miglior broker forex

Hedging: Cos’è e come funziona questa strategia nel trading

Online il - Aggiornato il

Di Ivano Sabbioni

miglior broker forex

Che cos’è l’hedging? Possiamo davvero utilizzarlo anche noi, come fanno gli investitori professionisti, per tutelarci dai rischi nel settore degli investimenti e in particolar modo nel trading online?

E in caso di risposta affermativa, come possiamo farlo appunto al top, con costi ridotti e soprattutto in modo efficace?

Ci occuperemo proprio di questo nel corso della nostra guida di oggi, una guida breve e immediatamente operativa, per capire cos’è l’hedging, perché dovremmo tenerlo in considerazione per la carriera di trader e perché è uno strumento avanzato?

Cos'è e come funziona l'hedging nel trading
Rischi del mercato: l’hedging cerca di mitigarli

Vediamolo insieme, tenendo conto di quelli sono i migliori broker che ti permettono di farlo (qui per testare eToro con una demo gratis subito), con costi ridotti all’osso.

Una guida che abbiamo preparato con i nostri esperti della redazione e che è utile non solo a chi sta muovendo i primi passi, ma anche a chi ha già una certa esperienza nel mondo del trading ed è appunto disposto a fare quel passo in più per migliorare.

Vediamo insieme cosa c’è da sapere sull’hedging.

Di cosa parliamo in questa guida sull’hedging?

Prima di passare agli aspetti più tecnici e più interessanti per chi investe, vogliamo fornire a tutti un breve sommario, per capire appunto quali sono gli argomenti che sarà necessario affrontare per capire come funziona l’hedging e per metterlo in pratica.

  • Che cos’è l’hedging e perché è un argomento di cui pochissimi parlano, pur avendo appunto un grandissimo impatto sul nostro trading e sui nostri possibili ritorni.

Come abbiamo già detto, siamo davanti ad un sistema ideale per limitare i rischi e per mantenerli appunto sotto controllo. Ma come funziona esattamente?

  • Come fare hedging: ovvero andando a parlare delle tecniche più interessanti per questo specifico tipo di operazioni. Perché non è assolutamente facile operare con quelli che sono gli strumenti che un tempo erano riservati ai professionisti.

Anche se oggi hai comunque a disposizione grandi broker, come appunto FP Markets (che offre un gran numero di titoli per farlo), che ti permettono di investire al top su tutti quelli che sono gli asset ideali per fare hedging.

  • Perché la leva finanziaria è fondamentale e perché è uno degli strumenti più utilizzati dai professionisti proprio per fare hedging.

La leva appunto è un grandissimo strumento, che oggi è a disposizione anche di chi ha capitali ridotti da investire e sicuramente non milioni di euro da mettere sul piano della bilancia.

Senza tenere conto del fatto che Plus500 ti permette di applicarla co un solo click in fase di ordine, per un prodotto che appunto che ti offre grandi strumenti pur senza complicazioni.

  • Perché anche la vendita allo scoperto aiuta: altro strumento di un grandissimo impatto sia sul trading tradizionale, sia invece sulle strategie di hedging.

Sono molti gli argomenti che dovremo necessariamente analizzare nel corso della nostra guida sull’hedging.

Che conterrà appunto anche qualche pratico consiglio su come diversificare davvero.

E anche i broker come Capital.com ti offrono tutti gli strumenti, anche in demo per investire con l’hedging. Ma di questo avremo la possibilità di parlare anche tra pochissimo.

Che cos’è l’hedging?

L’hedging è una sorta di assicurazione sul nostro investimento. Quello che facciamo, quando scegliamo di operare con l’hedging, è appunto di controbilanciare i rischi dei nostri investimenti principali… con altri investimenti.

Facciamo un esempio pratico, per capire come funziona il mercato e come funziona appunto l’hedging. Immagina di avere investimenti molto importanti su un’azienda di energia rinnovabile.

Si presuppone che questa abbia un legame piuttosto diretto con gli incentivi che le economie sviluppate riconoscono appunto a chi utilizza questo tipo di energie.

Immagina che questo tipo di incentivi non dovessero essere rinnovati in una determinata economia. Il che si tradurrebbe in un calo del valore delle aziende collegate.

E che succerebbe di converso? Che probabilmente le aziende energetiche tradizionali, finirebbero per guadagnarne.

Chi fa hedging, in soldoni, copre i suoi investimenti in un determinato settore, investendo anche in quelle imprese che ne guadagnerebbero dalle perdite del nostro investimento.

Ovviamente è tutto più complicato di quanto abbiamo appena raccontato. Prendilo come un esempio di base di quello che possono offrire questo tipo di strategie.

La parola d’ordine, come vedremo tra pochissimo, è diversificare, ovvero cercare di impegnarsi su più mercati senza dover risentire necessariamente del crollo di uno dei nostri investimenti.

E per farlo, non hai alternativa che rivolgerti a broker che sono appunto in grado di offrire un gran numero di titoli e un gran numero di mercati. Come nel caso di eToro (che qui ti offre più di 2.000 titoli) – un broker ritenuto da moltissimi come ideale per investire con l’hedging.

Che vuol dire diversificazione e perché è importantissima per chi fa hedging

Passiamo ad analizzare altre questioni che riguardano appunto la possibilità di fare hedging.

Ti abbiamo appena parlato di diversificazione e del perché dovremmo ritenerla appunto come una delle migliori opportunità per chi vuole tutelarsi da crolli di mercato.

Ma che vuol dire diversificare? Vuol dire impegnare il proprio capitale possibilmente in titoli di mercati diversi e che magari sono anche di economie di riferimento diverse.

Chi investe tutto, per fare un esempio, in titoli bancari italiani, si espone alla possibilità che un crollo del settore (un problema diffuso, per intenderci) finisca per demolire il nostro capitale.

Cosa intendiamo per comparti? Facciamo anche qui degli esempi pratici, degli esempi che possono permetterti di andare a comprendere più a fondo quello che intendiamo quando parliamo di hedging:

  • Energetico: ne fanno parte le materie prime come petrolio e gas naturale, ma anche le società che operano in questo mercato, come ad esempio Eni;
  • Bancario e finanziario: ne fanno parte a diverso titolo banche, intermediari, società di gestione finanziaria e assicurazioni. Come ad esempio Santander e i tanti altri titoli bancari che abbiamo descritto sulle nostre pagine;
  • Automotive, come ad esempio Volkswagen come tante altre ottime aziende che abbiamo sempre recensito sul nostro sito;
  • Tech: in questo settore ci sono aziende che offrono servizi digitali, o ancora hardware per computer e informatica. Un esempio? Apple, oppure ancora le azioni di Google;
  • Criptovalute: un prodotto finanziario di ultima generazione, che include Bitcoin o tanti altri tipi di criptovalute presenti oggi sul mercato.

I comparti dunque che puoi scegliere per i tuoi investimenti sono diversi e ti invitiamo a farlo, perché appunto ci sono degli eventi che sono in grado di colpire tutto il settore di riferimento.

E avere tutti i propri investimenti nello stesso comparto è esattamente il contrario di quanto dovremmo fare per fare hedging.

Possiamo andare ad investire con broker, oggi, che ti permettono di investire su tutti i principali mercati del mondo, broker che appunto ti permettono di investire senza alcun tipo di problema in mercati che soltanto fino a qualche tempo fa erano preclusi per i non milionari.

Prova ad esempio con il conto demo di Plus500, un broker di grandissima qualità che permette a tutti di investire su tutti i migliori mercati.

Oggi non hai bisogno di migliaia di euro per fare trading in modo diversificato

La buona notizia che abbiamo per te è che oggi grazie ai migliori intermediari puoi andare ad investire al top su ogni tipo di comparto, anche senza andare ad investire somme importanti.

Questo è possibile grazie ai contratti CFD, dei contratti che permettono a tutti di investire anche in modo frazionale, ovvero senza necessariamente comprare il titolo intero.

Che vuol dire questo? Prendiamo l’esempio di azioni che costano 1.000 USD cadauna. Dovresti spendere almeno 1.000 USD per comprarle, giusto? E invece con i CFD puoi acquistarne anche soltanto una frazione, il che vuol dire che potrai investire somme molto più basse.

Questo ovviamente vale anche per i contratti su altri tipi di asset, come il petrolio (che viene scambiato sui mercati reali in contratti da 100.000 dollari), come il gas naturale, o anche l’oro.

Basta saper fare di conto di base per rendersi conto della grande opportunità che viene oggi offerta da broker di grande qualità come Capital.com (che qui puoi testare anche in demo gratis), opportunità che davvero fino a qualche tempo fa non avremmo neanche potuto sognare.

Perché la vendita allo scoperto è importantissima per fare hedging

Come abbiamo anticipato già dalla nostra introduzione sul tema dell’hedging, uno degli strumenti più importanti che abbiamo a disposizione oggi per farlo è proprio la vendita allo scoperto.

Di cosa parliamo? Parliamo di uno strumento, anche questo, che faceva parte appunto di quelli che erano i migliori servizi offerti a dei professionisti fino a qualche tempo fa, e che oggi invece possiamo utilizzare anche noi appunto per fare trading online al top.

Con la vendita allo scoperto puoi appunto andare a puntare sul ribasso di un titolo di qualunque tipo, che sia un indice, oppure ancora un’azione, una materia prima oppure una valuta.

Perché è interessante questo strumento per chi appunto vuole fare hedging? Perché possiamo ad esempio puntare, in senso inverso, su due titoli dello stesso comparto, puntando al rialzo su uno dei due che riteniamo che sarà appunto meglio performante, e poi puntando al tempo stesso sul ribasso del titolo in parallelo, sempre nello stesso comparto.

Un modo intelligente di sfruttare sia un trend negativo di settore sia le performance superiore di uno dei titoli del comparto stesso.

Una tecnica che è appunto utilizzata da anni da chi appunto va ad operare con strategie professionali sui migliori mercati.

Anche FP Markets offre vendita allo scoperto con un solo click, per operare con questo tipico strumento di hedging.

La leva finanziaria per operare hedging con capitali ridotti

I capitali ridotti non sono più un problema per fare hedging. Se prima è vero che avevi bisogno di andare ad investire in modo diversificato dovevi necessariamente avere a disposizione capitali importanti, oggi con i contratti CFD puoi investire, anche grazie alla leva finanziaria, al top.

La leva finanziaria è un sistema che ti permette di investire a margine, dove dovrai andare a coprire appunto soltanto la differenza di prezzo del titolo.

Questo vuol dire che potrai investire fino a 30 volte il capitale che hai a disposizione con ad esempio il Forex, e meno con gli altri asset, sempre però moltiplicando le potenzialità del tuo capitale.

La leva finanziaria può essere applicata, ancora una volta, con un solo click, a patto che appunto tu sia disponibile ad investire con il top dei broker.

Come anche eToro (qui per testarlo sempre con le demo gratis).

Conviene fare hedging?

L’hedging, non te lo nascondiamo, non è una pratica che deve interessare tutti. Siamo davanti ad un sistema che è intelligente per chi vuole limitare i rischi e soprattutto cercare di proteggersi appunto tramite investimenti in altri settori.

È una pratica che noi appunto andiamo a consigliare a chi volesse avere degli strumenti avanzati per la gestione di portafogli complessi.

Tutti, con il tempo, dovrebbero arrivare appunto alla necessità di sviluppare strategie di hedging.

E se vuoi rendertene conto da solo, puoi andare ad investire con capitale virtuale con Capital.com, un broker di grande qualità che permette appunto di avere a disposizione tutti gli strumenti necessari per fare hedging.

I fondi hedge c’entrano qualcosa?

No. Perché appunto i fondi hedge sono nati per le necessità di gestione dei capitale di milionari o quasi.

Persone che giocano un’altra partita, che versano almeno 500.000 euro per partecipare al fondo e che seguono logiche che qui non possono essere oggetto di dibattito.

Fare hedging è una cosa assolutamente diversa e per questo ti consigliamo di lasciarti alle spalle i fondi hedge, ai quali, il giorno in cui arriverai, potrai cominciare a pensare.

Conclusioni: l’hedging è importante, comincia a conoscerlo da subito

Siamo giunti al termine della nostra guida e ti lasciamo con qualche riflessione.

L’hedging è una tecnica che è utilizzata da sempre dai trader professionali e che tutti dovrebbero tenere in considerazione per fare trading al top.

Comincia a conoscere questa tecnica, anche andando a scegliere uno di qualunque dei broker che ti abbiamo consigliato nel corso della nostra guida.

E continua a leggere MigliorBrokerForex.net, dove troverai approfondimenti importanti per ogni tipo di strategia, tecnica e titolo!

Iscriviti
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments