miglior broker forex

Strategia forex Swing Trading: cos’è e come utilizzarla

Online il - Aggiornato il

Di Antonio Possentini

miglior broker forex

Tra le tecniche di investimento più in voga, va senz’altro ricordato lo Swing Trading, una delle più diffuse in assoluto. A cosa deve la sua popolarità questo metodo di fare trading online? In particolare alla sua semplicità, una dote sempre molto apprezzata dai trader meno narcisisti, quelli che puntano al guadagno più che alla soddisfazione derivante dal chiudere con successo una posizione. Tale inoltre da costituire un buon terreno di caccia anche per coloro che si trovino alle prime armi e non vogliano vedersi complicare la vita da metodologie troppo astruse.

In tal senso, ricordiamo che per chi intenda esercitarsi nello Swing Trading, il primo passo che non può essere posticipato è quello relativo alla scelta del broker giusto. Cosa si intende per broker giusto? Quello che è in grado non solo di fornire servizi all’altezza, ma anche di garantire una condotta impeccabile e tale da non danneggiare l’utente.

Per capire quale possa essere la scelta giusta, il consiglio che diamo è quello di indagare con estrema attenzione sulla piattaforma che si vorrebbe adottare, cercando di capire se sia provvista delle necessarie autorizzazioni.

I brokers regolamentati abilitati da organismi come CySEC o Consob sono sicuramente sicuri, in quanto devono conformare i loro comportamenti a direttive istituzionali che fissano standard elevati e paletti molto stretti.

Tra le piattaforme che sono senz’altro in grado di assicurare queste caratteristiche, non si può non segnalare FP Markets, broker che proprio grazie a standard di assoluta eccellenza ha convinto un gran numero di investitori italiani. Investire con questo operatore significa in pratica disporsi in una vera e propria botte di ferro.

Swing Trading: di cosa si tratta

Swing in inglese vuol dire oscillazione, ovvero una tendenza molto frequente per i prezzi di un asset sui mercati finanziari. Proprio su queste oscillazioni i trader sono soliti cercare di impiantare le loro operazioni che in questo caso vengono condotte nell’arco di alcuni giorni o, in casi estremi anche arrivando ad un mese, ma non oltre.

 

Lo Swing Trading è una tecnica perfetta per i piccoli investitori

Lo Swing Trading è una tecnica che può procurare vantaggi e svantaggi all’investitore

Lo Swing Trading consiste in pratica nel comprare le azioni nelle fasi di debolezza per poi provvedere a rivenderle ad un prezzo maggiore, oppure di rivendere le azioni nelle fasi di rimbalzo andando a ricoprirsi ad un prezzo inferiore.

La genesi dello Swing Trading può essere rintracciata nelle parole rilasciate da Charles Dow nel lontano 1908, secondo le quali occorre “operare sui mercati attivi facendo molte operazioni e contando sulla protezione degli stop loss”.

Il mercato solitamente consigliato per operazioni di questo tipo è il Forex, una preferenza che si spiega proprio con la grande liquidità che lo contrassegna. L’operazione che si va a mettere in pratica punta a sua volta a seguire il trend e sfruttarlo per guadagnarci, rientrando quindi nel classico Trend Following, ovvero la tecnica che va a sublimare il motto “Il trend è il miglior amico del trader”.

Volendo utilizzare una metafora all’insegna dell’immaginazione, potremmo definire lo Swing Trader come un surfer che cerca di cavalcare l’onda.

Per farlo deve però stare bene attento a non cadere, ovvero a mantenere il giusto equilibrio in termini di tempo tra l’esigenza di guadagnare e quella di schivare l’inversione di tendenza.

Nel caso non riesca a contemperare queste necessità, può collezionare perdite non trascurabili.

>>> Clicca quì per aprire un conto pratica gratis su eToro e prova la strategia in demo!

L’importanza dello Stock Selection

Per poter dispiegare i suoi effetti, lo Swing Trading necessita di un’accurata stock selection, ovvero una cernita delle azioni tale da poter effettivamente consentire di portare avanti con il maggiore profitto possibile il proprio commercio.

In tal senso, le candidate ideali sono sicuramente le azioni che fanno registrare i maggiori volumi e caratterizzate da una volatilità molto pronunciata, regalando al trader la possibilità di entrare e uscire dal mercato in tempi relativamente brevi.

In un mercato attivo proprio queste azioni andranno a muoversi tra un massimo ben definito e un minimo estremo consentendo allo swing trader di seguire il movimento in una determinata direzione per alcuni giorni o anche settimane, per poi mutare la direzione nella fase di inversione del movimento.

Esempi di Swing Trading

Come abbiamo detto, solitamente lo Swing Trading permette ottimi risultati andando ad intercettare la direzione del trend principale. Vi sono però altri metodi di mettere in atto questa strategia, a partire da quello che prevede di utilizzare i minimi già testati da un mercato. Ad esempio può verificarsi l’eventualità che in un grafico EUR/USD tocchi un minimo all’inizio di aprile, per poi ripetersi alla fine del mese. Una ulteriore ripetizione dell’evento a metà maggio può trasformarsi nel momento ideale per entrare a mercato, in quanto il rapporto tra rischio e rendimento è ottimale.

Si può anche pensare di utilizzare i livelli dinamici al posto di supporti e resistenze. Ad esempio sempre in un grafico EUR/USD potrebbe verificarsi il caso di due minimi in sequenza, tra la fine di agosto e l’inizio di settembre.

Basterà quindi disegnare la linea di tendenza e aspettare che un nuovo minimo la colpisca. Quando ciò si verifica potremo fissare il nostro ordine long sopra il massimo di quella seduta con stop sul minimo per poi entrare a mercato il giorno dopo e sfruttare il momento successivo al rialzo.

>>> Clicca quì per aprire un conto pratica gratis su AvaTrade e prova la strategia in demo!

Perché scegliere lo Swing Trading

Solitamente, lo Swing Trading viene messo a confronto con l’Intraday Trading e quello Buy and Hold. Chi lo preferisce, lo fa perché il trading intraday limita molto i guadagni, limitando la sua portata all’arco di una sola sessione giornaliera e rischiando di interrompere la possibilità di sfruttare un trend nei giorni successivi.

Un pericolo opposto a quello che si corre con il Buy and Hold Trading, un investimento che può durare anche per interi mesi, amplificando la possibilità che si verifichi un’inversione di rotta tale da pregiudicare ogni guadagno collezionato. Altro limite di questa tecnica è poi il basso livello di coinvolgimento emotivo, tale infine da generare un certo distacco e un minimo di noia.

Chi pratichi il trading online anche per una pura questione di adrenalina non può che guardare con un certo fastidio ad una modalità così poco intrigante.

Lo Swing Trading si pone nell’esatto mezzo tra le altre due tecniche menzionate. L’operatività si dispiega in un arco di tempo non troppo breve e non troppo lungo. In tal modo riesce a contenere lo stress entro limiti accettabili e non sposta troppo l’orizzonte temporale, con conseguente amplificazione del pericolo di una inversione di tendenza.

Perché evitare lo Swing Trading

Se ci sono dei vantaggi evidenti nell’utilizzo dello Swing Trading, occorre anche ricordare come ad essi si uniscano degli svantaggi. Essi sono in particolare:

  • la necessità di studiare attentamente il mercato;
  • una scrupolosa pianificazione della strategia, in cui l’improvvisazione è bandita del tutto:
  • le perdite possono rivelarsi più consistenti rispetto a quanto accade nel day trading;
  • la possibilità che un commercio di questo genere non soddisfi il trader estroso e alla caccia di emozioni.

Come funziona lo Swing Trading

Anche questa tecnica si compone di una serie di passaggi da collezionare uno dopo l’altro. Il primo dei quali consiste nell’individuazione di un cambio del Forex il quale stia dando vita a un trend monodirezionale verso l’alto o verso il basso.

Anche la durata del trend deve essere ben precisa: non troppo breve, per non dare vita a scarni guadagni, non troppo lunga, in quanto potrebbe dare vita a pericolose inversioni. Proprio questo è uno dei motivi per i quali i time frame utilizzati nell’ambito di questa strategia non sono mai inferiori all’ora. Inoltre vengono mixati con l’uso delle medie mobili, in modo da delineare il momento vissuto dal mercato di riferimento.

>>> Clicca quì per aprire un conto pratica gratis su FP Markets e prova la strategia in demo!

A chi conviene lo Swing Trading e chi dovrebbe evitarlo

Naturalmente anche lo Swing Trading si attaglia alla perfezione ad alcune tipologie di investitori, mentre dovrebbe essere tralasciata da altre.

Lo Swing Trading non è adatto ai grandi investitori

Lo Swing Trading comporta vantaggi e svantaggi da soppesare con attenzione, prima di adottarlo

Nel primo gruppo possono rientrare sicuramente gli investitori alle prime armi, ancora troppo acerbi per poter dare vita ad investimenti sul breve o sul lungo termine.

Nel secondo vanno invece iscritti i grandi gruppi, le cui dimensioni non consentono di muoversi con l’agilità necessaria e rischiano di pagare dazio proprio all’impaccio nei movimenti di questo genere.

Ne consegue che a praticare Swing Trading siano solitamente i tanti privati i quali sono soliti operare in maniera autonoma dalle loro postazioni casalinghe o in mobilità e in grado di muoversi con il minimo di rapidità richiesto.

Provare lo Swing Trading con una demo

Guadagnare con il trading online è possibile? Sicuramente. Occorre però mettersi nelle migliori condizioni per farlo. Cosa vuol dire? Il primo passo propedeutico in tal senso non può che essere la scelta del broker giusto come abbiamo visto. Ovvero una piattaforma affidabile, in quanto provvista delle necessarie autorizzazioni, e ineccepibile in quanto ai servizi offerti.

Tra questi è molto importante il conto demo, ovvero quella particolare modalità simulata che permette di avere un primo confronto con la complessità del mercato. Va infatti ricordato ancora una volta che i mercati finanziari sono contraddistinti da una accentuata volatilità, tale da poter mettere a repentaglio l’investimento effettuato.

Per evitare un pericolo di questo genere, si deve perciò dare vita ad una lunga fase di studio preliminare e ad una serie di test tesi a capire se quanto studiato abbia sortito gli effetti giusti. Il proprio investimento va messo in sicurezza e per farlo occorre dispiegare una serie di tecniche, tra cui un Money Management di qualità.

Queste tecniche, appunto, devono essere saggiate, ovvero sottoposte a prova e la versione demo consente di farlo senza perdere i propri soldi nel caso l’operazione non abbia successo (e senza neanche guadagnare nel caso contrario, ovviamente).

Gli addetti ai lavori avanzano l’obiezione che essa, proprio per il fatto di togliere stress all’operazione, sia poco indicativa, ma senz’altro può cominciare a far capire al trader alle prime cosa lo attende ove decida di inaugurare operazioni reali.

Tra le piattaforme che sono in grado di offrire conti demo di qualità, assolutamente gratuiti, vanno ricordati eToro e AvaTrade, due dei migliori broker in assoluto. Il loro livello qualitativo è dimostrato proprio dai milioni di utenti che li hanno scelti per il proprio trading online. Per chi abbia intenzione di fare trading online senza complicazioni è senz’altro la scelta più indicata.

Conclusioni

Lo Swing Trading si pone a metà strada tra Intraday Trading e Buy and Hold Trading. Riesce quindi ad evitare una parte di stress derivante dal dover operare in archi di tempo ristretti e la noia tipica delle operazioni a lungo termine.

Si tratta di una tecnica adatta in particolare ai trader alle prime armi e che di rado vede l’intervento dei grandi investitori, in quanto presuppone una certa agilità.

Il mercato su cui si dispiega è quello del trading sul forex, per effetto della sua grande liquidità. Per entrare a mercato occorre individuare un trend monodirezionale e poi intervenire sull’asset selezionato, solitamente un’azione molto volatile e commerciata in modo da acquistarla in fase di grande debolezza e lucrare sulla sua successiva vendita.

La strategia deve però essere oggetto di attenta pianificazione, anche perché la posta in palio può essere più elevata di quella che caratterizza le operazioni giornaliere.

La redazione di Migliorbrokerforex.net consiglia l’utilizzo di questa strategia con i seguenti broker trading:

Su tutti questi brokers è possibile aprire un conto demo in modo gratis e col quale testare in modo efficace la strategia swing trading; inoltre è possibile aprire un conto reale versando soli 100€ di deposito iniziale ( per eToro ne occorrono 200€).

Iscriviti
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments