miglior broker forex

Come vivere di rendita

Online il

Di Ivano Sabbioni

miglior broker forex

Vivere di rendita è un sogno per tutti: chi non vorrebbe mollare il proprio lavoro, mollare l’ufficio, la fabbrica o il capannone e non avere più preoccupazioni finanziarie?

Certo è che vivere di rendita – a meno di non essere nati estremamente ricchi – non è semplice. C’è bisogno di capitale, c’è bisogno di sapere come investire e in ultimo c’è bisogno di saper fare di conto. Oggi ti proponiamo una guida vera su come iniziare il percorso per vivere di rendita. Un percorso che, te lo diciamo, non sarà assolutamente facile. Al contrario di quello che ti raccontano maestro e sistemi rivoluzionari.

Guida per vivere di rendita
Puoi vivere di rendita, basta sapere come

Anzi, rincariamo la dose dicendo che chiunque ti proponga dei metodi semplici per vivere di rendita è nel 100% dei casi un truffatore, che come il Gatto e la Volpe di Pinocchio, ha interesse a farti credere che esista un percorso semplice, per poi ripulirti dei tuoi risparmi. Parleremo anche di cosa significa vivere di rendita, perché non siamo certi che tutti abbiano chiaro e a mente cosa implichi una soluzione del genere.

Con una piccola anticipazione: per vivere di rendita devi far fruttare il tuo capitale – e oggi il modo migliore per farlo è il trading on line. Del quale avremo modo di parlare ampiamente nel corso della nostra guida di oggi. Se ne vuoi un assaggio – qui puoi iscriverti su eToro – con un conto demo che non costa nulla e che ti permetterà di capire istantaneamente cosa vuol dire investire online con l’obiettivo di fare risultato.

Cosa significa “Vivere di Rendita”

Sei sicuro di sapere cosa significa vivere di rendita? Pensi sicuramente alla vita di Paperon de Paperoni – oppure, se ti accontenti del piccolo – di qualche maestro su Facebook che ti racconta di fare milioni comodamente in piscina. Dato che da una nostra indagine – condotta anche tra i nostri lettori – possiamo essere certi del fatto che non tutti sappiano cosa vuol dire davvero vivere di rendita, abbiamo deciso di riassumere quello che tutti dovrebbero sapere a riguardo.

  1. Vivere di rendita significa non dover lavorare per sopravvivere.

Chi vive di rendita non lavora – e se lo fa, lo fa per piacere e non perché ha bisogno di reddito. Una situazione che, almeno per chi odia il proprio lavoro o lo trova particolarmente faticoso, sicuramente sognerà ogni giorno.

  1. Vivere di rendita significa intaccare il meno possibile il proprio patrimonio.

Sulla differenza tra patrimonio e reddito dovremo necessariamente tornare più avanti, dato che si tratta di una distinzione che purtroppo, complice anche spesso una stampa non all’altezza – sono in pochi a conoscere. L’ideale del vivere di rendita, cosa che dovrebbe dirlo già la locuzione, è vivere di quello che producono i nostri capitali. Ovvero senza dare fondo alle ricchezze che abbiamo accumulato, che possono essere liquide, immobiliari o in titoli.

  1. Vivere di rendita vuol dire vivere di investimenti.

E non perché ci chiamiamo MigliorBrokerForex.net e dunque abbiamo deciso di essere monotematici, se non ossessionati. C’è un solo modo che conosciamo per vivere di rendita ed è quello dove c’è il capitale a lavorare al posto nostro.

Investimenti che si possono fare con il trading online oggi, che ha letteralmente aperto le porte dei migliori mercati finanziari a tutti, anche a chi magari prima non aveva mai preso neanche in considerazione un’ipotesi del genere.

Capital.com (qui per il sito ufficiale) – uno dei migliori broker per il trading online che conosciamo – può essere il punto di accesso anche in fase di valutazione. Offre anche un conto demo con capitale virtuale e può fare da nave scuola per capire di cosa parliamo quando vogliamo cercare di vivere di rendita.

Come vivere di rendita: Consigli prima di provarci

Per vivere di rendita abbiamo bisogno di capitali, di titoli sui quali investire e di un conto sommario di quanto necessitiamo per vivere.

Una triade dalla quale non si scappa: perché è il capitale a generare reddito per chi vive di rendita, perché abbiamo bisogno di rendite per… vivere di rendita e perché il nostro reddito dovrà essere superiore alle nostre spese.

Prima di avventurarci in quelle che sono le peculiarità pratiche del nostro come vivere di rendita, sarà il caso di sgombrare il campo da un equivoco che è causato non solo da una stampa specialistica che specialistica non è, ma anche da governi e politica, che si ostinano a parlare di patrimonio quando in realtà si dovrebbe parlare di reddito.

Un esempio in questo senso ti aiuterà a capire cosa vuol dire patrimonio e cosa vuol dire reddito e perché appunto rivestono dei ruoli molto diversi per chi vuole iniziare a vivere di rendita. Immagina che i soldi siano acqua, che devi consumare ogni giorno per sopravvivere. Immagina anche di non avere acqua corrente e dunque di doverti rifornire da un pozzo. Il contenuto del pozzo in acqua è il tuo patrimonio, l’acqua che consumi o che aggiungi al pozzo è invece il reddito.

Come ci ricordano di libri di economia, anche di livello semplice, il patrimonio è uno stock, mentre il reddito è un flusso. Per rapportare questo concetto alla finanza personale, immagina il tuo conto in banca come il tuo patrimonio, ovvero la riserva, e invece il tuo reddito e le tue spese come il flusso che entra ed esce dal tuo patrimonio.

Calcoli per vivere di rendita

Se oggi hai 10.000 euro in banca, hai guadagnato 1.500 euro e ne hai spesi 1.300, avrai una situazione di questo tipo:

  • Reddito: 1.500 euro
  • Spese: 1.300 euro
  • Patrimonio netto: +200 euro

Non vogliamo farti un corso di economia domestica, ma semplicemente darti gli strumenti per capire di cosa parleremo più avanti. I concetti che adesso dovrai portare avanti sono i seguenti:

  • Il patrimonio si investe, possibilmente rivolgendosi ad un buon broker (come lo è FP Markets);
  • Il reddito si guadagna, nel caso di chi vive di rendita tramite gli investimenti;
  • Le spese… si spendono, per vivere non solo di sussistenza, ma anche per togliersi qualche sfizio;
  • Le differenze tra spesa e reddito intaccano il patrimonio.

La matematica di base per chi vuole vivere di rendita

Chi vuole vivere di rendita dovrà dunque far di conto, già prima di poter pensare di ambire a questo incredibile traguardo. Il concetto di base per vivere di rendita, almeno a livello matematico, è semplice:

  • Bisogna spendere meno di quanto guadagniamo. Il che vuol dire, se non vorremo lavorare, che dovremo far fruttare il nostro capitale e fargli generare più denaro di quello che spendiamo nel corso dello stesso arco temporale.

Il concetto, messo così in modo accademico, potrebbe sembrare particolarmente astruso e difficile da capire. Una guida pratica invece ti permetterà di capire come e quando muoversi in questo senso.

Iniziamo con il rispondere ad alcune domande:

  • Di quanto hai bisogno per vivere?

Che tipo di vita di rendita ti immagini? Vuoi vivere in barca, frequentare località esclusive, fare la vita del miliardario? Avrai bisogno di una rendita enorme. Se invece il tuo sogno è quello di vivere non lavorando e sei disposto ad accontentarti di poco, di trasferirti in qualche località turistica ma a basso costo e di vivere facendo attenzione al denaro, le cose cambiano radicalmente.

Vivere di rendita, capitale
Il risparmio è parte fondamentale del piano per vivere di rendita

Il primo punto è dunque quello di capire effettivamente di quanto hai bisogno per vivere, perché sarà quella la rendita che dovrai cercare di generare con gli investimenti. Una rendita che potrai cercare di produrre come vedremo tra pochissimo, sui mercati finanziari che ti vengono offerti da eToro o dagli altri broker. Anche se non in modo semplice!

  • Quanto capitale hai a disposizione?

Questa è la seconda parte dell’equazione, perché sarà il capitale che potrai investire a renderti possibile il vivere di rendita. La rendita sarà appunto generata da investimenti oculati con il capitale che hai a disposizione. Se hai 10.000 euro da investire e hai bisogno di 2.000 euro al mese per vivere bene, capirai che non sarà assolutamente facile far quadrare i conti.

Quanto serve per vivere di rendita?

Dipende da quali sono le tue necessità, ovvero da quanti soldi pensi di dover spendere mese per mese per vivere di rendita. Non è possibile fornire una risposta univoca per tutti. Perché appunto, come abbiamo visto nel nostro paragrafo precedente, siamo davanti a calcoli semplici, ma che devono tenere conto di quanto andremo a spendere per vivere.

Hai bisogno di 20.000 euro annui per vivere tranquillo e di rendita? Avrai bisogno di capitale a sufficienza per generare… 20.000 euro di rendite. Se dovessi investire con un guadagno del 5% annuo al netto delle tasse, avresti bisogno di 400.000 euro da tenere sui conti di trading.

Pensi di poterti accontentare di 10.000 euro l’anno, perché magari hai già una casa di proprietà e non hai grosse spese da affrontare? Avrai bisogno di 200.000 euro, immaginando di poter ottenere il 5% annuo sui mercati. L’equilibrio va trovato tra quantità di capitale che abbiamo da investire e quanto riusciamo a guadagnare tramite gli investimenti sui mercati. Puoi fare una simulazione con il conto demo di Capital.com, che ti aiuterà a renderti conto di quello che dovrai fare per guadagnare la somma di cui hai bisogno per vivere davvero di rendita.

E per renderti conto dei rendimenti che potresti ottenere sui mercati finanziari, analizza la situazione del CopyTrading di eToro (scoprilo qui), sistema dove sono riportati i risultati di tutti i migliori trader della piattaforma. Non pensi di essere in grado di investire come fanno loro? La buona notizia è che in realtà possiamo andare a fare trading copiando questi trader ottenendo appunto il stessi rendimenti.

I tre passi per vivere di rendita

A questo punto della nostra trattazione abbiamo tutti gli elementi per cominciare a disegnare il percorso che dovrebbe portarci a vivere di rendita, ovvero il percorso che ci permette, in 3 passi – seppur complessi – di giungere a questo obiettivo.

  1. Accumula il capitale di cui hai bisogno: con le analisi che abbiamo fatto poco sopra, il calcolo dovrebbe esser facile da fare. Sicuramente meno facile raggiungere la somma di cui hai bisogno;
  2. Scegli i mercati sui quali investire:;su MigliorBrokerForex.net sono disponibili centinaia di guide sugli investimenti. Guide che affrontano argomenti molto importanti per chi vuole vivere di rendita, come l’investimento in azioni, l’investimento nel Forex e tanti altri;
  3. Goditi la tua rendita e cerca di intaccare il meno possibile il tuo capitale. Perché ogni riduzione del capitale vuol dire ridurre gli strumenti per generarla la rendita di cui parliamo.

Come investire per vivere di rendita

Quali sono i mercati e gli strumenti migliori per vivere di rendita? Se ti aspetti il classico silver bullet, ovvero il proiettile in grado di risolvere la tua vita, faresti meglio a rivolgerti altrove. Perché non siamo di quelli che ti promettono un percorso facile verso il vivere di rendita. Non vogliamo addolcirti la pillola: sono in pochi a poter vivere di rendita perché è un traguardo molto difficile da raggiungere e che presuppone enormi sacrifici economici, nonché la forza di imparare a investire.

Di seguito analizzeremo quelli che sono gli investimenti per sviluppare un piano per poter davvero vivere di rendita.

Una doverosa premessa: il piano è più importante degli strumenti

Tra pochissimo ti offriremo una disamina, in breve, di quelli che sono gli strumenti sui quali andare ad investire se vogliamo davvero vivere di rendita. Ma non sarà assolutamente questi gli obiettivi da perseguire: per investire bene, per generare un reddito in grado di farci vivere liberi dal lavoro, dobbiamo avere un piano, dobbiamo avere una strategia.

La strategia per chi vuole vivere di rendita è sicuramente di lungo periodo: non vogliamo guadagnare tanto e subito – magari correndo dei rischi – ma vogliamo creare un portafoglio diversificato che ci metta al riparo dai rischi e che ci consenta di avere dei rendimenti magari più bassi, ma costanti.

Il primo punto rimane appunto quello di diversificare. Ovvero di scegliere titoli diversi per tipologia, per comparto e magari per borsa di riferimento. Un broker come FP Markets (qui anche in demo gratis) ti permette di accedere ad oltre 11.000+ titoli con i quali comporre un portafoglio diversificato e utile per il tuo progetto di lunghissimo periodo.

I migliori asset sui quali investire per vivere di rendita

Le azioni sono il miglior asset sui quali investire per vivere di rendita, non perché siamo davanti ad un asset magico, in grado di rendere ricchi tutti, ma perché hanno delle caratteristiche interessanti per chi guarda al lungo periodo e vuole vivere di rendita:

  • Le azioni pagano dividendi

Che sono delle percentuali di profitti che vengono distribuiti tra chi detiene le azioni. Si tratta di pagamenti periodici trimestrali che possono incrementare il nostro reddito senza intaccare il patrimonio. Una sorta di “stipendio dell’azionista”.

  • Sul lungo periodo sono sempre in positivo

Non possiamo assolutamente anche soltanto pensare di fare previsioni di lungo periodo che siano 100% esatte. Quello che possiamo fare è però guardare alla storia, sebbene questa non sia garanzia di performance future. In archi temporali di 7-10 anni, le azioni hanno sempre dimostrato di avere rendimenti positivi. Hanno un andamento ciclico che ogni 7-10 anni realizza, praticamente sempre, un rendimento.

E sono dunque ideali per chi vuole vivere di rendita anche sotto questo aspetto. Puoi controllare tu stesso sui grafici che sono riportati da broker come Capital.com, altro broker in grado di offrire tantissime azioni.

  • Diversificare non è difficile

Perché sui migliori listini sono presenti azioni diverse per comparto, diverse per tipologia e per posizione sul mercato. E quindi in questo caso comporre un portafoglio diversificato non sarà difficile. Su eToro puoi scegliere tra migliaia di azioni, sia in acquisto diretto sia via CFD. L’ideale per chi vuole appunto investire per cercare di vivere di rendita.

Come NON investire per vivere di rendita

Se vuoi davvero vivere di rendita dovrai capire anche come NON investire. I rischi, soprattutto quando si hanno capitali importanti, sono enormi. E sarà bene andare a riconoscere quali sono quelli principali.

  • Non fidarti di chi ti promette rendimenti altissimi e zero rischi

La legge fondamentale degli investimenti è quella che vede rischi e potenziali guadagni andare di pari passo. Il che vuol dire che ammesso che i potenziali rendimenti alti siano reali, sarà altrettanto da considerare la possibilità di perdere tutto. Per noi che avevamo deciso di avere investimenti relativamente a basso rischio per avere una vita agiata a lungo, una scelta di questo tipo no è ideale.

  • Occhio ai maestro: spesso non ne sanno nulla di finanza e investimenti

E vogliono soltanto venderti il loro corso, il loro sistema, il loro libro. Noi non abbiamo nulla da venderti e possiamo dirti che non esistono altri tipi di percorsi per arrivare a vivere di rendita.

  • Occhio ai sistemi di guadagno automatico

Non esistono sistemi di trading automatico – o meglio, possono esistere sistemi come il Copy Trading di eToro, che comunque non è assolutamente in grado di fornirti certezze sui tuoi guadagni futuri. Impara a riconoscere quei sistemi che già dalle promesse che fanno dovrebbero essere considerati come truffe. Perché quando quello che ti propongono è troppo bello per essere vero… lo è sempre o quasi.

Non investire in immobili per vivere di rendita

Questo sembrerà particolarmente strano, in un paese come l’Italia, da sempre troppo innamorato del settore immobiliare. In realtà investire nel settore immobiliare, dati alla mano, non è mai o quasi una buona idea, soprattutto se vuoi vivere di rendita.

Sappiamo che sicuramente ci sarà qualcuno, nel luogo in cui sei nato, che campa riscuotendo affitti. Quello che vogliamo però specificarti in questo caso è che siamo davanti a persone che hanno enormi patrimoni immobiliari.

Anche qui la matematica può venirci in soccorso. Chi riesce a riscuotere lordi 10.000 euro in affitti (lordi da tasse e spese), ha con ogni probabilità un immobile che vale almeno 250.000 euro. Il che vorrebbe dire una rendita lorda del 4%. Vanno sottratte le tasse, costi di trascrizione dei contratti, manutenzione e anche eventuali inquilini morosi. Ed eventuali costi del mutuo, spesso più alti della rendita stessa.

Capitali da accumulare vivere di rendita
C’è anche chi vive di rendita così, ma i capitali accumulati sono enormi

Se dal conto di poco prima avevi pensato di poter vivre con 20.000 euro al mese, avrai bisogno di un capitale investito vicino al milione di euro, in immobili. E avrai bisogno di prendertene cura o pagare qualcuno che lo faccia al posto tuo.

No, non è una soluzione ideale, soprattutto se dovessimo paragonare questa soluzione a quanto viene offerto dai mercati finanziari. Simula sul conto demo di FP Markets, che ti permette di investire fino a 100.000 euro di capitale virtuale, un sistema che consente a tutti di testare cosa possono offrire i mercati finanziari anche a chi vuole vivere di rendita.

Con i mercati finanziari, con il milione che ti servirebbe per il mercato immobiliare, guadagnando un 5% annuo (cosa decisamente fattibile), potrai ottenere 50.000 euro puliti. Una somma più che sufficiente per vivere di rendita alla grande.

Considerazioni finali

Si può sicuramente vivere di rendita, a patto però di sapere come muoversi e di sapere altrettanto che siamo davanti ad un percorso molto difficile, soprattutto per chi parte da zero.

Parti con il piede giusto, comincia poco per volta e non pensare di poter ottenere un risultato di questa caratura senza sforzi. Questa è la strada fatta da chi è arrivato a vivere di rendita – senza nascere milionario – prima di te.

Iscriviti
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments