miglior broker forex

Psicologia del Trading: consigli sul giusto approccio nei mercati

Online il - Aggiornato il

Di Ivano Sabbioni

miglior broker forex

Oggi parleremo di un argomento che potrebbe sembrare vacuo e magari inutile (soprattutto per chi di mercati non ne sa davvero).

Parliamo infatti di psicologia del trading. Ovvero di tutto quanto riguarda emozioni e processi di pensiero che attraversano la mente e il cuore di chi fa trading online.

In molti, come abbiamo già detto, sono portati a ritenere questo specifico argomento come un argomento non essenziale, come se chi si mettesse davanti allo schermo non fosse un essere umano.

Psicologia del trading online - cos'è e come approcciare nel trading in modo corretto
La psicologia del trading è un aspetto sempre troppo sottovalutato

E invece, con la nostra esperienza, possiamo dirti che è proprio questo l’aspetto meno considerato e più importante per chi vuole fare investimenti online.

Sì, perché appunto anche i più razionali, i più preparati, i più esperti trader del mondo hanno dei momenti bui e soprattutto possono lasciarsi sopraffare da una sbagliata psicologia del trading.

Nella guida di oggi cercheremo di capire cosa abbiamo da sapere per quanto riguarda appunto la psicologia del trader, come imparare a conoscerci e soprattutto come evitare di approcciare i mercati con la mentalità, momentanea o cronica, sbagliata.

Nel frattempo puoi decidere di seguire la nostra guida aiutandoti anche con un conto demo come quello di eToro, così per capire di cosa stiamo parlando e confrontarlo con situazioni di trading reali al 100%, anche se le affronterai con capitale virtuale.

Che vuol dire psicologia del trading?

Non siamo dei maestro e non siamo dei santoni. Cerchiamo di essere, per quanto possibile, razionali e scientifici negli argomenti che andiamo a spiegare ai nostri lettori.

E anche in questo caso, davanti ad un argomento che ai più sembrerà appunto come effimero, dovremo cercare di sciogliere il nodo e cercare di capire scientificamente di cosa stiamo parlando.

Partiamo da un punto: a fare trading non sono i robot, ma degli esseri umani. Esseri umani che hanno emozioni, tali da poter modificare appunto il comportamento altrimenti assolutamente razionale.

E vuoi testare le tue emozioni? Puoi farlo anche con un conto demo come quello di eToro, dove anche puntando con capitale virtuale, ti accorgerai dell’effetto che il trading può avere sulla tua lucidità.

Che intendiamo dire?

Immagina di aver perso una grossa somma in borsa pochi secondi prima. La decisione successiva che prenderai sarà o non sarà condizionata da questa grossa perdita?

Assolutamente sì. Rabbia, risentimento, sensazione di essere presi in giro e al contrario giubilo, gioia, sensazione di imbattibilità sono parte del gioco. Dovremo imparare a riconoscere queste emozioni, per capire come comportarci soprattutto sul breve periodo.

Ovviamente non è tutto qui. Perché appunto anche sul medio e lungo periodo dovremo tenere conto della psicologia del trading e del trader. In questo caso però non sono in genere le emozioni ad essere coinvolte, ma le aspettative.

Vuoi avere un assaggio di quello che vuol dire lasciarsi travolgere dalle emozioni? Anche con un conto demo come quello di Capital.com, soprattutto se non sei esperto, potresti trovarti in mezzo ad un mare in burrasca, difficile da affrontare, nel quale diventa quasi impossibile fare delle scelte intelligenti.

Trading, psicologia e prospettive di lungo periodo: il ruolo delle aspettative

Partiamo dall’atteggiamento, dalla psicologia da seguire e da capire sul medio e lungo periodo.

Se stai leggendo questo articolo ti sarai sicuramente già interessato precedentemente di investimenti e anche di trading online.

Non tutti però sono come te, o meglio, non tutti hanno le stesse necessità e le stesse aspettative dal mercato.

C’è chi viene invogliato ad investire perché spinto da pubblicità che gli promettono di diventare ricco nel giro di pochi giorni.

C’è chi invece è la formica della nota storia per bambini e vuole semplicemente accumulare, mattone dopo mattone, briciola dopo briciola, il suo capitale e investirlo in qualche prodotto che renda poco, ma costantemente.

C’è chi ancora vuole correre qualche rischio, perché è stanco dei prodotti bancari, che sono magari sicuri, ma rendono zero.

NOTA: per qualunque tipo di atteggiamento, un buon broker come eToro (che qui puoi testare con capitale virtuale) è tutto quello di cui hai bisogno.

A questo punto dovresti capire da solo che si tratta di tre macro-atteggiamenti molto diversi, di quelli che possono modificare sia la creazione di una strategia, sia i comportamenti futuri.

Che fare allora? Semplice: imparare a conoscersi, e confrontare le proprie convinzioni con quella che è la dura realtà del mercato.

Una dura realtà che non dovrai, per fortuna, scoprire necessariamente rischiando il tuo denaro. Perché broker come Plus500 ti offrono una demo gratis, che ti permette di renderti conto della realtà dei mercati anche investendo con capitale virtuale.

Il primo punto della psicologia giusta è la verità

Potrà sembrarti un messaggio religioso, di quelli diffusi da santoni orientali, sempre poi interessati più alle questioni materiali che a quelle spirituali.

E invece no: la verità ha un ruolo fondamentale nella psicologia del trading, così come in ogni fatto umano. Per avere il giusto atteggiamento verso i mercati diventa necessario capire cosa ci sia di vero e cosa invece ci sia di falso dietro i proclami di marketer sempre più senza scrupoli.

Il trading online può funzionare per far aumentare il tuo capitale? Certo che sì.

Il trading online può renderti ricco nel giro di pochi giorni? Certo che no.

È questo il punto di partenza fondamentale per chiunque volesse appunto investire al top e soprattutto con la giusta strategia.

I mercati, online quanto offline, hanno sempre e comunque le stesse caratteristiche:

  • Un certo livello di rischio, enormemente diverso tra ad esempio le azioni e le criptovalute;
  • Rendimenti incerti ma potenzialmente alti, come possono dimostrarti i grafici che troverai su qualunque buon broker CFD, anche gratuitamente;
  • Bisogno di apprendere: perché i mercati cambiano, perché bisogna sapere come muoversi e perché nessuno ha mai guadagnato anche soltanto 1 euro da quelli che sono appunto i mercati senza conoscenza.

Conoscendo queste caratteristiche dei mercati potrai stabilire la verità per conto tuo e renderti conto se la psicologia di lungo periodo che stai mettendo in pratica può avere senso o no.

Questo è quanto per la psicologia di lungo periodo. Le tue scelte devono essere sempre appoggiate ad una base solida di verità. Chi parte dalle bugie, non ha il giusto atteggiamento razionale e psicologico.

E se vuoi capire come si muovono sul medio e lungo periodo tutti i migliori trader, con eToro hai accesso al Copy Trading, dove potrai appunto spiare tutti i migliori operatori e renderti conto anche delle loro scelte di carattere psicologico.

La psicologia del trading sul breve periodo: è tutta una questione di emozioni

Secondo aspetto, che è quello in genere più carente anche tra gli investitori più esperti, è quello della psicologia di breve periodo.

Capire le proprie emozioni non è da tutti, neanche tra i più adulti, neanche tra chi ogni giorno impegna magari capitali anche importanti.

Ci sono diversi aspetti che dovremo considerare. Partiremo da quello della serenità.

Serenità: l’aspetto psicologico più importante del trading online

Anche qui non vorremmo passare per psicologi, psichiatri né tantomeno per santoni. Quel che sappiamo, dati alla mano, è che la mente umana prende decisioni razionali se e soltanto se si trova in uno stato di serenità.

In primo luogo dovremo dunque eliminare ogni fonte di preoccupazione: parti con l’investire soltanto quello che ti puoi permettere di perdere. Senza che un investimento sbagliato possa appunto trasformarsi in un’autentica catastrofe finanziaria per te e la tua famiglia.

Secondo aspetto: un buon intermediario.

Perché? Perché non devi preoccuparti di queste vicende una volta che sarai sui mercati. Scegli un broker sicuro e affidabile e smetti di preoccuparti che i tuoi denari non torneranno mai alla base.

Migliorbrokerforex.net

UNICI BROKERS ONLINE RACCOMANDATI DA MIGLIORBROKERFOREX.NET

Recensione ETORO

  • Social & CopyTrading
  • CopyPortfolios & Popular Investor
  • Crypto Staking e Azioni Realstock

Licenze: CySEC/FCA/ASIC

Prova gratis ETORO

67% of retail CFD accounts lose money.

Recensione FP MARKETS

  • Spreads da 0.0 pips
  • Leva 500:1
  • BOT, Algo & AutoTrading

Licenze: CySEC/ASIC

Prova gratis FP MARKETS

Capitale a rischio.

Recensione CAPITAL.COM

  • Intelligenza Artificiale
  • Analisi & Segnali Trading Central
  • Bot Trading con MT4 & TradingView

Licenze: CySEC/FCA/NBRB

Prova gratis CAPITAL.COM

67,7% of retail CFD accounts lose money.

Recensione TRADE.COM

  • MetaTrader 4/5 Gratis
  • Segnali Trading gratuiti
  • Livecoach Gratis 1:1

Licenze: CySEC/FCA

Prova gratis TRADE.COM

79,80% of retail CFD accounts lose money.

Recensione IQ OPTION

  • Trading piccole somme [1 e 10€]
  • Opzioni FX & Auto Analisi tecnica
  • Segnali Social Trading

Licenze: CySEC/FCA

Prova gratis IQ OPTION

Capitale a rischio.

Recensione AVATRADE

  • Ava Protect
  • Strumenti analisi avanzata
  • Didattica gratuita

Licenze: CySEC/FCA

Prova gratis AVATRADE

Capitale a rischio.

Recensione PLUS500

  • Zero commissioni
  • Spreads stretti
  • Broker multipremiato

Licenze: CySEC/FCA

Prova gratis PLUS500

Capitale a rischio.

Nella tabella che trovi qui sopra abbiamo raccolto tutti i migliori broker, quelli certificati e garantiti, quelli che possono darti un plus in termini di tranquillità e serenità.

Possiamo dunque investire senza problemi, passando ad occuparci di aspetti più importanti e sicuramente più difficili da ottenere e migliorare.

Il tilt è il tuo primo nemico: la psicologia di chi prende una botta nel trading

Il tilt è il tuo primissimo nemico. Forse non avrai familiarità con questo termine, che rimanda anche al mondo del gioco d’azzardo.

Quando siamo in tilt? Quando una forte perdita avvenuta poche ore prima, o pochi minuti prima, ci offusca il giudizio.

È un caso molto tipico: avevi puntato forte su un determinato asset, per un investimento che poi si è rivelato un fallimento.

Ti sei scottato e ora vorresti recuperare tutto, puntando forte su un altro asset. NIENTE DI PIÙ SBAGLIATO.

Perché non è una decisione razionale, ma solo un fortissimo desiderio di rivalsa. Un desiderio di rivalsa che ti porterà a compiere scelte stupide e a perdere ancora di più.

NOTA: puoi imparare a proteggerti dal tilt anche con un conto demo come quello di Capital.com, perché appunto anche l’esperienza ti permette di capire cosa sta avvenendo nel tuo cervello mentre fai trading.

Quando senti di essere andato in tilt, quando appunto pensi di non essere lucido, non c’è niente altro da fare che chiudere la piattaforma e prendersi una pausa.

Una pausa che dovrà durare per tutto il tempo necessario. Non tornare a piazzare anche soltanto 1 ordine, anche se si dovesse trattare dell’affare del secolo, se non avrai recuperato prima la tua lucidità.

Il delirio di onnipotenza è il secondo problema più grande di chi fa trading

Il secondo problema psicologico importante è il delirio di onnipotenza. È una condizione, se vogliamo, speculare a quella del tilt.

Siamo sempre molto poco lucidi, questa volta però per un evento molto positivo, come un grosso guadagno che si è verificato pochi secondi prima.

Questo si traduce appunto, ancora una volta, in una perdita momentanea di lucidità, che ci porta a pensare di essere invincibili e dunque a correre rischi che non dovremmo correre.

Anche in questo caso diventa importantissimo calmarsi, paradossalmente smettere di fare trading e poi ricominciare, ancora una volta, quando si sarà tornati ad essere tranquilli.

La lucidità è l’aspetto mentale più importante per chi fa trading, la parte più importante della psicologia del trader.

Vuoi testare cosa vuol dire il tilt al contrario? IL delirio di onnipotenza? 

Testa con una demo come quella di Plus500 e ascolta bene i tuoi sentimenti dopo che avrai chiuso un trade in positivo, anche se si tratta ancora una volta di capitale virtuale.

La psicologia del trader è importante?

Sì, anzi, tenderemmo a dire che è tutto. Perché abbiamo visto decine se non centinaia di trader di ottimo spessore perdere il lume, non avere la giusta psicologia e finire per perdere tutto quello che avevano investito.

L’aspetto mentale è fondamentale, perché è da quello che dipende anche la capacità di utilizzare informazioni razionali.

Quindi impara ad ascoltare il tuo cuore, anche e soprattutto se sei di quelli che tendono a subire un po’ le emozioni.

Sempre ricordandoti che appunto le emozioni negative sono dannose tanto quanto quelle positive.

E sempre ricordandoti che anche la psicologia può essere allenata, con un buon conto demo come quello di eToro, un conto demo che ti permette di capire cosa succede nella tua testa quando fai trading.

Una buona psicologia prevede anche il filtro dalle informazioni inutili

Un aspetto psicologico che non molti tengono in considerazione è quello del filtro dal rumore.

Che intendiamo dire? Intendiamo dire che ogni giorno vengono pubblicate, da specialisti e non, migliaia di analisi dei mercati, di indicazioni e di segnali.

Il risultato è sotto gli occhi di tutti: un enorme rumore, dal quale è difficilissimo filtrare le informazioni davvero corrette. E in un contesto del genere, avere troppe informazioni è davvero come non averne nessuna.

Impara a scegliere le tue fonti e a cercare di isolare chi strilla per avere più seguito. Perché anche il soltanto ascoltare delle opinioni inutili può creare dubbi nella tua mente e soprattutto invitarti a non seguire il piano.

Già, il piano, di cui parleremo tra pochissimo.

La disciplina è la migliore psicologia: segui il tuo piano, costi quel che costi

Quello che molti non ti dicono è che le decisioni di trading non si fanno al momento dell’ordine, ma al momento della creazione della strategia.

Se hai un buon piano, se hai una strategia valida, devi continuare a puntarci, a prescindere da quello che succederà sui mercati.

E cambiare questo piano dovrebbe ragionevolmente costarti molta fatica.

Il tuo piano poi, prima di impiegarlo, testalo con una buona demo, come quella che ti viene offerta da Capital.com (qui per accedere gratis).

Perché non esiste un buon piano che non sia stato prima testato in lungo e largo.

Conclusioni: il cuore e la mente, rigorosamente in quest’ordine

Dove per cuore intendiamo la parte emozionale e per mente quella razionale.

Non pensiamo che l’uomo debba per forza di cose essere un animale emotivo. Ma pensiamo che l’emotività viene sempre prima del ragionamento razionale e senza governarla accuratamente il rischio è quello di sbagliare.

Chiuderemo con una massima che apparirà forse troppo zen da parte di chi parla ogni giorno di mercati: conoscere se stessi e migliorarsi è l’unica costante che puoi desiderare di avere nella tua vita.

Iscriviti
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments