miglior broker forex

Hedge Funds: cosa sono e come funzionano i fondi speculativi

Online il

Di Antonio Possentini

miglior broker forex

Gli hedge funds sono tra gli investimenti speculativi più esclusivi al mondo. Intorno a questo universo ruotano migliaia dei migliori esperti di finanza al mondo, con barriere molto selettive all’entrata: raramente, infatti, vengono accettati clienti che siano disposti a investire meno di 1 milione di euro.

Il concetto di base è simile a quello dei fondi d’investimento comuni:

  • Abbiamo i manager del fondo, che cercano di far ottenere ai loro clienti il più alto rendimento possibile con il minimo dei rischi;
  • Ci sono delle persone che partecipano al fondo, delegando ai manager l’onere di investire i propri soldi;
  • In cambio del servizio che ricevono, i clienti pagano una commissione.

Ma queste poche somiglianze non devono ingannarti. Per tutti gli altri aspetti, gli hedge funds sono molto diversi dai fondi d’investimento comuni. Abbiamo asset diversi, rischi diversi e commissioni diverse. Sei pronto a scoprire tutte queste differenze? Iniziamo subito.

hedge funds
Gli hedge funds sono fondi speculativi ad alto rischio, riservati ad investitori di grosso calibro – Infografica a cura di Migliorbrokerforex.net

Non solo faremo una spiegazione dettagliata degli hedge funds, ma ci concentreremo anche sulle differenze con il mondo del trading online. Chi fa trading usando un broker affidabile come FP MARKETS (visita il sito ufficiale) si trova infatti a compiere azioni molto simili a quelle di un gestore di hedge funds.

Puoi leggere la nostra recensione di FP MARKETS qui.

Hedge funds vs Fondi comuni d’investimento

Gli hedge funds non sono diversi dai fondi comuni d’investimento soltanto per il loro profilo finanziario. Se vogliamo essere precisi, la differenza esiste anche a livello giuridico. Con le loro caratteristiche uniche, infatti, questi fondi sono stati disciplinati dalla legge con alcune disposizioni separate. Nel TUF -il principale testo di riferimento per le normative finanziarie- vengono spesso chiamati fondi speculativi.

Questi fondi hanno un profilo di rischio e potenziale rendimento molto più alto di quello dei fondi d’investimento comuni. Infatti:

  • Possono operare sia sugli strumenti finanziari veri e propri, che sui loro derivati (come si fa su eToro, il broker più popolare in Italia);
  • Hanno la possibilità di vendere allo scoperto gli strumenti su cui prevedono che, nei prossimi mesi, si avrà un calo di prezzo;
  • Offrono strumenti finanziari rischiosi come opzioni, finanziamenti di startup e così via, che esulano dalle normali azioni e obbligazioni;
  • Possono sfruttare la leva finanziaria per investire somme più alte di quelle di cui dispongono a tutti gli effetti;
  • Non hanno limiti alla loro attività. Il gestore può investire su strumenti finanziari, immobili, o persino criptovalute e opere d’arte se lo ritiene opportuno (possono esistere limiti di mandato).

I vantaggi degli hedge funds

Ci sono delle motivazioni valide per cui alcune delle persone più ricche del mondo affidano il proprio denaro ai gestori di hedge funds. In prima battuta, sono dei fondi molto diversificati. Come accennavamo prima, possono investire in ogni modo dentro e fuori dai mercati finanziari.

Che sia l’acquisto di azioni o la speculazione sul trading di imbarcazioni di lusso, finché il mandato non lo esclude il manager può fare quel che gli pare. Il che aiuta anche ad approfittare di tutte le fasi di mercato. Parlando di fasi di mercato, i fondi d’investimento comuni tendono a performare bene soltanto quando i mercati finanziari crescono. Il gestore può essere bravo a scegliere gli asset migliori, ma non può invertire l’andamento dell’economia globale.

vantaggi hedge funds
Vantaggi Hedge Funds

Gli hedge funds, al contrario, possono approfittare della vendita allo scoperto per generare profitti anche durante le crisi. Anzi, interi hedge funds si basano proprio su questa strategia. Alcuni dei fondi più redditizi al mondo si basano sull’accumulo di piccole perdite quando l’economia globale cresce, ma generano enormi profitti al primo accenno di un declino.

Inoltre il gestore, usando la leva finanziaria, può amplificare la portata del capitale dei suoi clienti.

Questo è molto simile a quello che accade nel trading, ad esempio quando facciamo trading sul Forex con FP MARKETS (scopri di più sul sito del broker). Andando avanti con i vantaggi degli hedge funds, dobbiamo anche menzionare il fatto che siano gestiti -di solito- da persone molto esperte.

Se tu fossi uno dei più grandi analisti di mercato al mondo, preferiresti guadagnare 200.000€ l’anno per essere al vertice di un fondo d’investimenti comune o 20.000.000€ per gestire un hedge funds? Le altissime remunerazioni dei gestori sono fonte di competizione, che porta solo i migliori ad arrivare a gestire un fondo speculativo di successo.

Gli svantaggi degli hedge funds

Tutto quello che abbiamo detto fino a questo momento non è altro che un’enorme arma a doppio taglio.

svantaggi hedge funds
Svantaggi Hedge Funds

Letteralmente, ogni cosa del paragrafo precedente è un bonus a suo modo, ma anche un malus. Analizziamo la cosa. Se il gestore può investire su asset di ogni genere e sorta, questo aiuta la diversificazione. Ma quando si tratta di investire su strumenti ad alto rischio, come criptovalute e startup, ci fidiamo di mettere i nostri soldi in beni che non hanno una quotazione di Borsa?

D’altronde lo sappiamo. Il rischio e il potenziale rendimento vanno sempre a braccetto. E niente, nel mondo del risparmio gestito, si avvicina al rischio di un hedge fund. Il rischio è un elemento che ritroviamo anche per quanto riguarda la vendita allo scoperto e l’uso della leva finanziaria. Certo, queste sono due tra le opzioni migliori in assoluto che uno speculatore ha a disposizione per avere la migliore performance possibile quando riesce a prevedere l’andamento di mercato.

Non è un caso che, ancora una volta, ci sia un’analogia con il trading: anche su eToro (scopri il sito ufficiale del broker) si possano usare questi elementi a proprio vantaggio. Il punto nodale della questione, però, è che se sbagliamo i nostri investimenti ci ritroveremo a perdere di più che se non avessimo a disposizione la leva e lo short selling (vendita allo scoperto). Da ultimo, uno svantaggio tanto evidente quanto fondamentale: un milione di euro.

Un milione di euro è la somma minima che ci rende in grado di accedere agli hedge funds meno esclusivi. Quelli più selettivi richiedono dai 20 ai 50 milioni per poter diventare clienti. Va da sé che, volenti o nolenti, i risparmiatori medi sono comunque tagliati fuori dalla possibilità di investire in fondi speculativi.

Il più grande problema degli hedge funds

Non devi pensare che ci sia una ristretta cerchia di milionari che gode di enormi ritorni e privilegi grazie al fatto di poter investire in hedge funds.

Anzi, per la verità ti sorprenderebbe sapere quanti “ricchissimi” del mondo hanno evitato di investire in fondi speculativi, criticandoli apertamente. Dagli imprenditori agli analisti stessi, ci sono diatribe accese in merito. Ovviamente molte critiche riguardano il rischio di questi fondi, di cui abbiamo già parlato. Ma non è questo il loro problema principale.

L’aspetto più critico e meno invogliante di questo sistema sono le commissioni applicate agli investimenti. Come dicevamo poco più in alto, i gestori di hedge funds guadagnano cifre davvero importanti; i top manager hanno un salario di 5-20 milioni di euro l’anno.

hedge funds commissioni
Le commissioni sono uno dei problemi principali degli hedge funds – Infografica a cura di Migliorbrokerforex.net

Ma da dove arrivano questi soldi?

Ovviamente dalle tasche degli investitori. Devi sapere che nei fondi speculativi vige una regola generale detta “2-20”:

  • Il 2% della somma investita da ogni aderente, tutti gli anni, gli viene sottratta come commissione;
  • Un altro 20% viene prelevato da tutti i profitti dell’esercizio in corso, se ci sono stati.

Se ci pensi è davvero un sistema di commissioni spropositato. Dovremo pagare il 2% di commissioni anche quando il nostro portafoglio è in perdita, anche se siamo in una perdita colossale già da anni. Quando invece vediamo dei profitti, al gestore ne spetta 1/5 del totale. Si fa in fretta a comprendere la ricchezza dei manager dei fondi speculativi.

Le commissioni, tutt’altro che basse, aggiungono un ulteriore fattore di rischio al nostro investimento. Per andare in pari, infatti, è necessario che di anno in anno almeno il 2% di ritorno sia presente solo per ripagare le commissioni di base.

Hedge funds vs Trading online

L’investimento più simile agli hedge funds, a tutti gli effetti è il trading online. L’unica cosa che cambia è che faremo le operazioni per conto nostro anziché delegare un gestore. Per il resto le due cose sono molto simili, infatti possiamo:

  • Comprare o vendere strumenti allo scoperto;
  • Spaziare dal forex alle criptovalute, dalle azioni alle materie prime (finché gli strumenti sono quotati);
  • Utilizzare la leva finanziaria per potenziare il valore del nostro capitale;
  • Investire tanto sul breve quanto sul lungo termine;
  • Creare situazioni ad alto rischio, ma altrettanto ad alto rendimento potenziale.

Metti tutte queste cose insieme e ti accorgerai che i fondi d’investimento comuni sono meno simili ai fondi speculativi di quanto lo sia il trading.

A differenza degli hedge funds, però, ci sono altre caratteristiche importanti:

  • Le commissioni sono decisamente più basse, e si paga soltanto un piccolo spread tra domanda e offerta;
  • Non dobbiamo prestare fiducia ad altre persone, perché siamo noi stessi a decidere le sorti del nostro capitale;
  • Possiamo mitigare il rischio scegliendo il livello di leva finanziaria e di diversificazione del nostro portafoglio;
  • Per cominciare usando uno dei migliori broker in circolazione, come eToro (puoi registrarti gratis a questo indirizzo – CONTO PROVA GRATIS) bastano appena 200€ per iniziare a fare trading con denaro reale.

Se diventiamo noi stessi i protagonisti delle nostre decisioni, dunque, sacrifichiamo la comodità di una delega ma troviamo dall’altra parte tanti vantaggi. A ognuno la sua scelta.

L’alternativa più accessibile: I copyportfolios di eToro

Se stai leggendo una guida sugli hedge funds, molto probabilmente stai cercando un modo per investire che non ti richieda di gestire personalmente il denaro, e che abbia un alto profilo di rischio/rendimento. L’alternativa più pratica sono i CopyPortfolios di eToro (scoprili sul sito ufficiale), una funzionalità molto particolare di questo broker.

etoro copyportfolios
I copyportfolios sono un’ottima alternativa agli hedge funds per chi non ha somme milionarie da investire

I portafogli vengono creati in automatico dal broker, e gestiti da alcuni analisti molto noti che si occupano di ottimizzarne ogni giorno la composizione. Questi portafogli contengono azioni di tutti i principali settori in crescita: pagamenti da smartphone, energia pulita, guida autonoma e così via. Investono su società già affermate come principali pionieri e protagonisti di questi mercati, senza mancare di creare differenziazione all’interno del fondo.

Puoi trovare l’elenco completo sul sito del broker cliccando qui.

Il risultato sono dei portafogli rischiosi, ma anche potenzialmente molto redditizi. Non dobbiamo gestire noi gli investimenti in prima persona, ma le commissioni sono minime e il capitale necessario per investire è molto esiguo. Nel complesso, sono un’alternativa molto valida agli hedge funds che dovresti prendere in considerazione.

Iscriviti
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments