miglior broker forex

Money Management: cos’è e come applicarlo nel trading

Online il - Aggiornato il

Di Ivano Sabbioni

miglior broker forex

Oggi su MigliorBrokerForex.net parliamo di money management, una formula per molti arcana, ma che è la vera chiave del successo nel mondo del trading.

Vedremo insieme come applicare al nostro capitale un buon money management Forex e anche come applicarlo sugli altri mercati.

La chiave del successo, abbiamo detto, perché il trading va inteso, almeno in senso metaforico, come una guerra.

indicazioni utili per le regole di money management applicate al trading.
La gestione del capitale è (quasi) tutto nel mondo del Forex e del trading

E il nostro esercito è il nostro capitale, che dovremo proteggere dalle perdite e far crescere con percorsi ponderati.

Perché non c’è ricetta migliore per perdere tutto che investire senza tenere conto delle risorse che abbiamo effettivamente a disposizione.

Impareremo a fare money management anche con i broker che consigliamo di solito ai nostri lettori. Perché riuscire a fare una gestione capitale intelligente è, almeno in parte, questione anche di strumenti che si hanno a disposizione.

Come quanto viene offerto da eToro (un broker che riteniamo di elevatissima qualità proprio per il money management) e da tanti altri broker che analizzeremo proprio nella nostra guida di oggi.

Perché ancora una volta, fare un buon money management è anche e soprattutto questione di strumenti che abbiamo a disposizione.

Che cos’è il money management?

Potremmo passare ore a spiegare a fondo questo concetto. Non vogliamo rimanere però sulle nostre pagine con la nebulosità tipica di chi in realtà il concetto non lo ha afferrato e vorrebbe spiegarlo agli altri.

Te lo diciamo subito: il money management è esattamente la gestione del tuo capitale mentre fai investimenti.

Dato che i mercati finanziari non sono gioco d’azzardo e non sono il casinò, dovrai pensare attentamente a quali e quante risorse destinare ai diversi asset e investimenti.

Lo dovrai fare seguendo delle determinazioni precise, che hai fissato nella tua strategia, e non a casaccio.

Sarà un management, appunto. Una gestione oculata del capitale che hai a disposizione. Perché il capitale sarà sempre la tua potenza di fuoco sui mercati.

E non avere una gestione molto accurata del tuo denaro, ovvero procedendo con un Money Management assente, il tuo risultato non potrà che essere il fallimento.

Bene, abbiamo capito insieme che il money management è importante. Ma come si fa? Quali sono i criteri importanti per impostare una strategia che protegga il nostro capitale?

Lo vedremo tra pochissimo.

Nel frattempo puoi anche decidere in autonomia di aprire un conto demo con FP Markets, che ti permette di accedere a capitale virtuale, da utilizzare come pratica per quando dovrai fare money management con capitale reale.

Come lo faremo? Iniziando da 5 consigli fondamentali, per passare poi a quelli che sono gli argomenti più tecnici.

1. Non aggredire il mercato senza una strategia

La prima regola, quella più importante, quando stai decidendo di allocare il tuo denaro e dunque scegliendo quelli che sono gli asset che comprerai, è di non inseguire il mercato.

Che vuol dire questo? Vuol dire che la prima volta che saremo messi davanti alla possibilità di accedere a migliaia di titoli, la tentazione di investire su tutti o quasi i titoli in trend positivo sarà sicuramente alta.

Abbiamo visto centinaia di trader alle prime armi fare questo errore: aprire un enorme numero di posizioni, senza una strategia alle spalle. Con molte di queste operazioni che si sono chiuse nettamente in negativo. Proprio perché non rispondevano ad alcuna strategia di Money Management.

La prima regola che possiamo ricavarne è di non andare a caso e di non cercare di mangiare ogni fetta di torta, metaforica, che dovesse presentarsi davanti ai tuoi occhi. Prima di scegliere anche un solo titolo prepara una strategia.

E anche quando sembra che si siano avviati dei trend positivi incredibili, prima di acquistare, pensa a come inserire l’asset relativo all’interno del tuo portafoglio.

Anche in questo caso la pratica e l’esperienza possono fare un’enorme differenza. Una pratica che oggi puoi fare con broker come FP Markets (qui per una demo), avrai a disposizione una piattaforma identica a quella dei conti reali. Senza però il rischio di romperti l’osso del collo per avventatezza.

2. La leva può renderti ricco – o ucciderti in pochi attimi

La leva finanziaria è uno strumento utile, che ti permette di andare a moltiplicare l’andamento del tuo investimento. O in altre parole di investire a margine.

Ma è uno strumento tanto utile quanto potenzialmente pericoloso.

Anche in questi casi però la differenza tra chi sa fare money management e chi non sa farlo è enorme.

Il principiante spara tutte le cartucce subito: crede nel trade che sta per aprire e apre il gas della leva al massimo.

E questo risulta, ancora una volta, in perdite che possono fiaccare ogni velleità di investimento già sul nascere.

NOTA: anche con la leva finanziaria puoi fare pratica senza rischiare il tuo capitale. Broker come eToro ti offrono leva anche sui conti demo, una leva grazie alla quale sarà possibile fare test, ancora una volta senza rischiare capitale reale. Potrai passare al capitale reale quando lo riterrai più opportuno.

La leva finanziaria non è una follia, come vorrebbero farti credere le banche che la offrono, ma uno strumento che è utilissimo per fare hedging, ovvero per assicurare investimenti verso i quali sei molto esposto.

Dell’hedging come tecnica di money management parleremo tra pochissimo. Per ora ti basti sapere che la leva non è una furbata e non è anche la bacchetta magica che rende tutti ricchi. È uno strumento, utilissimo per il money management.

E come tale va usato.

3. Calcola il risk per trade – ovvero quanto sei disposto a perdere al massimo su un singolo trade

Il risk-per-trade è un concetto molto importante del money management. Si determina andando in genere a calcolare la percentuale tra il capitale totale che ti rimane e la perdita massima che puoi registrare.

Facciamo un esempio concreto: se apri una posizione che presenta una perdita massima di 150 euro su 1.500 euro di capitale, avrai un risk-per-trade del 20%.

Perché è importantissimo avere sempre questa grandezza a disposizione? Perché così potrai calcolare la percentuale di guadagno che dovrai conseguire per tornare alla posizione di partenza.

Si tratta di calcoli relativamente poco intuitivi, che seguono questa tabella:

PERDITA DI CAPITALE SUL TRADEGUADAGNO NECESSARIO PER IL RECUPERO
10%11%
50%100%
90%1.000%

Puoi testare questi meccanismi di calcolo con qualunque broker di qualità possa offrirti la possibilità di testare con una demo gratis. Come anche FP Markets (apri qui anche con Iress Platform), una piattaforma che ti permette di operare anche rendendoti conto chiaramente di come stai investendo.

Un calcolo del risk per trade deve essere sempre fatto prima di aprire una posizione. Perché perdere capitale vuol dire poi anche averne meno. E avendone meno recuperare sarà più difficile.

Il risk-per-trade funziona anche in senso inverso. Se avrai guadagnato il 100% del tuo capitale, perderne il 50% ti farebbe tornare al punto di partenza!

4. Usa gli stop-loss, sempre

Anche se tu dovessi essere un essere mitologico che riesce a rimanere ore e ore davanti al PC, chiudendo gli ordini prima di staccare, dovresti comunque sempre usare gli stop loss.

Cosa sono gli stop loss? Sono dei particolari ordini che raggiunto un determinato livello di prezzo (più basso di quello a cui abbiamo acquistato), chiudono automaticamente la posizione.

Se acquisti EUR/USD a 1,12 e imposti uno stop loss a 1,005, se la coppia dovesse raggiungere il secondo prezzo, si chiuderà automaticamente la posizione.

Il che vuol dire che potrai dormire sonni tranquilli, perché le perdite non continueranno a marciare.

Puoi usare lo stop loss con tutti i broker in grado di offrirti piattaforme decenti per il trading. FP Markets è uno dei migliori in questo senso e lo puoi testare sempre gratis senza investire neanche 1 euro del tuo capitale reale.

5. Position sizing: impara a farlo. Aiuta il tuo money management

Il money management, dovrebbe essere chiaro ora a questo punto della guida, è fondamentalmente una filosofia che ti invita a non sparare tutte le tue cartucce appena possibile.

E il position sizing è una delle strategie più interessanti da integrare in questo tipo di discorso.

La tecnica è la seguente: apri una posizione. Se il trend è positivo, ne aprirai un’altra facendo correre il trend. E poi un’altra e poi un’altra ancora.

Così potrai guadagnare da trend positivi molto lunghi ed eviterai di esporti da subito ad un eventuale errore di valutazione.

NOTA: anche il position sizing può essere facilmente utilizzato con un conto demo come quello di eToro, altro broker che offre, lo ripetiamo ancora una volta, un prodotto di grandissima qualità in termini di accesso ai mercati e gestione del capitale.

Il capitale è non è infinito e la sua importanza cresce esponenzialmente

Anche questo non è un concetto di money management troppo intuitivo. Ma è importantissimo fare i conti con quella che è una verità matematica dei mercati.

La differenza tra 100 e 1.000 euro da investire è molto minore rispetto a quella tra 1.000 euro e 10.000 euro e così via.

Ogni perdita di capitale, ogni investimento sbagliato, deve essere pertanto valutato non solo in relazione alla perdita netta di valore, ma anche alla perdita di possibilità.

Non avere più capitale disponibile o averne molto poco rimasto vuol dire non poter cogliere più le occasioni che dovessero presentarsi in futuro.

Ed è per questo che i migliori trader su tutte le piattaforme sono sempre trader che hanno una grande gestione del proprio capitale. Quelli che limitano le perdite e che lasciano correre i profitti.

Ancora una volta, soprattutto in questo aspetto, non possiamo che invitarti a scegliere un buon conto demo.

Migliorbrokerforex.net

UNICI BROKERS ONLINE RACCOMANDATI DA MIGLIORBROKERFOREX.NET

Recensione ETORO

  • Social & CopyTrading
  • CopyPortfolios & Popular Investor
  • Crypto Staking e Azioni Realstock

Licenze: CySEC/FCA/ASIC

Prova gratis ETORO

67% of retail CFD accounts lose money.

Recensione FP MARKETS

  • Spreads da 0.0 pips
  • Leva 500:1
  • BOT, Algo & AutoTrading

Licenze: CySEC/ASIC

Prova gratis FP MARKETS

Capitale a rischio.

Recensione CAPITAL.COM

  • Intelligenza Artificiale
  • Analisi & Segnali Trading Central
  • Bot Trading con MT4 & TradingView

Licenze: CySEC/FCA/NBRB

Prova gratis CAPITAL.COM

67,7% of retail CFD accounts lose money.

Recensione TRADE.COM

  • MetaTrader 4/5 Gratis
  • Segnali Trading gratuiti
  • Livecoach Gratis 1:1

Licenze: CySEC/FCA

Prova gratis TRADE.COM

79,80% of retail CFD accounts lose money.

Recensione IQ OPTION

  • Trading piccole somme [1 e 10€]
  • Opzioni FX & Auto Analisi tecnica
  • Segnali Social Trading

Licenze: CySEC/FCA

Prova gratis IQ OPTION

Capitale a rischio.

Recensione AVATRADE

  • Ava Protect
  • Strumenti analisi avanzata
  • Didattica gratuita

Licenze: CySEC/FCA

Prova gratis AVATRADE

Capitale a rischio.

Recensione PLUS500

  • Zero commissioni
  • Spreads stretti
  • Broker multipremiato

Licenze: CySEC/FCA

Prova gratis PLUS500

Capitale a rischio.

Un conto demo che non può che aiutarti a farti le ossa nel mondo del trading e conseguentemente del money management.

Tutti i broker che trovi elencati in questa lista sono broker che ti permettono di investire nel massimo della sicurezza. Li abbiamo tutti provati in prima persona e siamo certi di quello che diciamo.

Rischio / Rendimento: impara a calcolarlo

Il rapporto rischio / rendimento dobbiamo necessariamente imparare a calcolarlo.

Se investi su azioni ENI a 100 euro e imposti uno stop loss a 99 euro e un take profit a 102 (lo speculare, che chiude posizioni raggiunto un determinato profitto), il tuo rapporto rischio rendimento sarà di (102-100) / (100 – 99) = 2 / 1 = 2

Come lo puoi calcolare?

  • Sottrai il prezzo impostato come take profit al prezzo di acquisto, in questo caso 102 – 100. Ovvero 2;
  • Sottrai il prezzo di acquisto al prezzo impostato come stop loss, in questo caso 100 – 99. Ovvero 1;
  • Dividi il primo risultato per il secondo, in questo caso 2/1.

Il rapporto di rischio, al contrario di quello che indicano alcuni cialtroni che si spacciano per esperti di investimento su diversi siti internet, non è un mantra. Serve a renderti conto di come dovresti muoverti nell’impostazione dei tuoi ordini condizionali.

Non è vero che devi necessariamente rimanere da 2 in su, perché i mercati non regalano nulla e non è assolutamente detto che un rapporto più alto sia più conveniente.

Impara a fare questo calcolo, magari testando le tue capacità con una demo gratis di FP Markets, e poi una volta assimilato il concetto, comincia a muoverti con capitale reale.

Il money Management non è tutto, ma è un buon punto di partenza per essere preparati sui mercati

Non siamo dei maestro che ti raccontano favole. E anche in questo caso eviteremo di farlo. Perché è vero che il money management è una base fondamentale per sviluppare un buon comportamento nel trading online, ma è altrettanto vero che non puoi fermare qui le tue conoscenze.

C’è molto, moltissimo altro da sapere per avere una strategia di trading completa e non mancheremo su questo sito di continuare a consigliarti i pezzi importanti di informazioni che dovresti assimilare.

Migliorbrokerforex.net

UNICI BROKERS ONLINE RACCOMANDATI DA MIGLIORBROKERFOREX.NET

Recensione ETORO

  • Social & CopyTrading
  • CopyPortfolios & Popular Investor
  • Crypto Staking e Azioni Realstock

Licenze: CySEC/FCA/ASIC

Prova gratis ETORO

67% of retail CFD accounts lose money.

Recensione FP MARKETS

  • Spreads da 0.0 pips
  • Leva 500:1
  • BOT, Algo & AutoTrading

Licenze: CySEC/ASIC

Prova gratis FP MARKETS

Capitale a rischio.

Recensione CAPITAL.COM

  • Intelligenza Artificiale
  • Analisi & Segnali Trading Central
  • Bot Trading con MT4 & TradingView

Licenze: CySEC/FCA/NBRB

Prova gratis CAPITAL.COM

67,7% of retail CFD accounts lose money.

Recensione TRADE.COM

  • MetaTrader 4/5 Gratis
  • Segnali Trading gratuiti
  • Livecoach Gratis 1:1

Licenze: CySEC/FCA

Prova gratis TRADE.COM

79,80% of retail CFD accounts lose money.

Recensione IQ OPTION

  • Trading piccole somme [1 e 10€]
  • Opzioni FX & Auto Analisi tecnica
  • Segnali Social Trading

Licenze: CySEC/FCA

Prova gratis IQ OPTION

Capitale a rischio.

Recensione AVATRADE

  • Ava Protect
  • Strumenti analisi avanzata
  • Didattica gratuita

Licenze: CySEC/FCA

Prova gratis AVATRADE

Capitale a rischio.

Recensione PLUS500

  • Zero commissioni
  • Spreads stretti
  • Broker multipremiato

Licenze: CySEC/FCA

Prova gratis PLUS500

Capitale a rischio.

Tutti i broker che vengono indicati in questa tabella sono broker che ti permettono di investire al top anche sfruttando delle piattaforme di formazione. Piattaforme di formazione che contengono degli approfondimenti importanti per tutti quelli che sono gli argomenti fondamentali per fare trading.

La psicologia è importante: il money management è per persone che possono pensare razionalmente

Il money management nel trading online e nel Forex è qualcosa di razionale e matematico. Presuppone serenità d’animo e soprattutto capacità di analisi razionale.

Quando una perdita inaspettata o un guadagno incredibile hanno alterato il tuo stato di coscienza (capita a tutti, anche ai migliori, i soldi fanno perdere la testa), smetti di fare trading.

Non deviare mai dalle tue strategie di money management, perché investire a casaccio per recuperare è il modo migliore per finire senza più il becco di un quattrino.

E prima di passare agli investimenti seri, ancora una volta ti consigliamo di testare, testare e testare.

Con broker come eToro (qui per la demo gratis) puoi farlo senza versare neanche 1 euro. Investi fino allo sfinimento, cercando di sfruttare quei momenti per imparare un sano money management.

E passa poi agli investimenti reali, avendo solide basi.

Conclusioni: senza money management non vai da nessuna parte

In questa guida ti abbiamo fornito tutto quello che è necessario sapere sul money management.

Approfittane e metti nel tuo bagaglio queste informazioni, per poi applicarle al momento giusto.

Soltanto così potrai pensare di avere dei buoni rendimenti nel trading online.

Pur senza vedere nel money management l’unico faro che illuminerà la tua navigazione nei mari, spesso turbolenti, dei mercati.

Iscriviti
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments