miglior broker forex

PlatinCoin Truffa o Funziona? Opinioni e recensioni

Online il - Aggiornato il

Di Ivano Sabbioni

miglior broker forex

Il tema della nostra analisi di oggi è anomalo. Anomalo come una criptovaluta nata da “poco” e che ha un sistema che ricorda molto da vicino altri cryptocoin (ex Onecoin) sui quali avevamo già espresso i nostri dubbi.

Oggi infatti è il giorno di PlatinCoin, una criptovaluta che è stata lanciata ormai da qualche tempo con un sistema molto complesso che, almeno a detta del fondatore, riuscirebbe a garantire dei ritorni incredibili sull’investimento.

Platincoin, cos'è ? servizio affidabile o truffa? leggi qui la nostra recensione
Non si capisce bene cosa si debba minare di una criptovaluta già “minata” in 600.000.000 di pezzi

È più che lecito chiedersi, a questo punto, se PlatinCoin possa essere una valida alternativa al classico trading online, oppure una banale truffa, come le tante che abbiamo appunto già recensito sulle nostre pagine.

Investire su PlatinCoin può avere senso? Oppure si potrebbero avere delle alternative di migliore qualità investendo direttamente sulle più solide delle criptovalute?

Criptovalute alle quali puoi accedere oggi anche tramite intermediari molto credibili, come eToro (qui per testarlo in demo), broker di grande spessore che nella sua selezione include sempre e comunque soltanto le migliori criptovalute.

Abbiamo mandato il team di esperti di MigliorBrokerForex.net a cercare di capirne di più su PlatinCoin.

E quello che abbiamo scoperto te lo racconteremo nel corso della nostra guida di oggi.

Il metodo scientifico di MigliorBrokerForex.net per giudicare i sistemi di investimento

Anche se non siamo tecnicamente davanti ad un broker, dovremo comunque applicare il sistema scientifico di MigliorBrokerForex.net che nel 99,9% dei casi ci permette di essere assolutamente certi sulle qualità di chi abbiamo di fronte.

Un sistema al quale sottoponiamo anche tutti i broker che in genere consigliamo sulle nostre pagine.

Di cosa si tratta?

  • Partiamo da sede, società e eventuale licenza: perché sono queste le basi che ogni intermediario dovrebbe avere. Come vedremo tra pochissimo, PlatinCoin ha contestato una decisione di BaFin, la CONSOB tedesca, che aveva imposto l’ottenimento di una licenza.

C’è anche una risposta, motivata, di PlatinCoin a quanto fatto da BaFin. Motivo per il quale per cercare di capire chi abbia ragione, dovremo scavare a fondo.

Quello che sappiamo è che sia a livello di società che di licenza PlatinCoin non può offrire molto. E che comunque è molto lontano da intermediari come Plus500 (qui per la demo), che sono in Europa e che hanno una licenza di intermediazione.

Non solo di questo potremo occuparci, perché i proclami che sono fatti da PlatinCoin sono di quelli estremamente importanti.

  • Si parla anche di guadagni automatici o quasi, e comunque di ritorni sull’investimento altissimi, incredibili diremmo noi;

Dato che questo tipo di promesse sono ovviamente proibite in Europa, come si colloca PlatinCoin in questo contesto? Cosa ci sta vendendo esattamente? Possiamo ritenere che sia affidabile quanto viene affermato?

Di truffe che hanno promesso guadagni da capogiro per poi darsi alla macchia ne abbiamo viste a decine. È così anche per PlatinCoin?

Ancora una volta siamo costretti a sottolineare che gli intermediari seri e comunque chiunque offra un investimento legale, non ti parlerà mai di ROI CERTI, anzi. Ci andrà molto cauto, perché non si può parlare a vanvera.

Lo dicono le leggi.

Ed è proprio per questo motivo che anche intermediari molto solidi, come anche Capital.com (qui per il suo sito ufficiale) mai si sognerebbero di andare a proporre ritorni certi.

  • Sistema: come funziona davvero PlatinCoin? È tutto vero quello che dicono? O meglio, che dice il fondatore di questo sistema Alex Reinhardt?

Abbiamo indagato sul funzionamento presunto di questo nuovo sistema di criptovaluta e di blockchain per cercare di separare il vero dal falso e per offrire ai nostri lettori la possibilità di vederci chiaro.

Siamo sempre dalla parte di broker seri che sono molto più trasparenti e che comunque offrono la possibilità di capire davvero cosa sta succedendo.

Un massimo di trasparenza che è efficacemente rappresentato da eToro (broker di qualità assoluta) e da tanti altri intermediari che consigliamo.

Ma possiamo davvero dire lo stesso di PlatinCoin?

Vediamolo insieme.

Sede, licenza e società: un giro strano che parte dalla Svizzera e arriva in Asia

PlatinCoin non parte, almeno secondo noi, con il piede giusto.

Sul sito internet ufficiale oggi campeggia la proprietà di tal Platin Genesis Asia Limited, società sulla quale non siamo riusciti ad ottenere in alcun modo informazioni.

Se non il fatto che fino al 4 febbraio 2018 questa compagnia si chiamava AMATECH Limited.

Non è un bene: riteniamo che chi lanci progetti così ambiziosi dovrebbe sicuramente avere un profilo societario decisamente più limpido. Come lo è d’altronde quello di Plus500 (qui per approfondire sul suo sito ufficiale).

Negli anni ci sono state poi altre società coinvolte nel circuito PlatinCoin: una società slovena e una società svizzera, delle quali oggi però non si hanno più notizie.

La situazione è, sotto il profilo della sede, della società e delle licenze, questa. Con una segnalazione da parte di BaFin della quale parleremo tra pochissimo.

Nel frattempo, a scopo di esempio, ti segnaliamo quello che per noi è lo standard di comportamento che dovrebbe tenere un intermediario di qualunque tipo, che si tratti di un broker in piena regola oppure che si tratti di un sistema più “complesso”, come quello di PlatinCoin.

Basta guardare sul sito di eToro per rendersi conto di come gli intermediari che ci tengono ad apparire trasparenti… si comportano.

La lite tra BaFin e PlatinCoin

C’è stato, giusto qualche mese fa, un fatto molto curioso che ha coinvolto PlatinCoin e BaFin, ovvero la parente stretta della CONSOB, ma in Germania.

È quella che per intenderci si preoccupa anche di controllare broker come Capital.com e tutti gli altri broker che appunto operano anche con clienti tedeschi.

Quest’ultima ha infatti affermato che PlatinCoin non aveva alcun diritto ad operare nel paese e che dunque si sarebbe dovuta dotare di licenza bancaria.

Posizione che potrà sembrare curiosa ma che è quella standard verso chiunque, in Germania, gestisca anche un exchange.

Tale diffida di BaFin arrivò quando PlatinCoin faceva ancora riferimento ad una società di diritto svizzero, oggi non rintracciabile.

Non siamo sicuramente di quelli che danno a prescindere ragione alle autorità, ma quando si tratta di temi tanto delicati, non possiamo che sottolineare il fatto che una segnalazione da parte di BaFin non può che essere considerata come una questione seria.

Rimane anche il dubbio sul perché PlatinCoin oggi operi segnalando come sussidiaria esclusivamente la sua sede di Hong Kong e perché di quella svizzera, nei fatti, non si parli più.

Ancora una volta continuiamo a preferire soggetti che operano chiaramente dall’Europa e che non cambiano struttura societaria così di frequente. In questo senso possiamo ritenere Plus500 un’autentica gemma, di quelle gemme che offrono il top della trasparenza e che mai sono state invitate a cessare le operazioni da autorità europee.

L’ombra di SwissCoin su PlatinCoin

Va anche segnalata una contiguità molto importante di PlatinCoin con un sistema molto simile ad una Catena di S. Antonio.

Tal SwissCoin continua impunemente a circolare, nonostante siano già in diversi ad essersi rotti il metaforico osso del collo dopo aver “investito” in questa criptovaluta.

L’anello di congiunzione tra SwissCoin e PlatinCoin è Alex Reinhardt, che secondo quanto da lui già riportato non lavorerebbe più per SwissCoin, pur essendone stato uno dei membri chiave praticamente dalla fondazione.

Una connessione, anche questa, di quelle che sicuramente non lasciano ben sperare. Tutto quello che stiamo affermando è liberamente reperibile su diverse testate internazionali.

E una contiguità di questo genere non è sicuramente quello che ci aspettiamo da un sistema serio. Su SwissCoin il parere diffuso è che si tratti di una truffa.

E ci sono migliaia di prove e di utenti che sono stati raggirati a poterlo confermare.

Una distanza siderale da quelle che sono le criptovalute autentiche e di qualità che puoi trovare su broker come Plus500 (che puoi testare anche in demo) e da tutti gli altri broker che possiamo consigliarti nel corso delle nostre guide.

L’ombra del network marketing su PlatinCoin

L’altra ombra decisamente ingombrante è quella del network marketing, una parola che racconta di schemi molto simili a quelli degli schemi Ponzi, dove in realtà l’unico guadagno possibile è quello che deriva dall’integrare nuovi utenti nella piattaforma.

Uno schema che è stato seguito sia da OneCoin che da SwissCoin e che, come sempre, si è rivelato alla fine completamente truffaldino.

La presenza di uno schema di referral, ovvero che paga per ogni utente che scriviamo (e rigorosamente in PlatinCoin) non è un buon indice di serietà per questo progetto.

I broker e gli intermediari di investimenti reali, non si sognerebbero mai di basare l’interezza del loro business su questi canoni.

Ancora una volta siamo costretti a sottolineare che investire sulle criptovalute è una cosa ben più seria e che dovrebbe avvenire comunque secondo altri canoni.

Come quelli fissati dai migliori broker CFD, broker di grande qualità che offrono soltanto criptovalute effettivamente scambiate sui mercati.

Puoi trovarle tutte da Capital.com (anche in demo gratuita con capitale 100.000€), così come dagli altri broker che abbiamo già segnalato in questa guida.

Le promesse assurde di ritorno economico

Oggi puoi acquistare direttamente sul sito ufficiale di PlatinCoin anche dei “pacchetti zecca”, dove ti aggiudichi per intenderci, a fronte di pagamenti in Euro, una macchina virtuale che “creerà” per te PlatinumCoin.

In realtà si tratta di un sistema di trasferimento di PlatinCoin che sono stati già prodotti dal capo del sistema.

Un’altra pessima situazione, che dice molto dell’affidabilità di questo sistema e dei ritorni economici offerti.

Se criptovalute come Bitcoin, che puoi scambiare con eToro hanno un valore di mercato e dunque puoi considerarle come liquide, i PlatinCoin che ti vengono offerti da queste “macchine in affitto”, come vedremo tra pochissimo, non possono essere oggi scambiati in nessun luogo del mondo.

Il che vuol dire che il ritorno che avrai, tra il 200% e il 400%, è in una valuta che ad oggi vale zero, perché non puoi liquidarla.

È questo quanto riteniamo un trucco della peggior specie, che inganna su percentuali di ritorno che sono appunto in una valuta che oggi non vale nulla

E non fatevi inoltre ingannare dal fatto che questa valuta sia listata su Bitforex e Yobit. I volumi sono tanto ridicoli che pensiamo ci sia il serio rischio che siano in realtà offerte e domanda che arrivano dai piani alti di PlatinCoin.

Ne possiamo avere la certezza? No

Però possiamo confermarti che nelle ultime 24 nel giorno in cui abbiamo preparato questa guida sono stati scambiati complessivamente nel mondo… circa 150 dollari totali verso PlatinCoin.

Se pensi che volumi del genere siano in grado di assorbire i 600.000.000 di token già prodotti dal sistema, forse avresti bisogno di una buona calcolatrice, piuttosto che di una chance di investimento.

Tutto questo mentre ogni giorno ci sono coin come i Bitcoin che vedono milioni di euro di scambi anche se dovessi tenere conto soltanto di quanto viene scambiato su broker come Plus500.

Il market per spendere PlatinCoin… che non funziona

Tra le brillanti e interessantissime iniziative legate al fondatore di PlatinCoin troviamo anche una sorta di market dove sarebbe possibile acquistare prodotti reali spendendo PlatinCoin.

E quindi? Finalmente potremo spendere quanto abbiamo accumulato con i sistemi di “minting”? Assolutamente no. Nel momento in cui abbiamo controllato tal CoinsBit, pubblicizzato dal medesimo fondatore, non abbiamo trovato che un sito con qualche offerta di prodotti molto golosi, come gli smartphone Apple.

Che però ovviamente non possono essere acquistati con PlatinCoin.

Tutto questo mentre il valore delle criptovalute che puoi effettivamente scambiare su broker come Capital.com (anche testando tutto in demo) è concreto e permette davvero di avere valuta… di valore.

Alternative a PlatinCoin per chi vuole investire seriamente in criptovalute

Quello che abbiamo di positivo per chi sta seguendo la nostra guida è che oggi hai a disposizione tantissime alternative per investire seriamente in criptovalute.

Migliorbrokerforex.net

UNICI BROKERS ONLINE RACCOMANDATI DA MIGLIORBROKERFOREX.NET

Recensione ETORO

  • Social & CopyTrading
  • CopyPortfolios & Popular Investor
  • Crypto Staking e Azioni Realstock

Licenze: CySEC/FCA/ASIC

Prova gratis ETORO

67% of retail CFD accounts lose money.

Recensione FP MARKETS

  • Spreads da 0.0 pips
  • Leva 500:1
  • BOT, Algo & AutoTrading

Licenze: CySEC/ASIC

Prova gratis FP MARKETS

Capitale a rischio.

Recensione CAPITAL.COM

  • Intelligenza Artificiale
  • Analisi & Segnali Trading Central
  • Bot Trading con MT4 & TradingView

Licenze: CySEC/FCA/NBRB

Prova gratis CAPITAL.COM

67,7% of retail CFD accounts lose money.

Recensione TRADE.COM

  • MetaTrader 4/5 Gratis
  • Segnali Trading gratuiti
  • Livecoach Gratis 1:1

Licenze: CySEC/FCA

Prova gratis TRADE.COM

79,80% of retail CFD accounts lose money.

Recensione IQ OPTION

  • Trading piccole somme [1 e 10€]
  • Opzioni FX & Auto Analisi tecnica
  • Segnali Social Trading

Licenze: CySEC/FCA

Prova gratis IQ OPTION

Capitale a rischio.

Recensione AVATRADE

  • Ava Protect
  • Strumenti analisi avanzata
  • Didattica gratuita

Licenze: CySEC/FCA

Prova gratis AVATRADE

Capitale a rischio.

Recensione PLUS500

  • Zero commissioni
  • Spreads stretti
  • Broker multipremiato

Licenze: CySEC/FCA

Prova gratis PLUS500

Capitale a rischio.

Tutti i broker che abbiamo inserito all’interno di questa tabella sono broker che abbiamo testato in prima persona e che ci permettono di investire con sicurezza.

E soprattutto di farlo su criptovalute che hanno davvero un valore anche oggi.

Con strumenti di trading avanzati e con tutto quello di cui sono dotati anche i trader professionisti.

PlatinCoin non è una truffa, almeno per ora…

Sebbene ci siano in molti a lamentarsi già della loro esperienza con PlatinCoin, non possiamo ancora avere la matematica certezza che si tratti di una truffa.

Possiamo però essere certi del fatto che i ritorni automatici che sono stati segnalati sul sito ufficiale non possono essere reali. O meglio, possono essere reali se valutati in termini di PlatinCoin e non in termini di euro.

Investire i propri denari su PlatinCoin, almeno per noi, non è una scelta intelligente.

E riteniamo che versando invece su intermediari decisamente più concreti, come Plus500 (con conto reale o demo), le prospettive future siano decisamente più rosee.

Vi terremo comunque costantemente aggiornati sulle evoluzioni di PlatinCoin, perché in questo concordiamo con il fondatore: siamo relativamente sicuri che il futuro di PlatinCoin sarà uno di quelli particolarmente movimentati.

Diffida sempre di chi ti propone investimenti con guadagno automatico

L’avvertenza con la quale ci avviciniamo alla chiusura di questo articolo vale non solo per PlatinCoin, ma per tutti quelli che sono i sistemi che propongono investimenti dal guadagno sicuro.

Non esistono cose di questo genere, proprio perché ogni tipo di investimento non può che essere appunto soggetto alla variabilità.

E non può inoltre che presentare rischi.

Un altro motivo per il quale preferiamo sempre affidarci a broker CFD come Capital.com, che non si sognerebbero mai di andare a proporre ai loro clienti dei guadagni certi.

Le autorità finanziarie ne decreterebbero la chiusura nel giro di pochi giorni. Cosa che ovviamente non è una preoccupazione per chi, come PlatinCoin, sfugge alle regolamentazioni.

Conclusioni e opinioni finali su PlatinCoin

PlatinCoin non ci incanta. Ne abbiamo viste diverse di imprese di questo tipo che sono finite tutte o quasi nello stesso modo.

Ovvero con la fuga del fondatore o con l’arresto dello stesso. Non auguriamo la stessa sorte al fondatore di PlatinCoin, a meno che non saranno accertati ovviamente tutti i sospetti che legittimamente nutriamo su questo sistema.

Per il momento però siamo costretti a consigliare ai nostri lettori di evitare di investire anche soltanto 1 euro su questo specifico sistema.

C’è molto di meglio in giro per fare trading.

Iscriviti
Notificami
2 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Lara
2 mesi fa

Salve un’amica mi ha parlato di platincoin lei ci ha investito €1200 ora ci sono dei pacchetti a €120 però bisognerebbe inserire minimo 6 persone c’è una persona che ci sta guadagnando tantissimo lei dice che diventa diamante leggendo qui e ringrazio di questa informazione su platincoin da come ho capito queste criptovalute non possono essere scambiate per fare acquisti giusto?

Daniele
2 mesi fa
Reply to  Lara

ciao Lara, io sono dentro da due anni dentro platincoin, tu puoi fare acquisti scambiando i tuoi platincoin con delle carte promo ad esempio amazon.