miglior broker forex

ETF Giappone: Guida su come investire

Online il - Aggiornato il

Di Ivano Sabbioni

miglior broker forex

Honda è uno dei gruppi che puoi mettere in portafoglio con un ETF Giappone

Torniamo a parlare, sulle pagine di MigliorBrokerForex.net, di ETF e lo facciamo con un gruppo di titoli che sicuramente stimolerà le fantasie e i desideri di Diversi investitori.

La nostra guida di oggi è infatti dedicata agli ETF Giappone, ovvero quei fondi a gestione passiva che hanno nel paniere azioni e titoli del paese del Sol Levante.

Oggi analizzeremo tutte le migliori opportunità che sono offerte agli investitori da questo tipo di titoli, analizzeremo inoltre anche i migliori canali per investire in questo tipo di prodotto e le leve finanziarie e le vendite allo scoperto che puoi applicare a questo specifico investimento.

Se sei interessato ad investire sul Giappone, gli ETF sono tra le migliori opportunità che hai oggi sul mercato.

Vediamo insieme come conviene muoverti, quali sono i migliori strumenti e titoli e anche come gestire il rischio di cambio integrato in titoli che, dopotutto, fanno riferimento a panieri che non sono affatto quotati in Euro.

Preambolo: l’economia Giapponese e il suo futuro

Il Giappone è un autentico gigante industriale. È praticamente da sempre uno dei paesi più produttivi e ricchi a livello mondiale ed uno di quelli che offre le migliori prospettive per un investimento.

Nonostante stia affrontando ormai da diversi decenni una crisi demografica e del debito e nonostante il fatto che il paese abbia grossi limiti nella crescita, continua ad essere uno di quelli con i più alti standard di vita a livello mondiale, nonché uno di quelli con le migliori realtà quotate al mondo.

Parliamo comunque della terza economia per prodotto interno lordo dopo quella americana e quella cinese, ed è molto attiva in settori molto disparati, come ad esempio il settore bancario, quello commerciale, quello assicurativo, quello dei trasporti, dell’intrattenimento e della produzione industriale di qualunque tipo.

Le produzioni giapponesi sono da sempre riconosciute come quelle di maggiore qualità a livello mondiale, soprattutto per quanto riguarda la robotica, la meccanica, l’elettronica di consumo e anche la microelettronica.

Fortissima anche l’industria automobilistica e quella dell’elettronica di consumo.

Quando investi nel Giappone stai in realtà investendo in uno dei paesi più forti a livello mondiale.

Per quanto riguarda il mercato azionario e dei titoli, che è quello poi che interessa a chi vuole investire in ETF Giappone, abbiamo una borsa che presenta oltre 2.300 titoli, divisi in Diversi indici.

Quali sono gli indici più importanti della borsa giapponese

Come abbiamo appena detto, la borsa giapponese è una di quelle più interessanti a livello mondiale e presenta ben 2.3000 compagnie quotate.

Tra gli indici più importanti che dovremmo tenere in debita considerazione troviamo:

  • Nikkei 225: include le migliori 225 compagnie giapponesi per capitalizzazione e valore, ovvero circa un 10% di tutte le aziende che sono quotate in Giappone;
  • TOPIX: include tutte le compagnie giapponesi che sono quotate nel mercato;
  • TOPIX 1000: valuta soltanto le prime 1000 per capitalizzazione;
  • Topix 500: include le componenti Core, Large e Topix Mid;

Tra le compagnie più importanti che sono quotate alla borsa di Tokyo e che potrebbero interessarti troviamo:

  • Honda;
  • Isuzu;
  • Nissan;
  • Suzuki;
  • Toyota;
  • Yamaha;
  • Mitsubishi;
  • Mazda;
  • Subaru;
  • Konica;
  • Citizen;
  • Olympus;
  • Hitachi;
  • Sumimoto;
  • Casio;
  • Fuji;
  • Fujitsu;
  • NEC;
  • Seiko;
  • Sony;
  • Pioneer;
  • Oki;
  • Kawasaki;
  • NTT;
  • Softbank;
  • Kaisei Railways;

Siamo davanti ad una borsa dove sono quotate moltissime delle aziende storiche del capitalismo mondiale, che potresti inserire tutte nel tuo portafoglio semplicemente andando a scegliere un buon ETF Giappone.

Perché ti conviene investire in ETF Giappone invece che in azioni singole?

Sony è un altro gruppo importante della borsa giapponese

Chi è fortemente portato all’indipendenza economica e finanziaria preferisce sempre andare a scegliere da sé gli strumenti di investimento da utilizzare, e questo non fa eccezione quando parliamo di investimenti sul Giappone.

Anche se la tentazione di operare per conto tuo sui mercati giapponesi può essere forte, un ETF è molto più vantaggioso per diversi motivi:

  1. Per investire in modo davvero differenziato in un mercato così ampio avresti bisogno di operare con capitali enormi, nell’ordine di decine di migliaia di euro; anche se hai a disposizione tali somme, non è forse il caso poi di concentrarle tutte sull’economia giapponese, che per quanto forte possa essere è esposta, come tutte, a crisi periodiche;
  2. Ci sono moltissimi indici della borsa giapponese e per questo puoi scegliere, tramite un buon ETF Giappone, di operare su interi comparti molto comodamente; qualunque siano le tue attitudini, gli ETF Giappone possono comunque aiutarti a migliorare le tue prospettive di investimento;
  3. Non dovrai studiarti i bilanci, gli ordini presenti e futuri, le prospettive reali oppure solo futuribili di ogni azienda; parliamo di un mercato che conta oltre 2.000 aziende quotate, un mercato che non può essere conosciuto a fondo neanche dai più grandi esperti economisti del paese;
  4. Gli ETF Giappone puoi sceglierli anche con leva finanziaria incorporata, il che vuol dire che potrai operare sul mercato moltiplicando gli andamenti di ogni tipo di titoli che avrai scelto per la tua strategia di investimento; trovare broker che siano disposti a offrirti questo tipo di strumento sulle azioni giapponesi singole è invece quasi impossibile.

Gli ETF sono dunque strumenti che possono essere molto vantaggiosi per qualunque categoria di investitore.

Se il tuo interesse è quello di investire nel paese Giappone in quanto tale, gli Exchange Traded Funds* sono tra gli strumenti più indicati e più interessanti per operare sul mercato.

Devi in aggiunta considerare che le azioni giapponesi, data l’elevatissima capitalizzazione de, sono una parte fondamentale dei principali ETF col paniere WORLD.

Puoi scegliere di operare su questo specifico mercato anche andando a scegliere ETF World, dove la composizione è dipendente in buona parte dalle azioni delle aziende giapponesi.

Lettura consigliata al lettore: Guida completa al trading ETF

Gli ETF Giappone sono rischiosi?

I principali ETF GIAPPONE hanno come paniere diversi titoli azionari, come nel caso del Nikkei 225, che pur essendo il più ristretto conta comunque 225 titoli. Sei davanti ad un investimento che per volatilità e rischio è vicino all’investimento in borsa.

Non è in alcun modo un investimento per tutti, anzi. Se sei alla ricerca di strumenti di investimento con capitale garantito, e con rendimenti molto bassi, dovresti sicuramente rivolgerti altrove.

Quando poi parliamo di investimenti sull’economia giapponesi, siamo comunque sicuri di investire il nostro denaro su un’economia molto importante a livello mondiale.

Questa è una garanzia importante per gli investitori di tutto il mondo, che continuano a scegliere proprio il Giappone come mercato principale dei loro investimenti.

L’indice sintetico di rischio per il grosso degli ETF Giappone è tra 5 e 7, il che sta ad indicare un rischio alto.

Conviene rischiare così? Dipende ovviamente da te, ovvero da quanto vuoi poi effettivamente guadagnare sui mercati di questo tipo.

Perché non conviene investire sul Giappone con i fondi comuni di investimento

I listini della tua banca saranno sicuramente pienissimi di tutoli che riguardano il Giappone nello specifico, oppure l’Asia, oppure ancora le economie dei paesi sviluppati.

Se si tratta di fondo comuni di investimento, ti consigliamo fortemente di rimanerne alla larga, perché purtroppo presentano dei problemi che non possono essere in alcun modo superati:

  1. Per i fondi comuni di investimento ti trovi purtroppo a pagare delle commissioni altissime, anche superiori al 2%. Siamo di fronte a costi che sono 4 volte superiori rispetto a quelli che vengono offerti dagli ETF;
  2. Le gestioni non sono mai e poi mai trasparenti, nel senso che purtroppo ti troverai nelle mani della società di gestione del fondo, che può fare il bello e il cattivo tempo per quanto riguarda la gestione del portafoglio;
  3. Non puoi modulare facilmente il tuo investimento: devi prendere o lasciare il portafoglio che ti viene purtroppo proposto.

I fondi comuni di investimento vengono proposti sempre più di frequente ad ogni tipo di investitore perché offrono degli enormi vantaggi alla banca.

Stanne alla larga per quanto è possibile. Non sono strumenti adatti a chi vuole veramente fare denaro sui mercati.

Quali sono le migliori piattaforme per investire sugli ETF Giappone?

Come abbiamo anticipato già in apertura e come dovrebbe essere noto a tutti coloro i quali vogliono avvicinarsi al mondo degli ETF, questo tipo di titoli vengono scambiati praticamente su ogni tipo di mercato.

Anche la Borsa Italiana di Piazza Affari ha infatti una sezione dedicata proprio agli ETF, dove vengono scambiato anche i titoli che hanno come paniere di beni quello giapponese.

Non tutti i canali per investire in questo tipo di prodotti però devono essere considerati come equivalenti.

Ci sono infatti piattaforme bancarie che, come avremo modo di vedere, presentano inefficienze importanti e soprattutto costi non sostenibili, e invece le piattaforme di trading online in CFD che ti permettono di operare con un gran numero di vantaggi.

Vediamo insieme quali sono i migliori canali che puoi scegliere per andare ad investire su questo tipo di titoli.

La banca e il deposito titoli? Non per investire in ETF Giappone

Se hai già un capitale, per quanto piccoli, la tua banca ti avrà già proposto di investire tramite un deposito titoli bancaria.

È un conto con il quale puoi investire su diversi tipi di strumenti finanziari: obbligazioni, azioni, fondi comuni di investimento e anche ETF. Qualcuno di questi prodotti ti offre anche la possibilità di investire in materie prime.

Il deposito titoli è il metodo zero per investire sui mercati: ti permette tramite la tua banca di investire sui mercati più comuni per i piccoli e medi investitori, quei mercati che sono in genere considerati i più appetibili per chi ha capitali ristretti.

Non è però affatto la migliore alternativa che puoi scegliere.

Ci sono problemi importanti in questo particolare canale, problemi che dovrebbero farti stare alla larga da questo tipo di account:

  • Non hai a disposizione strumenti per la gestione degli investimenti che può essere considerata avanzata;
  • Non puoi applicare leva finanziaria, non puoi fare vendita allo scoperto, non puoi Giapponere strumenti come il take profit e come lo stop loss;
  • Non hai a disposizione gli strumenti di analisi avanzata dei grafici;
  • Non potrai avere a disposizione le stesse informazioni che hanno gli specialisti che operano sui mercati;
  • Le commissioni sono elevatissime: ti troverai a pagare costi di decine di euro per trade: finirai per pagare una buona parte di quanto potresti guadagnare.

Hitachi è un gruppo ad elevata capitalizzazione, parte di tutti gli ETF Giappone

Quando parliamo di deposito titoli siamo effettivamente affrontando uno strumento che è antiquato e che ormai parte della storia del trading, un sistema che non è più adatto per farci investire sui mercati di oggi.

Non preoccuparti però: ci sono alternative più utili per operare sugli ETF Giappone e anche su tanti altri strumenti finanziari.

Il metodo migliore per investire in ETF Giappone sono i broker CFD

Su questa testata parliamo molto frequentemente di broker CFD, anche quando parliamo di investimenti che non sono in CFD.

Il motivo è che i brokers di trading CFD possono offrirti su qualunque tipo di investimento Diversi vantaggi:

  • Sono molto più economici dei depositi titoli bancari; dovrai pagare per ogni scambio pochi centesimi di euro, al contrario delle decine di euro che la banca continua a far pagare a chi investe tramite il deposito titoli;
  • Ti offrono listini molto variegati, che hanno non solo tutti i più importanti ETF, ma anche soluzioni altrettanto interessanti: azioni, criptovalute, forex e materie prime;
  • Offrono piattaforme per il trading e l’analisi, per i grafici e gli ordini, che sono avanzate e in pari con quelle dei professionisti;
  • Ti offrono strumenti avanzati per la strategia: la vendita allo scoperto e la leva finanziaria – potrai guadagnare anche da trend negativi e moltiplicare l’andamento del titolo sui mercati.

Per approfondimenti sui CFD ( contratti per differenza ), consulta: Guida al trading CFD

Scegliere un ottimo broker CFD vuol dire fare affidamento su un canale che può davvero farti investire come fanno i migliori trader sul mercato.

eToro per investire in ETF Giappone

Con eToro puoi investire su titoli come ETF Giappone, e in aggiunta su migliaia di altri asset per la composizione del portafoglio differenziato e che rispecchi le tue propensioni al rischio e i tuoi desideri sul ritorno.

eToro è una piattaforma attiva e professionale, che ti offre possibilità di investire sia con il PC che via Smartphone e che ti permette al tempo stesso di operare su centinaia di titoli e di asset diversi.

eToro è anche la piattaforma principale a livello mondiale nel mondo del social trading e del copy trading: con un semplice click ti permette di copiare istantaneamente le operazioni dei migliori investitori sulla piattaforma.

>>> Clicca quì per aprire un conto gratis su eToro ed iniziare ad investire in ETF <<<

Puoi controllare tu stesso le possibilità che ti sono offerte da eToro: puoi aprire un conto demo gratuito, con in portafoglio 100.000 dollari di capitale virtuale. Puoi utilizzarlo per testare ogni strategia di investimento hai messo a punto che includa ETF Giappone o anche altri asset.

Leggi la guida completa al broker: eToro recensione

Investire sugli ETF Giappone con Plus500

Plus500 è un broker che ti permette di investire senza alcun problema su tutte le principali tematiche del mondo degli affari, nonché di operare anche sugli ETF Giappone.

Plus500 è un broker autorizzato MiFID, che è dunque attivo su tutto il territorio europeo e sottoposto a controlli costanti che ti garantiscono affidabilità e sicurezza.

Ti consigliamo di tenerlo in considerazione prima di fare la tua scelta su come investire in ETF Giappone.

>>> Clicca quì per aprire un conto gratis su Plus500 ed iniziare ad investire in ETF <<<

Anche in questo caso puoi ricorrere ad un conto demo gratuito: ti permette di operare sui mercati senza mettere a repentaglio il tuo capitale reale.

Leggi la guida completa al broker: Plus500 recensione

Investire in ETF Giappone con IQ Option

Il terzo dei broker che consigliamo per operare sugli ETF Giappone è IQ Option, attivo nel mercato Forex e azionario, e anche su quello degli ETF.

IQ Option propone una piattaforma proprietaria semplice da utilizzare, con tutti i migliori strumenti per investire – ti offre anche un conto demo gratuito per testare le tue opportunità.

>>> Clicca quì per aprire un conto gratis su IQ Option ed iniziare ad investire in ETF <<<

Iq Option è un ottimo broker anche per investire in altri tipi di asset!

Leggi la guida completa al broker: IQ Option recensione

Investire sugli ETF Giappone allo scoperto

La vendita allo scoperto è uno strumento molto importante se vuoi investire sui mercati come quelli degli ETF, che sono comunque condizionati sull’andamento dei mercati azionari, che sono per nota

Questo vuol dire che devi sempre preferire i broker che sono in grado di offrirti questo tipo di soluzione, come quelli che abbiamo appena citato nel corso della nostra guida.

Con la vendita allo scoperto puoi guadagnare anche dai trend negativi, quando gli altri investitori che non hanno a disposizione questo strumento invece si stanno disperando.

ETF Giappone con leva finanziaria

Ci sono diversi ETF Giappone che incorporano già leva finanziaria, che moltiplica l’andamento dei titoli del paniere.

Con i broker che ti abbiamo consigliato per investire in ETF Giappone puoi anche modulare, senza alcun tipo di difficoltà, la leva finanziaria applicata, anche quando l’ETF che ti interessa non viene scambiato con leva incorporata di qualunque tipo.

Conviene investire in ETF Giappone?

Gli ETF Giappone sono tra i titoli più interessanti che hai a disposizione per investire su paesi che siano solidi e molto produttivi.

Sono titoli che vanno sul rischioso, almeno rispetto alle obbligazione e che negli anni si sono dimostrati come molto interessanti per rendimento (controlla tu stesso gli andamenti degli ultimi anni!).

Se sei alla ricerca di titoli che ti offrano la possibilità di investire su mercati di questo tipo, se quello che stai cercando è un rischio bilanciato però dalla solidità dell’economia di riferimento, gli ETF Giappone sono tra le migliori alternative che hai a disposizione per operare sui mercati di oggi.

Iscriviti
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments