miglior broker forex

Trading con Unicredit, conviene? Recensione e alternative

Online il - Aggiornato il

Di Antonio Possentini

miglior broker forex

Unicredit è una delle banche più grandi in Italia, insieme a San Paolo l’unica ad essere competitiva anche in tutto il mercato europeo.

Le mosse della banca negli ultimi anni le hanno permesso di consolidare la sua posizione e la sua quota di mercato, diventando un istituto di credito che muove letteralmente l’economia italiana.

Tra i vari servizi che vengono proposti ai clienti c’è anche la possibilità di fare trading online: anche stavolta, abbiamo deciso di mettere alla prova noi stessi le potenzialità della piattaforma.

Se segui MigliorBrokerForex, probabilmente sai che ci occupiamo già dal 2012 di recensire i migliori servizi di investimento.

Vista la rilevanza di questo marchio, non potevamo fare a meno di recensire anche il servizio di Unicredit.

trading online unicredit recensione
Fare trading online con Unicredit conviene? Scoprilo nella nostra guida completa – Infografica a cura di MigliorBrokerForex.net

Come sempre lo faremo con occhio critico ed oggettivo; andremo anche a fare un confronto con le principali alternative, che oggi più che mai sono attraenti.

Broker come eToro (scoprilo sul sito ufficiale qui), infatti, tendono a rubare regolarmente la scena alle banche. Sarà così anche in questo caso? Seguici per scoprirlo.

Cosa offre Unicredit nel trading

Andiamo ad analizzare l’offerta di Unicredit, punto per punto, come siamo abituati a fare.

Qui prenderemo in considerazione tutte le caratteristiche importanti del servizio, quelle che devi assolutamente conoscere prima di affidare ad una piattaforma del capitale da investire sui mercati finanziari.

Useremo anche i migliori broker di CFD come termine di riferimento, in modo che tu possa avere un paragone sempre presente con i servizi di investimento più popolari in Italia e in Europa.

1 – Strumenti disponibili

L’elenco di strumenti finanziari che si possono negoziare con Unicredit non è molto ampio, il che ci ha sicuramente deluso. Da una banca così grande ci si aspetterebbe più varietà.

A disposizione dei trader ci sono:

  • Azioni dei listini europei e italiani;
  • Titoli di Stato, non molto interessanti per chi vuole fare trading;
  • ETF ma non in grandissima quantità.
  • Warrant e covered warrant, un mercato piuttosto avanzato che solitamente viene negoziato soltanto da investitori istituzionali.

Così non abbiamo la possibilità di negoziare materie prime, criptovalute, azioni di mercati emergenti e molto altro.

Nel complesso, la nostra operatività è molto limitata. Soprattutto se facciamo un confronto diretto con Trade.com (scopri la sua offerta sul sito ufficiale) e gli altri broker consigliati dalla nostra redazione.

Ci sono comunque alcune opzioni interessanti per coloro che vogliono fare un ragionamento di tipo diverso. Se vogliamo investire sul lungo termine, con una strategia da “cassettisti”, la piattaforma di Unicredit può andar bene.

Manca la scelta di strumenti e di leva finanziaria che, però, contraddistingue il trading vero e proprio fatto di speculazione e operazioni chiuse in poche ore o giorni.

2 – Tipi di conto e piattaforma

Questo è senza dubbio l’aspetto più deludente di Unicredit, che nel trading si rivela ben al di sotto di un servizio come quello di Capital.com (scopri i vantaggi sul sito del broker).

Abbiamo un account base con funzioni estremamente limitate, praticamente inutilizzabile da chi vuole fare trading vero e proprio.

Per avere un sistema di trading efficace dobbiamo necessariamente fare l’upgrade a Money Trading Advanced, la piattaforma più completa messa a disposizione da Unicredit dietro il pagamento di un canone mensile.

In questo modo riusciamo ad avere, per lo meno, il book a 5 livelli ed il grafico dei prezzi aggiornato in tempo reale.

Questo tipo di broker non è il broker che vorremmo davvero utilizzare nelle nostre contrattazioni. Abbiamo anche un abbonamento aggiuntivo per sbloccare i mercati americani e per le funzionalità extra.

Se vogliamo sfruttare a pieno le funzionalità di Money Trading Advanced, ci ritroviamo a pagare circa 40 euro al mese di abbonamento.

Questo per ottenere in cambio molto meno di quel che eToro ci offre gratuitamente: un rapporto qualità/prezzo davvero poco conveniente, almeno al giorno d’oggi.

Probabilmente la banca ha deciso di non puntare molto sui servizi di trading online. Fino a poco tempo fa, il gruppo Unicredit puntava soprattutto sul suo marchio Fineco per questo tipo di operazioni.

Con l’uscita di Fineco dall’ecosistema Unicredit, però, non capiamo davvero perché la banca non faccia un passo in più verso i suoi clienti interessati al trading.

3 – Costi di negoziazione

Altro punto a sfavore per i servizi di trading di Unicredit, in assoluto tra i più costosi che abbiamo recensito nel corso degli anni.

Spesso mettiamo in guardia i lettori su questo punto. Le banche italiane tendono a proporre commissioni così alte ai clienti che, anche azzeccando le entrate sul mercato, diventa difficile chiudere le posizioni in profitto.

Questo non è solo uno di quei casi, ma è anche uno di quelli più eclatanti.

Per fortuna esiste un tetto fissato a 19,95€ per eseguito, in modo che la commissione non possa andare oltre questa cifra. Il che è interessante se vuoi investire 100.000€, altrimenti non lo è.

Considerando che non abbiamo la possibilità di sfruttare a pieno la leva finanziaria come avviene su Trade.com (prova gratis la piattaforma da qui), questa è una cifra molto alta.

Le commissioni medie non sono molto più basse di quella massima, quindi preparati a sostenere dei costi importanti se decidi di fare trading con Unicredit.

C’è di più.

unicredit trading opinioni
Giudizio complessivo sul servizio di trading di Unicredit (voto minimo = 1, massimo = 10) – Infografica a cura di MigliorBrokerForex.net

Questo tetto a 19,95€ è disponibile soltanto per i clienti che decidono di attivare l’abbonamento, già molto costoso, al servizio di Money Trading Advanced.

Per quelli che hanno un conto base, le commissioni sono ancora più alte e rendono davvero in avvicinabile la piattaforma. Non parliamo di quelle previste per coloro che piazzano i loro ordini in filiale o per telefono.

Pro e contro del trading con Unicredit

I tre punti principali di confronto tra Unicredit e gli altri broker online, come avrai notato, non sono stati molto favorevoli alla banca.

Le nostre sono osservazioni oggettive, non ci piace parlare male dei servizi di trading online nati in Italia. Anzi, in futuro speriamo di poter trovare una piattaforma di cui essere pienamente soddisfatti.

Per andare a fare un elenco più completo di vantaggi e svantaggi, qui ti riassumiamo cosa ci è piaciuto di più e cosa ci è piaciuto di meno.

I pro del servizio di Unicredit sono:

  • La gamma di strumenti obbligazionari ed ETF, più ampia rispetto a quella offerta dai broker di CFD;
  • Il fatto che tutte le funzionalità di trading possono essere gestite con lo stesso servizio di home banking che usiamo per tutte le altre nostre operazioni, anche se può rappresentare allo stesso tempo un elemento confusionale;
  • L’esperienza sulla piattaforma avanzata, malgrado il costo incisivo dell’abbonamento.

I contro, invece, sono soprattutto:

  • Un ventaglio di strumenti troppo ristretto per quanto riguarda gli asset più speculativi;
  • Costi eccessivi e troppe poche opzioni per chi non è disposto a pagare un abbonamento completo alla piattaforma più avanzata;
  • Poche opportunità di personalizzazione dell’interfaccia e commissioni sugli ordini che non riescono ad essere competitive rispetto alla concorrenza.

Sono tutti aspetti su cui sicuramente ci sono ampi margini di miglioramento, specie se facciamo un confronto diretto con quello che ci viene offerto da altri servizi che abbiamo menzionato nel corso della guida.

Ti consigliamo di leggere la nostra recensione completa di Capital.com per scoprire quali sono le caratteristiche di una piattaforma effettivamente da premiare.

Le migliori alternative al trading con Unicredit

Con otto anni di esperienza nei test e nella recensione di piattaforme di trading, abbiamo ormai raccolto tante informazioni e tanti commenti da parte dei nostri utenti.

A fronte di quello che abbiamo avuto modo di provare sulla piattaforma di Unicredit, non ci sentiamo di inserire questo marchio all’interno della nostra classifica dei migliori broker in circolazione.

Qui sotto puoi trovare la tabella completa dei servizi che ti consigliamo. Si tratta di piattaforme di trading adatte sia ai principianti che agli investitori più avanzati. Tutti i broker sono:

  • Regolamentati in Europa ed autorizzati ad operare in Italia da Consob;
  • Convenienti sul fronte delle commissioni, molto importanti per un trader che vuole risultare profittevole;
  • Disponibili ad aiutare gli investitori tramite un’assistenza clienti completa, sia per via telefonica che attraverso email e chat;
  • Attenti ad aumentare regolarmente una base di strumenti negoziabili già molto ampia, decisamente più varia di quella che puoi trovare sulla piattaforma di Unicredit;
  • Accessibili anche da smartphone, attraverso le app dedicate.
Migliorbrokerforex.net

UNICI BROKERS ONLINE RACCOMANDATI DA MIGLIORBROKERFOREX.NET

Recensione ETORO

  • Social & CopyTrading
  • CopyPortfolios & Popular Investor
  • Crypto Staking e Azioni Realstock

Licenze: CySEC/FCA/ASIC

Prova gratis ETORO

67% of retail CFD accounts lose money.

Recensione CAPITAL.COM

  • Intelligenza Artificiale
  • Analisi & Segnali Trading Central
  • Bot Trading con MT4 & TradingView

Licenze: CySEC/FCA/NBRB

Prova gratis CAPITAL.COM

67,7% of retail CFD accounts lose money.

Recensione FP MARKETS

  • Spreads da 0.0 pips
  • Leva 500:1
  • BOT, Algo & AutoTrading

Licenze: CySEC/ASIC

Prova gratis FP MARKETS

Capitale a rischio.

Recensione TRADE.COM

  • MetaTrader 4/5 Gratis
  • Segnali Trading gratuiti
  • Livecoach Gratis 1:1

Licenze: CySEC/FCA

Prova gratis TRADE.COM

79,80% of retail CFD accounts lose money.

Recensione IQ OPTION

  • Trading piccole somme [1 e 10€]
  • Opzioni FX & Auto Analisi tecnica
  • Segnali Social Trading

Licenze: CySEC/FCA

Prova gratis IQ OPTION

Capitale a rischio.

Recensione AVATRADE

  • Ava Protect
  • Strumenti analisi avanzata
  • Didattica gratuita

Licenze: CySEC/FCA

Prova gratis AVATRADE

Capitale a rischio.

Recensione PLUS500

  • Zero commissioni
  • Spreads stretti
  • Broker multipremiato

Licenze: CySEC/FCA

Prova gratis PLUS500

Capitale a rischio.

Trading con Unicredit: opinioni e considerazioni finali

Nel complesso, Unicredit non ha ancora sviluppato una soluzione di trading che possa dimostrarsi realmente competitiva sul mercato italiano; tanto meno possiamo pensare ad un aumento internazionale del successo di questo servizio.

Giustamente, le banche italiane non sono focalizzate sui servizi di trading.

Le priorità di un istituto di credito, soprattutto per le dimensioni che ha Unicredit, sono altre. Concedere mutui, aprire linee di credito per le aziende, negli ultimi anni anche l’intermediazione immobiliare.

In tutto questo, non ci sono grandi interessi o tante risorse da dedicare allo sviluppo di una soluzione di trading realmente efficace.

Il risultato è una piattaforma che aggiunge un servizio ai tanti altri previsti dal software di internet banking di Unicredit, ma niente di più.

Non possiamo realmente mettere a confronto questa piattaforma, con questi costi, con quel che ci viene offerto dalle aziende che si concentrano in modo specifico nei servizi di trading online.

Broker come eToro (visita il sito ufficiale da qui) continuano ad essere decisamente più competitivi su tutti i fronti, grazie ad un focus molto preciso sui servizi di trading.

logo etoro
eToro è un broker molto conosciuto per via delle sue funzionalità “social trading” e “copy trading”

eToro ti permette persino di:

  • Copiare in automatico i migliori trader, grazie ad un servizio dedicato chiamato social trading (scopri come funziona);
  • Provare tutti i servizi offerti a chi ha un conto reale, utilizzando però un conto demo con 100.000 euro virtuali offerti gratuitamente dalla piattaforma;
  • Creare argomenti di conversazione e confrontarti con trader da tutta Europa -e non solo- per conoscere in ogni momento le analisi e le informazioni più importanti in arrivo dai mercati.

Rimaniamo comunque fiduciosi. Magari, dopo il distacco dalla realtà di Fineco, Unicredit deciderà di investire di più sulle soluzioni di trading online e svilupperà un’offerta più competitiva.

Per il momento, però, possiamo soltanto dire che avevamo aspettative ben più alte di quel che abbiamo effettivamente riscontrato sulla piattaforma.

Iscriviti
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments