miglior broker forex

Comprare azioni VISA e quotazione in tempo reale

Online il - Aggiornato il

Di Ivano Sabbioni

miglior broker forex

Nell’articolo di oggi ci soffermeremo su un titolo tra i più interessanti attualmente quotati allo Stock Exchange di New York , uno dei marchi più riconoscibili, soprattutto nel suo settore di competenza.

Stiamo parlando delle azioni VISA, azienda che da sempre opera nel settore dei pagamenti digitali con carta e che è appunto uno dei gruppi creatori dei sistemi che oggi utilizziamo tutti, tramite la banca o anche con prepagata.

Ma come possiamo anche noi investire sui titoli VISA e magari raggiungere dei buoni risultati? Quali sono le conoscenze di cui abbiamo bisogno per avere successo nel mondo della borsa? 

Queste sono solo alcune delle domande che, quasi quotidianamente, riceviamo dai nostri lettori.

Sono in effetti domande cruciali, alle quali sicuramente ne vanno affiancate anche di altre tra cui, ad esempio, la questione di quali sono gli strumenti tecnici di cui dotarsi per avere successo con il trading e, ancora, cosa scegliere tra banche o broker CFD per le azioni.

Preannunciamo subito che, almeno per quest’ultima questione, sarà necessario soffermarsi in un certo grado di dettaglio, proprio perché si tratta di una scelta fondamentale e che a molti investitori alle prime armi capita di affrontare in maniera erronea.

Sicuramente, infatti, i broker sono da preferire, e questo per una serie di ragioni che, appunto, vedremo nello specifico.

I broker che ti consentono un grande accesso a tutti i principali mercati, come ad esempio Trade.com – che ti offre anche tramite demo più di 2.100 titoli, un broker che punta proprio su CFD e azioni dirette per offrirti il miglior ambiente di investimento possibile.

Di cosa parleremo nella nostra guida sulle azioni VISA?

Per poter affrontare questa discussione con ordine e oggettività, partiamo isolando i cinque grandi criteri da tenere sempre bene a mente non solo quando ci si avvicina per la prima volta al mondo del trading online, ma anche quando si è già esperti ma non ci secca avere una serie di regole d’oro da tenere sempre a portata di mano.

Ecco cosa ricordarsi sempre quando si inizia a investire:

  1. Valutare sempre con attenzione la situazione finanziaria dell’azienda: al fine di effettuare un investimento quanto più sicuro possibile e consapevole, è fondamentale documentarsi sul titolo che si intende acquistare (nel nostro caso parliamo di azioni VISA, ma il discorso è senz’altro universale). Dobbiamo conoscere la storia del titolo stesso, dell’azienda a cui appartiene, se è soggetto a oscillazioni improvvise o se ci sono indiscrezioni su lanci di nuovi prodotti o di annunci che possono influenzarne il valore azionario. Insomma, come in tutte le cose, anche per investire in borsa serve un minimo di applicazione e studio.
  2. In che borsa viene scambiato il titolo: dobbiamo ovviamente sapere dove vengono scambiati i titoli che ci interessano. Nel nostro caso si tratta di borse statunitensi ma non è assolutamente detto che una stessa azione non venga scambiata anche in altri mercati, come quelli europei o asiatici. Essere a conoscenza di questa informazione, come vedremo tra poco, può aiutarci a compiere investimenti più complessi e potenzialmente anche più redditizi. Una borsa famosa, che però deve essere sempre aggredita con un buon broker di azioni, come eToro – sia in CFD che in azioni dirette;
  3. Mai investire mediante la propria banca: gli istituti di credito sono, infatti, inadeguati a sostenere i tempi e i ritmi del mercato azionistico attuale, e ciò è ampiamente dimostrato dal fatto che la maggior parte delle banche non ha alcun interesse nell’aggiornare i software e le piattaforme che fornisce ai suoi clienti, nonché dai tassi proibitivi che esige dall’investitore;
  4. Scegliere sempre un broker CFD: il consiglio è quindi quello di affidarsi a un broker di assoluta integrità e reputazione come eToro o tanti altri, che sono in grado non solo di offrire al cliente una consulenza più attenta e al passo con i tempi, ma anche strumenti tecnologici e prezzi decisamente più vantaggiosi di quelli imposti dalle banche. Tutti i grandi broker CFD ti permettono di investire in buone azioni come quelle VISA, come fa anche Plus500 – qui per testarlo in DEMO GRATIS;
  5. Quotazioni in tempo reale: vedremo poi brevemente quanto sia importante imparare a leggere in maniera appropriata i grafici che ci permettono di seguire e analizzare in tempo reale. Uno strumento, come è facilmente intuibile, essenziale per poter seguire il valore dei nostri titoli VISA in tutta comodità. 

Dopo aver segnalato quelle che sono le regole fondamentali per l’investimento in borsa, passiamo ad analizzare qual è la situazione di VISA a livello economico e di mercato. 

VISA: fondamentali economici, mercato e futuro 

Visa è uno dei marchi storici per quanto riguarda i pagamenti digitali. È stata tra le prime società ad implementare una fittissima rete di POS, bancomat e carte di pagamento ed è ancora oggi una delle aziende leader a livello mondiale del settore dei pagamenti. 

L’onnipresente logo VISA, simbolo universale dei pagamenti elettronici

Rimane inoltre una delle aziende più importanti del NYSE, il New York Stock Exchange, ed è ad oggi uno dei titoli più appetibili per chi investe sul medio e lungo periodo. 

VISA è ad oggi la seconda azienda del settore, superata recentemente dalla cinese UnionPay, tenendo conto del numero di transazioni e del valore di denaro spostato ogni anno. 

Per quanto riguarda nello specifico la capacità economica, parliamo di un’azienda che ad oggi fattura circa 20 miliardi di dollari, di cui circa la metà di profitto netto. 

Numeri assolutamente spaventosi, per una redditività che è segnalata anche dal numero crescente di impiegati e addetti, ad oggi 17.000.

Parliamo dunque di uno dei titoli più solidi della borsa di New York e di uno dei più importanti a livello mondiale. 

Per un titolo così importante, che tu voglia inserirlo appunto in una strategia con pochi titoli o in portafogli più complessi, è di fondamentale importanza rivolgersi ad un buon broker di trading online, che ti permetta di investire al meglio nel mercato azionario

Noi consigliamo anche Trade.com – che con quasi 2.000 azioni presenti anche sulla demo è uno dei broker più indicati per investire in questo tipo di titoli.

Dov’è quotata VISA? 

VISA, come abbiamo già detto, è quotata al NYSE, la borsa di New York. È una borsa che opera ovviamente ad orari diversi rispetto a quelli italiani e che dunque richiederà un certo livello di adattamento da parte nostra. 

Adattamento però che potrebbe non essere necessario nel caso in cui dovessimo scegliere un broker che ci offre tutti gli strumenti adatti per una gestione semi-automatica del nostro portafoglio.

Un broker come eToro – che ti mette a disposizione strumenti avanzati da usare in modo semplice, anche se non hai mai mosso un dito sui mercati internazionali.

Perché non rivolgersi alle banche per investire in azioni VISA

Per cominciare quindi nella maniera giusta, la prima scelta da fare è quella di non affidarsi alle banche ma, invece, di mettersi in contatto con broker CFD, moltissimi dei quali ormai ampiamente accreditati e, in ogni caso, provvisti di tutte le licenze e le autorizzazioni richieste dalla legge per svolgere questo tipo di operazioni finanziarie.

Le banche, del resto, non rappresentano una scelta valutabile per diverse ragioni, che analizzeremo una per una nei prossimi paragrafi.

Si tratta di una scelta giustificata, infatti, da almeno tre fattori.

1. Le banche hanno costi altissimi

Se un piccolo o medio investitore decide di lanciarsi nel mercato delle azioni, potrebbe essere abbastanza naturale rivolgersi alla propria banca, per potersi però presto addebitare sul proprio conto corrente degli esorbitanti costi di gestione delle operazioni e di commissione sui guadagni.

Si tratta di voci di spesa che non solo non sono previste da moltissimi broker (in alcuni casi, come Plus500, si paga solo una piccola cifra legata allo spread tra acquisto e vendita ma niente costi operativi), ma che nel caso delle banche sono davvero molto alti, al punto da vanificare nei fatti gli sforzi che abbiamo profuso nel nostro investimento.

Si tratta quindi del primo grande motivo per scegliere un broker, senza poi contare che mediante siti come eToro o simili è possibile fare il proprio ingresso in borsa anche partendo con un investimento di 10 €, davvero alla portata di tutti e potenzialmente a rischio zero.

migliori broker CFD ti permettono invece di investire a commissioni zero e soltanto con un piccolissimo spread tra acquisto e vendita.

Come fa Plus500 – qui per approfondire sul sito ufficiale, broker che ti permette di fare trading sul grosso dei titoli più interessanti a livello mondiale risparmiando anche il 90% rispetto ai costi bancari.

2. I broker CFD ti offrono molto di più

Un altro aspetto di non poco conto è quello relativo alle maggiori possibilità di scelta che abbiamo affidandoci a un broker CFD.

A differenza delle banche, infatti, gli intermediari di questo tipo possono offrirci un parco di azioni molto più vasto, consentendoci così di poter investire su titoli anche molto diversi tra loro e magari quotati in più borse del mondo, il tutto con grandissima semplicità e sempre con la supervisione di un broker esperto e accreditato.

Si tratta di un aspetto molto importante degli investimenti in borsa perché avere un ampio ventaglio di scelta tra i titoli ci permette di mettere in pratica non solo delle strategie di potenziale successo, ma anche di proteggerci dai repentini cambi di valore che possono avere i nostri titoli.

Nella guida di oggi, pur soffermandoci in particolare sul titolo VISA, ci preme in ogni caso sottolineare ancora una volta l’importanza della diversificazione dei propri investimenti, dal momento che si tratta di uno dei principi da osservare per proteggerci ma anche per guadagnare più facilmente.

Quando vuoi scelta, lo ripetiamo ancora una volta, puoi investire con Trade.com – leader a livello mondiale sui mercati azionari e uno di quelli che ti offre le maggiori possibilità per creare un buon portafoglio diversificato.

3. Le banche hanno piattaforme per il trading ormai vetuste

Anche dal punto di vista tecnologico, le banche offrono decisamente meno dei broker.

Se questi ultimi, infatti, possono dare al cliente la garanzia di utilizzare sempre le piattaforme e i software più aggiornati sul mercato, le banche non sono spesso altrettanto al passo con i tempi e possono offrire al proprio cliente solo delle piattaforme base e ormai superate.

Esse non solo non consentono di svolgere molte delle operazioni che un broker ci consente di fare con qualche clic, ma non permettono nemmeno di investire su titoli esteri non quotati in Italia, cosa che limita di non poco la nostra possibilità di azione anche su più fronti.

Grafico e quotazioni in tempo reale azioni VISA

Per ultimo, non dobbiamo mai sottovalutare l’importanza di una corretta lettura dei grafici come quello offerto da Plus500, che riportiamo qui di seguito:


Questo grafico ci è gentilmente offerto da Plus500 – broker che puoi testare qui con una demo gratis – e rappresenta proprio l’andamento del nostro titolo VISA in borsa.

Imparare a leggerlo a dovere ci permetterà di capire molte cose sulle nostre azioni, a cominciare da quando è arrivato il momento di venderle o comprarne di altre.

Puoi approfondire la tua conoscenza sul broker Plus500 cliccando qui.

Conclusioni: conviene investire in titoli VISA?

Non possiamo assolutamente risponderti in modo univoco a questa domanda.

Quello che dovevamo fornirti a livello di informazioni è contenuto in questa guida, che appunto contiene un vademecum fondamentale per operare sulle azioni VISA. 

Ricordati della diversificazione e se sei interessato ad un titolo dalle performance molto audaci e che rappresenta un’azienda che ha incassi da brivido, VISA potrebbe davvero essere quello che fa al caso tuo.

Iscriviti
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments