miglior broker forex

Guida al trading EUR/NOK (euro/corona norvegese)

Online il - Aggiornato il

Di Antonio Possentini

miglior broker forex

L’economia norvegese e quella europea sono strettamente correlate, per quanto la valuta ufficiale della Norvegia sia la corona norvegese (NOK).

Il cambio euro/corona norvegese risulta quindi molto particolare, dal momento in cui molti aspetti che condizionano la valuta dell’UE finiscono per avere un impatto importante anche su quella norvegese.

La Norvegia ha persino considerato per due volte la possibilità di entrare a far parte dei Paesi membri, con due referendum che sono entrambi finiti per negare con la volontà popolare l’ingresso nella moneta unica.

In ogni caso, è uno dei tre paesi (insieme a Islanda e Liechtestein) che fanno parte dello Spazio Economico Europeo senza essere parte dell’Unione.

eur/nok guida al trading
Il cambio EUR/NOK è un ottimo asset per i forex trader alle prime armi – Infografica a cura di MigliorBrokerForex.net

Anche se poco famoso, il cambio tra euro e corona norvegese è molto interessante per chi vuole fare trading online su una coppia di valute Forex dall’andamento abbastanza prevedibile.

Presta particolarmente attenzione a questa guida, quindi, se sei alle prime armi nel mondo del Forex: stai per scoprire uno strumento che potrebbe aiutarti molto a fare esperienza.

Scoprirai anche perché servizi come eToro (visita il sito ufficiale qui) siano particolarmente adatti per fare trading sulle coppie Forex come il cambio EUR/NOK.

Le basi del trading EUR/NOK

Cominciamo dicendo che quella norvegese è una delle economie più avanzate al mondo, grazie ad una gestione virtualmente perfetta delle vaste risorse petrolifere del Paese.

Oltre ad essere una nazione sviluppata ed avanzata, ha una democrazia molto stabile ed una situazione finanziaria così stabile da avere un debito pubblico che ammonta appena al 36,7% del PIL.

I titoli di Stato norvegesi sono considerati tra i più sicuri al mondo, mentre la crescita del PIL si attesta intorno al 2% annuo e l’inflazione viene mantenuta in un tasso considerato “ideale”, ovvero tra il 2-3%.

Dall’altra parte, invece, l’euro rappresenta la moneta unica di 28 nazioni molto diverse: dalla Germania molto sviluppata ma poco in crescita, fino all’Est Europa con le sue realtà in via di sviluppo.

Nel complesso, l’Europa si presenta agli occhi degli economisti come un colosso in fase di stagnazione. Con una crescita minima e un’inflazione che stenta a ripartire, ed il Regno Unito in procinto di abbandonare l’Unione.

In questo contesto, riuscire a prevedere l’andamento del cambio tra euro e corona norvegese è meno difficile di quel che potresti pensare: come vedremo tra poco, le politiche delle due banche centrali danno al trend una direzione piuttosto chiara.

Il ruolo dell’euro

L’euro si sta rafforzando rispetto alla gran parte di valute del mondo, proprio in virtù del bassissimo tasso di inflazione.

Lo puoi notare facilmente utilizzando qualsiasi piattaforma che ti permetta di analizzare i grafici di Borsa gratuitamente, come Trade.com (iscriviti gratis a questo indirizzo).

Una bassa inflazione porta la valuta a poter acquistare più facilmente beni esteri, che diventano relativamente meno cari, ma è considerata un problema dalle Banche Centrali.

Quando l’inflazione è inferiore al 2%, infatti, l’economia tende a stagnare e le persone sono meno propense a fare acquisti.

Malgrado le politiche molto spinte della BCE, che addirittura vede tassi centrali sotto zero nei prestiti verso le banche private, questa situazione sembra non cambiare affatto.

Questo significa che la posizione dell’euro, nel cambio con la corona norvegese, è molto forte.

Anche se si tratta di un problema per l’Eurozona, la nostra valuta si svaluta meno della corona norvegese di anno in anno in termini di potere d’acquisto.

Nel corso dei prossimi anni è molto probabile che vedremo una ripartenza del tasso di inflazione europeo, ma per il momento la situazione sembra destinata a protrarsi.

L’unico grande cruccio che potrebbe determinare una svalutazione dell’euro è l’instabilità politica.

euro corona norvegese
Previsioni del quadro macroeconomico europeo per il 2019 – Infografica a cura di MigliorBrokerForex.net

Negli ultimi anni abbiamo visto sorgere molti movimenti in Europa che hanno una posizione sovranista e tendenzialmente anti-europea.

Il colpo accusato durante Brexit, per quanto il Regno Unito non abbia mai adottato la moneta unica, ci insegna che ogni volta in cui una nazione abbandona l’Europa, la moneta unica accusa il colpo.

Anche se questa è attualmente un’ipotesi remota, può darsi che nei prossimi anni quello che è successo nel Regno Unito possa ripetersi.

Il ruolo della Corona Norvegese

La prima cosa da sapere per un trader è che la corona norvegese, al contrario dell’euro, non è una valuta molto scambiata nel mercato Forex.

Questo significa che i broker tendono ad addebitare commissioni piuttosto alte sulle coppie di valute che includono il NOK, e di conseguenza bisogna essere attenti a quale servizio si scegliere per fare le proprie operazioni.

Conviene scegliere un servizio come i già nominati eToro (scoprilo sul sito ufficiale) o Trade.com (scopri i vantaggi sul sito ufficiale) per evitare di incorrere in commissioni proibitive.

Detto questo, la corona norvegese è una valuta molto stabile e relativamente facile da prevedere.

corona norvegese
La corona norvegese è tra le valute più stabili al mondo, grazie alla politica della Norges Bank – Infografica a cura di MigliorBrokerForex.net

Con un tasso di inflazione pressoché sempre superiore al 2%, la svalutazione è quella di una tipica economia sviluppata che sta ancora crescendo.

Tutti i principali Paesi importatori ed esportatori nei confronti della Norvegia sono europei, con l’eccezione del Regno Unito che rimane comunque molto legato all’Eurozona a sua volta.

Questo significa che una crisi europea avrebbe peso sulla Norvegia, ma probabilmente l’effetto si andrebbe a pareggiare nel cambio EUR/NOK.

A fronte di questo, possiamo dire che gli elementi di incertezza e instabilità che caratterizzano la Norvegia siano inesistenti, almeno per ora.

Previsioni EUR/NOK

Quando si parla di previsioni è sempre importante ricordare che il futuro non è certo per nessuno, anche se ci sono dei chiari fattori macroeconomici che ci aiutano a prevedere gli scenari possibili per il cambio EUR/NOK.

Attualmente, il tasso di inflazione così basso in Europa sta facendo rivalutae l’euro contro la corona norvegese ad un ritmo piuttosto costante.

Come puoi notare sui grafici di eToro (se non lo hai ancora fatto, registrati qui), ormai da cinque anni queste due valute si trovano in uno stesso trend di lungo termine.

L’euro continua a guadagnare terreno, vittima di un tasso di inflazione che non riparte, mentre la corona norvegese si svaluta ad un passo ben stabilito dalla Norges Bank.

Per il momento possiamo confidare nel fatto che questo trend continui anche nel corso dei prossimi anni, a meno che non ci siano fattori importanti che vadano a cambiare.

Il primo fattore che potrebbe cambiare, forse anche quello più auspicato dalla nostra economia, è una ripresa dell’inflazione in Europa che porterebbe.

Il secondo fattore che potrebbe cambiare è il tasso di crescita in Norvegia, che anche se ancora positivo si sta leggermente riducendo di anno in anno.

Se una minore crescita in Norvegia si combinasse ad una maggiore crescita in Europa, questo sarebbe un segnale ancora più ribassista per il cambio EUR/NOK.

Per il momento, comunque, la cosa migliore da fare per i trader è semplicemente unirsi al trend di lungo termine e continuare ad essere ribassisti sulla corona norvegese.

Nel brevissimo termine, invece, gli speculatori potranno approfittare delle occasioni di maggiore volatilità legate all’agenda politica e alle notizie in attivo da entrambe le aree economiche.

Specialmente l’Europa, in questo momento, sta vivendo una fase di mutamento politico che potrebbe portare il cambio con la corona norvegese a trovare occasioni di alta volatilità.

In questi frangenti, chi vorrà fare trading online con molte piccole operazioni ravvicinate (scalping) ne potrà approfittare sicuramente sia a rialzo che a ribasso.

Migliori broker per il trading EUR/NOK

Scegliere il broker giusto è davvero fondamentale nel mondo del Forex. Un broker serio ed efficace ti permette:

  • Di ridurre al minimo i costi in commissioni;
  • Un’esecuzione rapida e sicura dei tuoi ordini;
  • Di avere accesso ad una piattaforma con strumenti professionali, ma comunque facile da utilizzare;
  • L’accesso diretto alle notizie più importanti in arrivo dai mercati finanziari, incluse quelle che possono influenzare il mercato del Forex.

Ed è per questo che vogliamo raccomandarti due piattaforme di forex trading che sono particolarmente efficaci, ed amate da migliaia di trader italiani.

Ovviamente sono anche piattaforme sicure al 100%, essendo regolamentate in Europa ed autorizzate ad operare in Italia da Consob.

La redazione di MigliorBrokerforex.net è nota per il suo focus sulla sicurezza, di cui abbiamo fatto una missione.

Il primo broker che vogliamo consigliarti è eToro (scopri il sito ufficiale), che ti permette di fare negoziazione per conto tuo di euro e corone norvegesi, oppure di copiare direttamente dei trader già esperti.

logo etoro
eToro è un broker molto conosciuto per via delle sue funzionalità “social trading” e “copy trading”

Grazie all’innovazione del social trading, infatti, con eToro (leggi la nostra recensione) è molto semplice trovare degli speculatori già esperti e chiedere alla piattaforma di usare i nostri fondi per copiare in automatico le loro mosse.

Cliccando qui puoi iniziare subito a provare gratis il social trading in modalità demo (denaro virtuale).

Un secondo brand molto interessante è Trade.com (visita il sito del broker), società che si è affermata molto negli ultimi anni in tutta Europa.

logo trade.com
Trade.com, tra le altre cose, è sponsor ufficiale del team calcistico Manchester City

Con Trade.com (registrati gratis a questo indirizzo) è facile riuscire a fare trading di EUR/NOK, grazie ad una piattaforma molto intuitiva che si riesce a usare bene fin dal primo login.

Inoltre, il marchio è noto per la sua capacità di offrire commissioni di trading estremamente basse e un ottimo supporto ai clienti via chat e telefono.

Sul nostro sito trovi anche una recensione completa e aggiornata di Trade.com.

Iscriviti
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments