miglior broker forex

BTP 2037 come funzionano? Valore, previsioni e migliori alternative

Online il - Aggiornato il

Di Ivano Sabbioni

miglior broker forex

BTP 2037 hanno occupato le cronache dei giornali – soprattutto quelli non specializzati in economia.

Il motivo è semplice: i rendimenti sembrerebbero, almeno sulla carta, molto alti. Di fronte ad un titolo sicuro, perché comunque emesso dalla Repubblica Italiana.

Un titolo sicuro, che rende il 4% annuo, che stacca cedola, che può rimanere in portafoglio continuando a rendere così tanto.

Guida completa ai BTP 2037 by migliorbrokerforex.net
Il Tesoro Italiano, che emette questo tipo di titoli!

Ma c’è un inghippo? Secondo noi di MigliorBrokerForex.net sì, ed è per questo motivo che appunto abbiamo preparato per te una guida completa ai BTP 2037, che ti parlerà dei loro rendimenti, nonché di tante altre questioni che li riguardano molto da vicino.

NOTA: nel corso della nostra guida ti proporremo anche la possibilità di andare ad investire appunto in alternative ai BTP2037. Ti consigliamo di testare le alternative con una DEMO GRATIS di FP Markets (scopri di più qui), che ti permette di investire con capitale virtuale prima di passare appunto agli investimenti in capitale reale.

Come abbiamo detto poco sopra, c’è molto che non ci convince di questi titoli. Vediamo insieme cosa.

Che cosa sono i BTP 2037? Qual è il loro valore?

I BTP 2037 sono dei buoni poliennali del tesoro, ovvero delle obbligazioni statali emesse e garantite dalla Repubblica Italiana.

Scadono tra molto tempo e sono stati emessi in un periodo non esattamente brillante della nostra economia. E quindi hanno un rendimento mediamente alto.

Questo però non deve assolutamente trarre in inganno chi si avvicina a questo tipo di titoli. Perché quando parliamo di un titolo obbligazionario venduto ormai soltanto sul mercato secondario, ci sono altri tipi di valutazioni da fare.

Scegliere questo tipo di titoli, mentre ci sono broker che ti offrono la possibilità di investire su più di 100 mercati come fa eToro potrebbe non essere la migliore delle soluzioni. Dietro i numeri, che tutti ritengono freddi, spesso si nascondono delle sorprese che dovrebbero interessare chi sta pensando di investire.

Il problema numero 1: perdi una grossa parte del capitale al rimborso

Negli ultimi mesi, dove la situazione italiana si è andata appianando, i BTP hanno raggiunto prezzi molto alti sul mercato secondario.

Che vuol dire questo? Vuol dire che per acquistare 1.000 euro di debito dovrai pagarne 1.300-1.400 euro circa.

Perché? Perché l’Italia è più solvibile oggi di quanto lo fosse durante l’emissione dei titoli, motivo per il quale ovviamente sui mercati i prezzi del titolo salgono.

Questo si traduce, per chi compra oggi, in una perdita netta importante al momento del rimborso.

Compriamo a 1.300 euro, incassiamo il 4% di 1.000 euro come interesse e comunque al momento del rimborso ci troveremo a ricevere indietro soltanto 1.000 euro.

Non si tratta di una situazione idilliaca. O meglio, a qualcuno potrà anche sembrare conveniente, ma ci sono queste considerazioni matematiche da fare.

Dunque non è un 4% secco quello che ci portiamo a casa, principalmente perché il titolo si fa pagare di più sui mercati, oggi.

Partire con un rendimento del genere non è sempre il top. E da Broker come Capital.com(qui per la demo gratis) potrai andare ad investire al top senza alcun tipo di limitazione, scegliendo tra titoli che possono essere davvero più convenienti per te.

Il problema numero due: l’Italia sarà davvero solvibile nel 2037?

Non è detto. No vogliamo essere profeti di sventura né tantomeno andare ad augurare all’Italia, che pur sempre è il nostro paese, di non farcela.

Quello che però dobbiamo ovviamente fare da investitori è andare a considerare un fatto: davanti a quelli che sono appunto i nostri soldi, dovremmo cominciare a pensare con il freddo e duro cuore degli investitori.

Prestereste oggi soldi all’Italia, che vi promette di restituirvi nel 2037?

Anche quando appunto siamo davanti a titoli che sembrano essere sicuri, perché emessi da stati che riteniamo infallibili, c’è sempre da farsi questo conto.

Ti basterebbe dare uno sguardo alle obbligazioni greche, che troverai anche su eToro. Chi avrebbe mai pensato di essere davanti ad una futura crisi soltanto qualche anno fa?

Ripetiamo che non stiamo assolutamente pensando che l’Italia fallirà. Ma stiamo pensando che tutto deve esser preso in considerazione, soprattutto quando parliamo dei nostri soldi e soprattutto quando parliamo di qualcosa che è possibile che accada.

E non impossibile, come vorrebbero far credere banchieri da strapazzo e altre categorie di persone che sono invece soltanto interessate al nostro denaro.

Le obbligazioni in generale sono davvero un buono strumento per investire? E i BTP 2037?

Sul nostro sito, e non ne abbiamo davvero mai fatto mistero, non siamo mai stati grandi appassionati di obbligazioni.

Ci sono troppi soggetti coinvolti che mangiano sul nostro investimento e riteniamo, dati alla mano, che gli stati siano molto meno affidabili di quello che vorrebbero apparire.

Anche i rendimenti in relazione al rischio che si deve coprire non sono esattamente al top. Perché se si trattasse di altro tipo di asset, nessuno accetterebbe un rendimento del 4% per un rischio del genere.

La volete proprio sapere tutta? Le obbligazioni statali veramente sicure oggi hanno rendimento zero o addirittura negativo. Il 4% dovrebbe darvi contezza del rischio effettivo che rappresenta l’Italia da oggi al 2037.

Soprattutto oggi che ci sono tanti altri prodotti, di quelli che appunto possono offrirti anche meno rischi pur retribuendo il tuo investimento di più.

Su FP Markets ne trovi a centinaia (anche in demo gratis per testare), senza doverti per forza accontentare di quelli che sono i rendimenti, secondo noi scarsi rispetto all’effettivo rischio che si corre.

I BTP 2037 sono rischiosi?

Rispondere a questa domanda non è facile. Perché prima di tutto si dovrebbe definire cosa riteniamo rischioso e cosa invece riteniamo sicuro.

I fattori da prendere in considerazione sono sicuramente i seguenti:

  • Italia: è chi garantisce l’obbligazione. Quindi il rischio di questo titolo è il rischio dell’Italia;
  • Tempo: parliamo di un titolo a scadenza nel 2037, un orizzonte temporale molto lungo, di quelli che possono anche cambiare le carte in tavola.

Sono due fattori che farebbero venire i brividi a chi ama davvero investire in modo sicuro. Perché attendere le sorti dell’Italia fino al 2037 non è sicuramente una gita di piacere.

Ancora una volta siamo costretti a ripetere che creare un portafoglio diversificato con eToro può sicuramente abbassare il rischio medio dell’investimento, pur lasciando spazio a rendimenti forse più interessanti.

Conta anche l’inflazione quando conti i rendimenti del BTP2037

È qualche anno che ormai ci siamo abituati ad un mondo, o meglio, ad un area Euro, quasi completamente priva di inflazione.

Ma questa non è la normalità (e ci speriamo che non lo sia) e pensiamo anche che da qui al 2037, volenti o nolenti, assisteremo ad un’inflazione che sarà sicuramente tornata a correre.

E questo va contato nel computo del rendimento di questo titolo.

Perché i 1.000 euro che riceverai indietro nel 2037, varranno meno realmente di quando li avevi versati. L’erosione erode il capitale degli investimenti a lungo e lunghissimo periodo.

Con portafogli di breve e medie termine si può arginare questo problema. E se non sai da dove cominciare, un conto demo con Capital.com ti può permettere davvero di capire cosa il trading online può fare per te.

Perché non ci piacciono i BTP 2037 e perché li sconsigliamo ai nostri lettori

Siamo abituati a dire ai nostri lettori di fare di testa loro. Proprio perché non riteniamo assolutamente che qualcuno debba prendere decisioni al posto loro.

Siamo però costretti, in qualità di divulgatori, a dire la nostra sui BTP 2037, titoli che da molti sono stati ritenuti una manna dal cielo e che invece noi non toccheremmo neanche con un bastone:

  • Scadenza lunghissima: il che vuol dire che sul breve e sul medio periodo sei “appeso” agli andamenti di mercato. Se dovessi liberarti prima del titolo, saresti praticamente in un mercato che funziona come la borsa azioni, senza che questo sia necessariamente un bene. Perché i rendimenti massimi sono invece fissi!
  • Italia: crediamo nella capacità del nostro Paese di riscattarsi, ma crediamo anche che sarà dura e che le obbligazioni, di cui sono piene le pance delle banche, potrebbero avere qualche problema da qui a 15 anni. E per questo non riteniamo i BTP un investimento al 100% sicuro come molti vorrebbero far credere.

E soprattutto ripetiamo ancora una volta che oggi effettivamente ci sono moltissime alternative a portata di click.

I migliori operatori del trading, i migliori broker CFD oggi possono offrirti molto di più in termini di accesso ai mercati e soprattutto in termini di rendimenti.

E per rendertene conto, ti basterà aprire un conto demo con eToro e investire con capitale virtuale.

Non fidarsi della banca è sempre la cosa giusta, soprattutto quando si parla di Obbligazioni

È vero che le obbligazioni statali sono un asset sempre valido e che può entrare a far parte di ogni asset? È vero che sono soldi sicuri, come dive la tua banca?

Secondo noi assolutamente no, ed è per questo motivo che riteniamo che tu debba prendere delle decisioni sempre autonome, perché la banca non può essere considerata come un agente neutro in questo tipo di affari.

Conclusioni e opinioni finali: perché i BTP 2037 sono tutto fumo e niente arrosto

I BTP 2037 ci ricordano i tanti annunci dei ciarlatani, dove a numeri roboanti non viene collegata poi nessuna sostanza. Il 4% di rendimento viene eretto a moloch, a numero importante, a rendimento che nessuno strumento di questo tipo può offrire.

La realtà è che il mercato è invece bravissimo a prezzare il rischio e che dunque dietro quel 4% in realtà ci sono molti rischi, o comunque rischi più importanti di quelli che si correrebbero invece con degli investimenti di altro tipo.

Scegli comunque sempre con la tua testa, perché non c’è davvero nessuno che sia in grado di occuparsi meglio di te del tuo capitale. Noi continueremo a offrirti le basi per capire chi, cosa e perché.

Iscriviti
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments