dovremmo aver ormai imparato con le nostre guide, non vuol dire che non ci siano più possibilità di guadagno nel mercato del platino.

Chi ci segue sa bene che infatti migliori broker CFD sono in grado di offrire anche la vendita allo scoperto, ovvero la possibilità di puntare sul ribasso del platino per ottenere un guadagno.

Si tratta di una possibilità che offrono tutti i broker CFD che consigliamo sulle pagine di MigliorBrokerForex.net – tra i quali non possiamo che citare, in questa circostanza, anche Capital.com – qui per un conto demo gratis anche per investire in platino, che permette di investire su tutte le principali materie prime.

Nel 2019 il platino è tornato a ruggire

Dopo quasi 10 anni di crisi, il platino è tornato ad avere un outlook positivo ed è il motivo per il quale moltissimi dei nostri lettori ci hanno appunto chiesto una guida completa all’investimento sul platino.

La domanda per il metallo, che è legata a doppio filo al livello di attività generale delle industrie – in particolare di quella automotive – è in costante aumento e il Platinum Investment Council ha appena annunciato che la domanda sembrerebbe in rialzo anche per il 2020.

Il prezzo del platino è relativamente poco elastico rispetto alla domanda, nel senso che è impossibile rispondere o quasi ad una maggiore domanda con una maggiore offerta.

Ogni tipo di ulteriore attività estrattiva del platino è infatti più costosa incrementalmente, il che vuol dire che ad una domanda aumentata corrispondono rialzi davvero importanti.

Il platino è importante anche per le auto a idrogeno

Anche se il settore automotive si sta muovendo lentamente vero soluzioni meno inquinanti, non è detto che la riduzione dell’impiego di catalizzatori sarà necessariamente una brutta notizia per il platino.

Questo metallo è infatti utilizzato anche nella produzione di auto a idrogeno. A conti fatti, le tecnologie di ultima generazione per auto meno inquinanti utilizzano più platino di quanto ne fosse utilizzato all’interno dei catalizzatori.

Perché non conviene investire nel platino fisico

Certo, la tentazione di possedere metalli preziosi è di quelle difficili da contenere, soprattutto per alcune persone. Ma così come investire in oro fisico non conviene, non conviene farlo neanche con il platino, per gli stessi motivi.

  1. Se acquisti gioielli il grosso del prezzo sarà dovuto alla realizzazione del gioiello (e non al valore del metallo) e al suo contenuto in pietre. Comprare gioielli a scopo di investimento, a meno che non si tratta di oggetti da collezione, non è mai una buona idea;
  2. Conservare platino fisico è pericoloso: in Italia si verificano decine di migliaia di furti in casa ogni anno e colpiscono in genere proprio i preziosi. E spesso i sistemi di sicurezza (che rappresentano comunque un costo), non sono sufficienti a proteggerci dai ladri. Quando invece compri dei titoli finanziari, non hai il rischio che te li rubino. Chi investe in platino con eToro, tanto per citare uno dei broker che riteniamo più affidabili in questo senso, non deve temere ladri;
  3. Conservare platino fisico costa: anche quando vuoi rimanere in massima sicurezza, rivolgerti ad una banca o a un deposito vuol dire spendere delle somme molto importanti per la conservazione del tuo platino fisico;
  4. Commissioni di vendita e acquisto: non credere poi di poter comprare o vendere il platino ai veri prezzi di mercato. Chi acquista e vende per professione questo metallo, proprio come nel caso dell’oro o dell’argento, applica commissioni che superano molto facilmente il 10%. Si tratta di commissioni altissime, soprattutto se dovessimo paragonarle alle somme che invece dovremmo spendere per fare trading vero sul platino. eToro ti offre trading zero commissioni, una bella differenza rispetto al 10% chiesto da chi tratta fisicamente questo metallo.

Il platino rispetto all’oro

Nonostante si tratti in entrambi i casi di metalli preziosi, tra oro e platino c’è di mezzo il proverbiale mare. Nel senso che non ha assolutamente senso andare ad applicare quello che sappiamo sul decisamente più comune oro, direttamente sul platino.

L’oro è infatti considerato praticamente da tutti, risparmiatori e investitori istituzionali, come un bene rifugio.

Questo per chi fa trading sull’oro vuol dire che si ha davanti un bene anticiclico, nel senso che in genere il prezzo dell’oro si muove in modo contrario rispetto ai principali trend economici.

Il platino non ha questa qualità e invece i suoi movimenti negli ultimi 10 anni sono sembrati quasi completamente sconnessi dal livello di economia mondiale.

Come scegliere un buon broker per investire in platino

Ci sono diverse questioni che dovremmo tenere in considerazione quando appunto andiamo ad investire in platino o ci stiamo apprestando a farlo.

Bisogna però, più di tutto, scegliere un buon broker, ovvero un broker che sia in grado di andare ad offrirci diverse caratteristiche:

  1. Licenza e affidabilità: la licenza europea è segno di grande affidabilità e non si dovrebbe transigere su questo specifico punto. Ci sono alternative con licenze internazionali valide. Quello che dobbiamo però sempre evitare è scegliere un broker senza licenza;
  2. Strumenti e piattaforme: sempre meglio scegliere dei broker che possano offrirci una buona piattaforma per andare ad investire. eToro te ne offre una semplice ma avanzata, che è adatta sia a chi ha appena cominciato, sia a chi invece ha maggiori competenze;
  3. Numero di mercati e di titoli: anche se il tuo interesse principale è il platino, quello che ti consigliamo è di rivolgerti ad un broker che sia in grado di offrirti diversi titoli per un portafoglio molto diversificato. Plus500 è un broker che ti offre più di 1.000 titoli sui quali scegliere e che è un punto di partenza ideale per chi muove i primi passi nel mondo del trading di metalli e di platino.

La scelta di un buon broker è il passo fondamentale per chi vuole investire seriamente non solo nel platino, ma in qualunque tipo di asset finanziario.

Conclusioni: conviene oggi investire in platino?

Non c’è ovviamente una risposta valida per tutti. Dipende infatti sia dal tuo portafoglio, sia da quanto sei disposto a rischiare.

Il platino – e lo abbiamo ripetuto più volte nel corso della nostra guida di oggi, è un asset particolare anche all’interno della sua sotto-categoria e deve essere dunque valutato attentamente.

In questa guida hai trovato tutto quello di cui potresti avere bisogno per scegliere il platino come tuo prossimo asset.

E nel caso in cui dovessi avere altri dubbi, non esitare a contattarci: mettiamo a tua disposizione il nostro staff di esperti dell’investimento, anche per aiutarti a scegliere quelli che sono gli asset, materie prime o meno, che sono ideali per il tuo portafoglio.

Iscriviti
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments