miglior broker forex

Investire in Nikkei 225: Guida al Trading

Online il - Aggiornato il

Di Ivano Sabbioni

miglior broker forex

Come investire sul NIKKEI 225? Cosa c’è da sapere su quello che è l’indice più importante della borsa giapponese di Tokyo?

Oggi è possibile per tutti fare trading di indici, grazie a tutti quei broker che ci permettono appunto di investire da casa, senza ulteriore intermediazione e avendo accesso a tutti i migliori mercati.

Ma è davvero conveniente investire sul NIKKEI 225? Cosa dobbiamo sapere sull’economia giapponese? È ancora un’economia sulla quale vale la pena puntare?

Nella guida che MigliorBrokerForex.net ha preparato per te troverai tutto quello che hai bisogno di sapere per orientare al meglio i tuoi investimenti su questa tipologia di titoli.

Una tipologia di titoli che ci permette di avere un investimento diversificato, seppur ovviamente collegato all’andamento dell’economia giapponese.

Risponderemo anche ai tuoi dubbi sulla rischiosità di questo tipo di investimento, individuando eventuali criticità e altri tipi di problematiche che potrebbero essere collegate a questo specifico investimento.

Senza dimenticarci delle quotazioni in tempo reale e dei grafici che riguardano appunto NIKKEI 225. Perché per chi vuole conoscere il momento migliore per investire in questo titolo, è proprio da questo che dovremo partire.

Tutto quello che apprenderai nel corso di questa guida potrai anche metterlo in pratica immediatamente – senza ancora investire neanche 1 euro. 

Trade.com ti offre un conto grati( qui per ottenerlo subito), che potrai utilizzare per mettere subito in pratica le tue nuove conoscenze.

Di cosa parleremo in questa guida su NIKKEI 225

Sono moltissimi gli aspetti di questo titolo e indice che dovremo appunto analizzare nel corso della nostra guida di oggi, una guida che non potrà che andare ad analizzare nello specifico tutto quello che riguarda NIKKEI 225.

  1. Che cos’è NIKKEI 225? Forse pensi di conoscere a fondo questo indice, ma in realtà c’è molto da sapere a riguardo. Analizzeremo nello specifico i titoli che lo compongono, il comportamento e gli altri dettagli;
  2. Quali sono i buoni motivi per investire in questo indice: ci sono delle buone motivazioni per scegliere NIKKEI 225 rispetto ad altri indici? Può essere conveniente sceglierlo rispetto ad altri tipi di investimenti?
  3. Quali sono i migliori canali per investire sul NIKKEI 225? Cosa utilizzano i professionisti per operare su questo specifico titolo? Perché conviene scegliere un broker come FP Markets – che qui ti offre pure un conto di pratica gratis rispetto a quello che viene offerto dalle banche?
  4. Perché non conviene investire sul NIKKEI 225 con la banca? Le banche oggi offrono delle condizioni di trading molto poco vantaggiose, motivo per il quale ti spiegheremo, successivamente, perché dovresti evitare gli istituti bancari;
  5. Quotazioni in tempo reale e grafico: come ti abbiamo anticipato nel corso della nostra introduzione, dovremo necessariamente guardare anche al grafico, punto di partenza fondamentale per ogni tipo di investimento.
La borsa di Tokyo – il centro nevralgico del NIKKEI 225

Sono questi gli argomenti che necessariamente dovremo affrontare nel corso della nostra guida all’investimento sul NIKKEI 225.

Pronti? Si parte!

Che cos’è il NIKKEI 225? Cenni storici, composizione, prospettive del presente e del futuro

Partiamo da quello che NIKKEI 225 è. NIKKEI 225 è l’indice della Borsa di Tokyo che include le 225 aziende quotate con la più alta capitalizzazione del Giappone, una delle economie del G8 e una delle più importanti a livello mondiale.

Anche per questo motivo questo indice riveste un ruolo così importante nel mondo del trading online.

Siamo davanti ad un indice che è il più rappresentativo dell’intera economia produttiva giapponese, una delle economie che – per portata e potenzialità – maggiormente interessa appunto gli investitori ai quattro angoli del mondo.

Il Nikkei 225 è inoltre uno degli indici più antichi del mondo. È operativo da quasi 70 anni e il suo picco è stato nel 1989, al top della bolla speculativa sui titoli azionari giapponesi.

Successivamente a quel momento l’indice ha subito un fortissimo ridimensionamento, che però continua ad essere uno dei più interessanti al mondo, soprattutto oggi che con alcuni broker, come Trade.com – qui per approfondire sul sito ufficiale, possiamo anche investire allo scoperto, infischiandocene di un indice che sicuramente non è più prestante come un tempo.

C’è anche da dire che durante l’ultima decade il NIKKEI 225 ha fatto notare dei timidi segni di ripresa, mitigate dal fatto che la Banca del Giappone, la banca centrale del Paese del Sol Levante, detiene circa 3/4 dell’intero capitale in ETF su questo indice.

Vale la pena di ricordare che questo indice è Price Weighted, ovvero ogni azione contribuisce a determinare il titolo a seconda del prezzo dell’azione singola e non in relazione alla capitalizzazione totale dell’impresa stessa.

Un modo di calcolare gli indici sicuramente sempre meno utilizzato, dato che è meno capace di replicare esattamente l’andamento della borsa giapponese.

L’indice è relativamente volatile ed è, come quasi tutti quelli che andremo ad analizzare sulle nostre pagine, ciclico, ovvero appunto segue a grandi linee quello che è l’andamento dell’economia giapponese in particolare e quello dell’economia mondiale in generale.

All’interno di questo titolo troviamo dei mostri sacri dell’economia giapponese, come Nintendo, Hitachi, Honda e molte altre imprese che hanno fatto la storia della propria industria, come ad esempio anche Sony.

C’è molto, anzi moltissimo dentro questo indice, motivo per il quale anche chi si sta avvicinando per la prima volta al mondo del trading, dovrebbe tenerlo in debita considerazione.

Certo, sono titoli che potresti seguire con un broker – come ad esempio ancora FP Markets – qui per una demo gratis per investire anche in azioni – ma l’indice ti permette di avere, come specificheremo ancora più avanti, un solo titolo con all’interno tutti gli andamenti sopra elencati.

Seguire gli investimenti su NIKKEI 225: orari e accesso

Il Nikkei è un indice che ha sede alla Borsa di Tokyo, mercato che è lontano geograficamente e idealmente dall’Italia.

Il problema si pone innanzitutto a livello di orari: quando si inizia a fare trading in Giappone in Italia stiamo per andare a dormire, e quando ci svegliamo le operazioni sono quasi concluse.

In secondo luogo si tratta di un mercato al quale è difficile avere accesso. Il grosso delle banche e degli intermediari tipici purtroppo non offrono accesso a questo tipo di mercato.

La buona notizia che abbiamo per te è che appunto i broker più moderni, come Trade.com – che ha una incredibile selezione di titoli – ti permettono di avere un doppio vantaggio:

  1. Hai a disposizione degli strumenti avanzati per gestire il tuo ordine, come ad esempio il take profit e lo stop loss, che ti permettono di stare anche lontano dal computer (e nel caso della borsa giapponese, dormire) perché potrai implementare delle strategie semi-automatiche per il trading;
  2. Puoi accedere facilmente all’indice NIKKEI 225: perché appunto è disponibile a listino, cosa che non possiamo sempre dire delle banche e degli operatori classici.

Il problema di seguire questo mercato, dunque, diventa fortemente ridimensionato. Basta scegliere, come sempre, il broker giusto per investire.

Piattaforme migliori dove investire su NIKKEI 225

Come ti abbiamo appena detto, ci sono broker di indici che ti permettono di investire in modo ideale sul NIKKEI 225.

Ne abbiamo a disposizione due, che ci permettono di andare a investire nel modo ideale sul più importante indice della borsa giapponese.

FP Markets: il broker europeo che ti permette di investire anche sul NIKKEI 225

Tra chi investe ormai per professione o comunque in modo serio, FP Markets (visita il sito ufficiale del broker qui) è un’autentica leggenda. Si tratta di un broker che ci permette di avere diversi vantaggi:

  1. Commissioni molto basse: al contrario delle banche, che ci offrono investimenti sul mercato giapponese anche a 99 euro al trade, con FP Markets puoi investire senza alcun tipo di commissione, pagando solo un piccolissimo spread tra acquisto e vendita, di pochi centesimi;
  2. Accesso a listini molto forniti: con FP Markets potrai investire su migliaia di titoli, componendo davvero un portafoglio diversificato;
  3. Formazione integrata: potrai andare ad imparare, con questo broker, tutto quello di cui c’è bisogno per fare trading online, anche sul NIKKEI 225;
  4. Interfaccia semplice e profonda: FP Markets ti offre il meglio anche in termini di interfaccia per l’investimento. Un’interfaccia che, come abbiamo appena detto, ti permette anche di gestire in modo semi-automatico i tuoi investimenti;
  5. Demo gratis: tutto quello che ti viene offerto da questo broker, potrai testarlo senza problemi anche con un conto demo gratis, che ti permette di investire senza problemi con capitale virtuale. Potrai passare al capitale reale quando ti sentirai pronto.

Per investire sul NIKKEI 225, ti consigliamo dunque aprire subito un conto demo con FP Markets per fare pratica; comincia a mettere a punto quello che avrai appreso in questa guida.

Trade.com: alternativa europea per investire sul Nikkei 225

Trade.com (vai qui per visitare il suo sito) è un altro ottimo broker per investire appunto in questo specifico titolo. I vantaggi che questa piattaforma offre sono:

  1. Broker autorizzato: come tutti i broker che segnaliamo sulle nostre pagine, anche Trade.com è dotato di licenza europea per il trading. Il che vuol dire che i tuoi ordini i tuoi capitali sono sempre protetti;
  2. Grande piattaforma per investire online: Trade.com ti offre la possibilità di investire con MetaTrader 4, la migliore delle piattaforme attualmente disponibili per il trading online, la preferita da parte dei professionisti;
  3. Serie di video per imparare: la formazione offerta gratuitamente da Trade.com è affidata ad una serie di video-lezioni che ti permettono davvero di apprendere tutto sul mondo del trading online;
  4. Migliaia di titoli: Trade.com non è secondo a nessuno per numero di mercati che vengono offerti per l’investimento. Questo vuol dire che potrai comporre un portafoglio davvero diversificato e soprattutto sfruttare tutte le grandi possibilità che ti vengono offerte dai mercati;
  5. Demo gratis: anche questo broker ti offre la possibilità di investire con un conto demo gratuito. La demo di Trade.com è sempre gratis e ti permette di investire con capitale virtuale per tutto il tempo che vorrai.

Leggi qui la nostra guida completa su Trade.com.

Previsioni sul NIKKEI 225

Non è facile dare previsioni affidabili sull’andamento futuro di NIKKEI 225. Questo perché i mercati azionari sono per loro stessa natura volatili e soprattutto perché nessuno oggi ha le informazioni utili a sapere come e dove sarà questo mercato tra 1 mese, 1 anno o 10 anni.

Le due basi dalle quali partire per stabilire appunto i futuri andamenti del NIKKEi 225 sono i seguenti:

  1. Ciclicità degli indici azionari: tutti più o meno seguono l’andamento dell’economia di riferimento, nonché quello dell’economia mondiale;
  2. C’è necessità di seguire l’economia giapponese, tutti i suoi indicatori e tutte le notizie che arrivano da quel paese o che potrebbero colpirne l’economia;

Il consiglio che possiamo darti in questo senso è di seguire sempre e comunque un buon calendario economico, che ti permetta non solo di rimanere aggiornato, ma che ti fornisca anche quelli che sono appunto gli impatti delle singole notizie sul mercato in questione.

Perché non conviene investire tramite la banca sul NIKKEI 225

La banca potrebbe sembrarti il luogo ideale per cominciare ad investire – vuoi su questo specifico titolo, vuoi su qualche altro tipo di titolo.

Le cose però oggi non stanno così, perché appunto le banche offrono delle condizioni molto svantaggiose per andare ad investire sia sul NIKKEI 225, sia su altri tipi di titoli.

Riassumeremo qui quelli che sono i principali lati negativi dell’investimento in borsa su questo specifico titolo.

1. I costi della banca sono troppo elevati

I costi della banca per investire nei titoli in generale e nello specifico sui titoli dei mercati asiatici sono davvero troppo elevati.

Parliamo infatti di anche 99 euro (che in alcuni casi scendono fino a 49 euro) per un singolo trade, prezzi che sono semplicemente esorbitanti per un investimento.

Se hai pochi capitali a disposizione, questa cifra finirebbe per succhiare tutta la sostanza dalle tue strategie di investimento e anche se dovessi avere grandi capitali a disposizione, non avrebbe alcun tipo di senso andare a farsi letteralmente depredare dagli istituti bancari.

FP Markets ti offre trading senza commissioni, permettendoti di risparmiare decine di euro per ogni singola operazione.

Decisamente una grande differenza, non trovi? Investire nel NIKKEI 225 con questi broker non ha alcun tipo di differenza rispetto all’investire su indici più vicini a noi geograficamente.

2. Le banche hanno listini molto ridotti

Sempre ripetiamo sulle nostre pagine che la diversificazione è la chiave di volta per chi vuole investire appunto riducendo al massimo i rischi pur non intaccando la possibilità di generare profitti.

Per questo motivo scegliere la banca, che in genere ha listini decisamente poco forniti e che comunque non è in grado di offrire tutti i titoli dei broker CFD, non è assolutamente una buona idea.

Broker come Trade.com – qui per conoscere l’offerta sul sito ufficiale, ti permettono di investire su migliaia di titoli, per una composizione davvero completa del tuo portafoglio.

Anche in questo caso i broker CFD da noi consigliati sono in grado di offrirti un ambiente di investimento decisamente migliore e più completo.

3. Piattaforme antiche e inutili: benvenuti in banca

Come sanno bene i nostri lettori, la piattaforma è il gateway di accesso ai mercati e lo strumento più importante tra quelli che abbiamo a disposizione per il trading online.

È la piattaforma che ti permette di analizzare i grafici, impostare strategie e operare sui mercati.

Averne una che funziona rispetto ad una che invece, come quelle che offrono le banche, ha pochi strumenti effettivamente a disposizione, può fare una gran differenza.

Per questo, anche qui, ti consigliamo di guardarti intorno e soprattutto di andare a scegliere soltanto quei broker che sono in grado di offrirti una grande piattaforma, come quelli che appunto ti abbiamo consigliato nel corso della nostra guida di oggi.

Quali sono i vantaggi dello scegliere un buon broker CFD per investire sul NIKKEI 225

A questo punto della nostra guida diventa per noi estremamente facile riassumere i motivi che dovrebbero spingerci verso un buon broker CFD per investire sul NIKKEI 225:

  1. Minimi di investimento bassissimi: si parte da 100 euro, somma che permette davvero a tutti di investire su questo mercato. Di contro, la banca, richiede in genere migliaia di euro per andare ad investire anche su un singolo titolo;
  2. Piattaforme avanzate per investire: c’è MetaTrader 4, che per chi investe tramite la banca è semplicemente un sogno, ma ci sono anche delle ottime piattaforme web che ti permettono di investire in modo più semplice;
  3. Non solo NIKKEI 225: un vero investitore che voglia tutelare i propri investimenti è un investitore che sceglie i migliori titoli. I broker CFD te li mettono sempre a disposizione;
  4. Vendita allo scoperto: come ti abbiamo detto in apertura, il NIKKEI 225 è un indice che – come gli altri – può vivere dei periodi di minore brillantezza. Che fare allora? Semplice, con i migliori broker CFD puoi investire appunto allo scoperto, puntando sul ribasso dell’indice stesso.

Si tratta di ottimi motivi per scegliere appunto un broker CFD di qualità come FP Markets – qui per aprire una demo gratis rispetto alla pessima offerta delle banche.

Quotazione e grafico NIKKEI 225 in tempo reale

Qui troverai il grafico dettagliato, che ti permette un’analisi approfondita anche a 5 anni, del NIKKEI 225.

Il grafico è offerto da Plus500 – altro broker in grado di offrirti una demo gratis per sempre e che presenta gli stessi vantaggi degli altri 2 che ti abbiamo presentato nel corso della nostra guida di oggi.


Con il grafico potrai analizzare la situazione di prezzo in tempo reale e anche comprendere quelli che sono i movimenti tipici di questo indice.

Parti da qui per la tua avventura nel NIKKEI 225, aiutandoti anche con le guide che trovi disponibili su MigliorBrokerForex.net.

Scopri il sito ufficiale del broker Plus500 cliccando qui.

Perché investire in NIKKEI 225?

Non offriamo consigli di investimento sul nostro sito, ma semplicemente la possibilità di conoscere lati positivi e negativi di ogni strumento.

Di seguito troverai quelli più importanti per il NIKKEI 225:

  • Tutto il meglio della borsa giapponese: in un solo titolo potrai avere in portafoglio tutto il meglio della borsa giapponese, senza dover comporre da solo il tuo portafoglio e senza dover seguire ogni singolo titolo;
  • Semplicità: grazie agli indici, puoi avere un solo titolo in portafoglio per avere comunque una buona composizione, che in questo caso rispecchia appunto quella dei migliori titoli della borsa giapponese;
  • Diversificazione: anche qui in un solo titolo avrai a disposizione un paniere ben differenziato di azioni, almeno per comparto;
  • Economia Giapponese: anche se non è più una di quelle che tirano di più a livello internazionale, siamo pur sempre davanti ad un Paese che è tra i più importanti al mondo e che è interessantissima per tutti i trader;

Ci sono dunque degli ottimi motivi per includere all’interno del tuo portafoglio l’indice NIKKEI 225, motivi che ti consigliamo di prendere in debita considerazione se quello di cui avrai bisogno sono appunto dei titoli solidi sui quali puntare.

Conclusione: giudica per te, in relazione alle tue esigenze. Qui hai tutte le info necessarie sul NIKKEI 225

Ti consigliamo, in chiusura, di imparare a decidere per conto tuo. Non si tratta di non voler aiutare chi ci legge, ma piuttosto di fornire a tutti gli strumenti per decidere in autonomia.

Chi ha successo nel mondo del trading online è in genere colui il quale appunto si adopera per essere completamente indipendente, pur basandosi su informazioni utili come quelle che abbiamo radunato in questa guida.

Non lasciarti però guidare da nessuno: giudica secondo le tue esigenze e secondo la tua propensione al rischio.

Solo così potrai evitare truffe e altri tipi di problemi che invece i meno indipendenti si trovano a fronteggiare durante le loro attività.

Iscriviti
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments