miglior broker forex

Guida al trading GBP/NZD

Online il - Aggiornato il

Di Antonio Possentini

miglior broker forex

La sterlina inglese e il dollaro neozelandese sono due tra le valute più negoziate nel mondo del Forex. Eppure il cambio GBP/NZD non è tra i più popolari in assoluto.

Tra le motivazioni di questa ridotta visibilità, c’è soprattutto una lontananza commerciale tra questi due paesi:

  • La sterlina inglese tende ad essere commerciata di più nel cambio con euro e dollari americani, dal momento in cui USA e UE sono i suoi principali partner commerciali;
  • Il dollaro neozelandese viene spesso scambiato contro il dollaro australiano e lo yuan cinese, per gli stessi motivi.

Eppure ci sono notevoli opportunità di trading online sul cross GBP/NZD, e oggi vogliamo parlarne. Sono opportunità che emergono chiaramente dai dati economici dei due paesi, che non mancheremo di analizzare.

gbp nzd guida completa
Sterlina inglese e dollaro neozelandese sono valute molto interessanti per i trader – Infografica a cura di MigliorBrokerForex.net

Prima di iniziare, può esserti utile avere il grafico della coppia di valute sotto gli occhi. Lo trovi gratuitamente sul sito di FP MARKETS (visitalo cliccando qui), uno dei migliori broker forex in circolazione.

Le basi del trading su GBP/NZD

Ricordiamoci sempre che l’andamento di due valute riflette l’andamento delle rispettive economie. E l’economia inglese è molto diversa da quella neozelandese.

Mentre il Regno Unito sta cercando di assemblare i tasselli di un’uscita difficile dall’Unione Europea, in Nuova Zelanda c’è grande stabilità. Come spesso accade, anche in questo caso dalla stabilità deriva crescita.

Il grafico del PIL neozelandese mostra chiaramente il grande stato di salute dell’economia locale, che non accenna a dare segni di cedimento.

andamento del pil in nuova zelanda
Nel grafico puoi vedere la serie storica dell’andamento del PIL in Nuova Zelanda

Nel frattempo, invece, il Regno Unito vive la stessa stagnazione che sta comunque attraversando tutta Europa.

Questo favorisce il rafforzamento del dollaro neozelandese nel lungo termine, mentre nel breve e nel medio termine ci sono altri segnali interessanti da osservare.

Su eToro (visita il sito ufficiale) puoi trovare un calendario economico sempre aggiornato che ti informa sui principali dati rilasciati dalle due economie.

Ora, invece, è interessante analizzare separatamente le due valute. In questo modo potrai capire più chiaramente il ruolo che giocano nel cambio, ed elaborare strategie di trading più precise.

Il ruolo della sterlina inglese

La sterlina inglese è una valuta rifugio a tutti gli effetti. Soltanto il dollaro americano, l’euro e lo yen giapponese possono vantare questa reputazione.

Si tratta di una moneta storica, che grazie al Commonwealth è stata la valuta corrente o il punto di riferimento per economie in tutto il mondo, ed in tutti i continenti.

Anzi, se vogliamo essere precisi, anche la Nuova Zelanda è una parte del Commonwealth ed è stata colonizzata dall’Impero Britannico verso la fine dell’800.

Vista la sua storia, fino al 1933 anche la Nuova Zelanda ha utilizzato la sterlina inglese come unica valuta ufficiale.

Oggi, però, i tempi sono cambiati e il fasto dell’Impero Britannico ha lasciato spazio ad un presente traballante.

La vicenda Brexit ha mostrato le tante divisioni interne dell’economia britannica, che cresce ad un ritmo molto stentato e non lascia presagire tempi migliori nei prossimi 5-10 anni.

sterlina trading online
Brexit è la questione prioritaria per la sterlina inglese – Infografica a cura di MigliorBrokerForex.net

Tutto questo emerge ancora meglio se andiamo a guardare i dati macroeconomici inglesi:

  • Nel 2019, la crescita del PIL è stata intorno all’1%;
  • Il tasso di inflazione inglese si attesta al 2,48%;
  • Il tasso centrale di interessi fissato alla Bank of England è attualmente dello 0,75%.

Ora, però, dovremo andare a vedere l’evoluzione di questi dati dopo Brexit. L’evoluzione economica di questa vicenda sarà un fattore determinante per l’andamento della sterlina inglese.

Nel frattempo, guardando i grafici di FP MARKETS (registrati gratis qui) possiamo osservare come i mercati finanziari stiano dando fiducia alla sterlina e al governo di Boris Johnson.

Il ruolo del dollaro neozelandese

Il dollaro neozelandese non ha la stessa credibilità della sterlina inglese a livello internazionale. Tuttavia, rimane l’espressione di un’economia ricca e sviluppata.

Soprattutto, però, è la moneta di una nazione in continua espansione.

La crescita neozelandese è parte di un cambiamento dell’economia globale, che vede il Vecchio Continente in rallentamento e l’Asia con l’Oceania in rapida ascesa.

Una cosa che sorprende è il tasso di inflazione del dollaro neozelandese, ben più basso di quello che ci si aspetterebbe da un’economia in fermento.

La crescita elevata, insieme ad un tasso di inflazione ridotto, mette le basi ideali per un rafforzamento del dollaro neozelandese nei confronti delle altre principali valute.

Puoi osservarlo facilmente sui grafici di eToro (li trovi gratis qui): sia GBP/NZD che altre coppie di valute dimostrano la forza del dollaro neozelandese.

La Nuova Zelanda, così, si afferma sempre di più sullo scenario internazionale come una nazione che può attrarre facilmente investitori e imprenditori.

Questo interesse è dato anche dalla vicinanza ad un’altra economia in fermento, soprattutto tecnologico, cioè l’Australia.

Ancora una volta, è interessante ritrovare questi elementi nei dati macroeconomici:

  • Il PIL neozelandese, nel 2019, è cresciuto ad un ritmo prossimo al 3%;
  • L’inflazione si attesta all’1,5% annuo, quindi addirittura meno del tasso di inflazione inglese;
  • Il tasso centrale imposto dalla Reserve Bank of New Zealand è del 1.5%.

Ora per l’economia neozelandese arriva la sfida dell’affermazione.

andamento economia neozelandese
Principali indicatori economici dell’economia neozelandese per il 2019 – Infografica a cura di MigliorBrokerForex.net

Nel corso dei prossimi anni, sarà interessante osservare se dalla Nuova Zelanda arriveranno startup tecnologiche e aziende in grado di competere nei settori emergenti dell’economia.

Se questo dovesse essere il caso, si apriranno ancora più occasioni di Forex trading per investire a rialzo su questa valuta.

Previsioni GBP/NZD

Ora che abbiamo analizzato nel dettaglio entrambe le valute, andiamo a vedere quali sono gli scenari possibili per l’andamento del cambio.

Di sicuro, già dai dati macroeconomici, emerge uno stato di salute decisamente migliore per l’economia neozelandese.

E se di solito la maggior crescita si accompagna ad una maggiore svalutazione della moneta, questo non è il caso della Nuova Zelanda.

In questo momento c’è una finestra molto interessante che si apre su questo cambio, a nostro avviso, per chi vuole investire a rialzo sul dollaro neozelandese.

Nella prima metà del 2020 è probabile che l’andamento del cambio sarà ancora segnato dai dati provenienti dall’economia inglese, sulla scia di Brexit.

Una volta passato questo periodo di transizione, però, i fondamentali dell’economia avranno modo di entrare in atto:

  • Una maggiore crescita della Nuova Zelanda trainerà verso l’alto il valore del NZD;
  • Una minore svalutazione del dollaro neozelandese porterà ad un ulteriore rafforzamento sulla sterlina;
  • La maggiore stabilità politica, in Nuova Zelanda, attirerà gli investitori e favorirà le riserve di valuta locale.

La nostra analisi, dunque, prevede un rialzo del dollaro neozelandese.

Come sempre, però, il mondo del trading è molto dinamico e tutto potrebbe cambiare nell’arco dei prossimi mesi.

I segnali che ci diranno davvero dove andrà il trend nel medio-lungo termine devono ancora manifestarsi: in particolare, dobbiamo capire quale sia la condizione post-Brexit dell’economia inglese.

Intanto non mancheremo di usare il calendario economico di eToro (vai al sito del broker) per controllare questi dati man mano che verranno rilasciati.

Investire su GBP/NZD come un esperto

Se non ti senti ancora pronto per affrontare i mercati finanziari in prima persona, puoi comunque provare ad avvicinare il trading su GBP/NZD in altri modi.

In particolare, eToro – vai al sito ufficiale visitando questo indirizzo è un broker molto vicino alle esigenze di chi è ancora alle prime armi.

trading gbp/nzd sul broker etoro
eToro è un broker molto conosciuto per via delle sue funzionalità “social trading” e “copy trading”

Questo broker ti dà due opzioni molto interessanti:

  • La prima è quella di aprire un conto demo gratuito (puoi farlo qui), per investire sulla coppia sterlina/dollaro neozelandese usando solo denaro virtuale. In questo modo non corri rischi;
  • La seconda è quella di utilizzare le funzionalità di social trading per copiare in automatico le mosse degli investitori già esperti.

Con le funzionalità di social trading, puoi scoprire facilmente chi sono i migliori trader di GBP/NZD. Poi puoi chiedere ad eToro di usare una parte del tuo capitale per copiare in automatico le loro mosse.

Ogni volta che questi investitori apriranno o chiuderanno una posizione, il tuo capitale si muoverà nello stesso modo.

Sul sito di eToro c’è anche una pagina interamente dedicata all’argomento (la trovi qui), in cui ti viene spiegato nel dettaglio il funzionamento del social trading.

Se vuoi approfondire, poi, non dimenticare di leggere la nostra recensione completa di eToro per avere una panoramica completa del servizio offerto dal broker.

Iscriviti
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments