miglior broker forex

Supporti e Resistenze: guida ai livelli chiave nel Trading

Online il - Aggiornato il

Di Antonio Possentini

miglior broker forex

I livelli chiave sono un concetto molto importante con cui ogni trader deve prendere familiarità.

Ogni strumento finanziario, in ogni momento, ha dei valori chiave da osservare. Questi prendono nomi diversi a seconda di dove si trovano rispetto al prezzo:

  • I supporti sono livelli chiave che hanno un valore inferiore al prezzo attuale;
  • Le resistenze, invece, si trovano al di sopra del prezzo attuale dello strumento.

In questa guida vogliamo rispondere alle domande più comuni e importanti che circondano i livelli chiave di prezzo nel trading online:

  • Come capire quali siano i livelli chiave;
  • In che modo possono essere sfruttati per fare previsioni;
  • L’errore comune che fa perdere denaro ai trader inesperti quando si affacciano sui livelli chiave.

Se questa è la prima volta che ne senti parlare, sappi che il tuo viaggio incomincia oggi ma ti accompagnerà in tutta la tua carriera di trader.

Questi sono elementi con cui avrai a che fare tutti i giorni sui grafici, diventando ogni giorno più bravo a interpretarli.

Ti consigliamo di aprire un conto demo gratuito su eToro (puoi farlo qui) in modo da esercitarti mentre leggi la guida.

Capire supporti e resistenze

Prima di tutto dovresti capire il motivo per cui esistono dei livelli chiave nel trading e perché sono così importanti per chiunque voglia operare in questo settore.

Cominciamo con le resistenze.

Osservando il grafico di una coppia di valute qualunque, ti accorgerai che esistono dei livelli di cambio che difficilmente vengono superati. Quando il cambio raggiunge questi livelli, possono capitare due cose:

  • Il cambio “rimbalza“, quindi il suo valore non sale al di sopra della resistenza e ritorna a scendere.
  • La resistenza viene “bucata” e in tal caso il valore del cambio sale rapidamente ancora più in alto.

Lo puoi vedere bene nell’immagine qui sotto.

resistenza trading online esempio
Come vedi nell’immagine, il prezzo inverte spesso la rotta quando tocca la resistenza. Ma se riesce a “bucarla”, il trend rialzista prende forza – Infografica a cura di MigliorBrokerForex.net

L’immagine rappresenta un vero grafico del prezzo dell’oro. Come vedi si sono formate resistenze molto evidenti, che una volta superate hanno dato il via ad un netto rialzo del prezzo.

L’esatto contrario avviene quando ci troviamo di fronte ad un supporto. In questo caso il prezzo tende a rimbalzare verso l’alto in vista del livello chiave; se il prezzo “buca” il supporto, però, inizia a correre verso il basso.

supporto trading online esempio
Osserva come il prezzo rimbalza in vista del supporto per due volte, salvo poi bucarlo nettamente a ribasso – Infografica a cura di MigliorBrokerForex.net

Anche in questo caso ti sottoponiamo un grafico reale, tratto dal prezzo del petrolio in un giorno specifico del 2020. Come puoi vedere, un supporto molto chiaro si è formato ed ha visto rimbalzare il prezzo su di sé.

Quando il supporto è stato bucato, il prezzo ha continuato a scendere rapidamente verso un livello sensibilmente più basso.

Vuoi provare a fare trading con supporti e resistenze, ma senza correre rischi? Per imparare, una buona scelta è quella di aprire un conto demo gratuito su FP Markets (puoi farlo qui).

Le tipologie di livelli chiave

Non tutti i supporti e le resistenze sono uguali. Ci sono alcune cose che dovresti sapere per riuscire a identificare i livelli chiave nel modo corretto e attribuire loro il giusto peso nelle tue operazioni.

In questa sezione della guida ti mostreremo tutte le tipologie di supporto e resistenza che vengono insegnate ai trader nei corsi avanzati. Sono elementi che in un primo momento potranno sembrare difficili, ma col tempo ti saranno familiari.

1 – Supporti e resistenze statiche

Negli esempi di prima abbiamo visto dei supporti e delle resistenze statiche, perché il loro valore era fisso. In questo caso, la rappresentazione sul grafico appare come una linea orizzontale.

Questo tipo di livelli chiave è molto semplice da individuare, perché ti basta andare a guardare il grafico e osservare in quali punti il prezzo è rimbalzato.

Se sei entrato da poco nel mondo dell’analisi tecnica per il trading, dovresti concentrarti proprio su questo tipo di elementi. Oltre ad essere più semplici da individuare, sono anche più semplici da interpretare per capire come investire.

Nella seconda parte della guida vedremo come investire in base ai diversi tipi di supporto e resistenza, ma per ora ti basta saper distinguere quelli statici da tutti gli altri.

Puoi aprire una demo gratuita su eToro per imparare ad usare supporti e resistenze.

2 – Livelli chiave dinamici

In alcuni casi, lo strumento finanziario che stiamo considerando si trova già in una fase di trend rialzista o ribassista. In questi casi non troveremo supporti e resistenze statici, ma dinamici.

La differenza è che non si tratta di livelli di prezzo ben definiti, ma piuttosto di canali di prezzo che si muovono lungo il grafico. Trovi un esempio concreto nell’immagine qui sotto.

Supporti e resistenze “dinamici” servono a interpretare i livelli chiave di un trend – Infografica a cura di MigliorBrokerForex.net

Guarda bene l’immagine, tratta da un grafico reale delle azioni Amazon. Come puoi notare, i supporti e le resistenze sono rappresentati da linee oblique e non orizzontali.

Quando il primo trend ha tagliato il suo supporto, il prezzo ha iniziato a scendere creando un netto periodo ribassista. Puoi notare anche una media mobile che è stata messa in azzurro come rafforzamento dell’ipotesi.

Anche il secondo trend, poi, è stato interrotto da un taglio della resistenza dinamica. In questo caso è stato generato un segnale rialzista, che infatti ha visto poi il prezzo proseguire verso l’alto.

Identificare i supporti e le resistenze (puoi farlo con una demo gratuita attivata qui) di questo genere è più complesso, soprattutto quando i prezzi di apertura e chiusura delle candele non formano un percorso del tutto preciso.

Parlando di prezzi di apertura e di chiusura, di solito sono questi che vengono utilizzati per andare a identificare i supporti dinamici e le resistenze dinamiche. Risultano più efficaci dei massimi e minimi delle singole candele, una cosa da tenere a mente.

Utilizzando il conto demo di Plus500 (puoi aprirlo gratis qui) avrai accesso a tutti i grafici dei principali asset al mondo, con la possibilità di negoziarli senza rischi. Non perdere l’occasione per registrarti e iniziare a fare pratica con i livelli chiave dinamici.

3 – Livelli psicologici di prezzo

In alcuni casi non vediamo il prezzo rimbalzare in un punto dove è già rimbalzato in precedenza, ma su altri livelli definiti “psicologici“. Anche questi, nel momento in cui vengono tagliati, possono generare segnali forti.

Nota: puoi sfruttare anche la prova gratuita dei segnali trading di Capital.com qui.

I livelli psicologici sono dati da valori che il prezzo non ha mai raggiunto, ha raggiunto molto raramente oppure rappresentano una cifra tonda.

Per fare un esempio, l’euro e il dollaro americano non hanno mai raggiunto la parità di valore. In parole più semplici, l’euro è sempre stato più “forte” del dollaro americano.

Se mai una crisi europea dovesse portare il dollaro al valore 1:1 con l’euro, si andrebbe incontro ad una soglia psicologica molto forte. Se sfiorata potrebbe generare un rimbalzo forte, se tagliata nettamente darebbe il via ad un’altra serie di ribassi.

Un altro esempio classico è quello del petrolio. Come forse già saprai, questo è quotato in diverse Borse. Le quotazioni più note sono quelle del WTI americano e del Brent a Londra, che rappresentano due tipi diversi di petrolio con composizioni chimiche differenti.

Nella storia, il WTI è sempre costato meno del Brent. Quando i due valori si avvicinano tra di loro o addirittura si invertono, come è successo nel caos che è seguito a Brexit, si raggiunge un livello chiave psicologico molto forte.

Da ultimo, i livelli psicologici possono verificarsi in occasione di cifre tonde: se un’azione oscilla da tempo intorno ai 95$, i livelli chiave psicologici possono essere un supporto a 90$ e una resistenza a 100$.

Utilizzando il conto demo di Capital.com (visita il sito ufficiale), puoi osservare da vicino come i prezzi rimbalzano intorno ai livelli chiave psicologici di prezzo. Si nota bene soprattutto sul mercato delle azioni.

Livelli chiave di breve e lungo termine

C’è un concetto spesso trascurato che risulta però molto importante quando si fa trading con i livelli chiave di prezzo. Si tratta delle differenze tra i livelli chiave di breve e di lungo termine.

Quando facciamo trading sul breve termine, ad esempio intraday, ci interessano soprattutto i livelli chiave di breve termine.

Parliamo dei supporti e delle resistenze che si sono formate di recente, magari sul grafico a 15 minuti o 60 minuti, ma non di certo a 4 ore o 1 giorno.

Nello stesso modo, quando andiamo a fare trading sul lungo termine, è utile utilizzare dei time frame più lunghi e osservare in che modo formino supporti e resistenze sul grafico.

Molti trader, quando sono ancora alle prime armi, fanno l’errore di usare dei livelli chiave di prezzo incoerenti con la loro strategia di trading. Questo rischia di generare falsi segnali e occasioni di trading perse.

Allo stesso tempo, vale la pena ricordarsi di una regola generale:

  • I livelli chiave di lungo termine sono quelli che il prezzo tende a oltrepassare più difficilmente, ma quando avviene il sorpasso si inaugura un trend molto netto;
  • I livelli chiave di breve termine vengono superati facilmente, ma non sempre danno vita ad un trend forte.

Puoi osservare tutto questo sui grafici di eToro (li trovi sul sito ufficiale). Impara a familiarizzare con questi concetti in modo da riuscire presto ad inserirli nelle tue strategie di trading.

Come fare trading su supporti e resistenze

Questo è un argomento molto importante, che viene frainteso da buona parte degli investitori meno esperti.

Per fare trading sui livelli chiave, molti aspettano che il prezzo si avvicini al supporto o alla resistenza e poi investono contro il trend. L’idea è che nella maggior parte dei casi, il prezzo rimbalza anziché superare il livello chiave.

Questa strategia può portare ad alcune vittorie passeggere, ma nel lungo termine è un modo per perdere soldi quasi sempre.

Puoi attivare la demo gratis di un nostro broker consigliato qui.

Prima che il prezzo sia realmente arrivato a toccare il livello chiave è troppo presto per dire se rimbalzerà o lo oltrepasserà; stai praticamente facendo una scommessa.

Certo, il trading porta sempre con sé un grado di rischio, ma più riesci ad abbatterlo più riuscirai ad avere successo sui mercati. Ed è proprio quello che puoi fare cambiando approccio sui livelli chiave.

Il modo migliore per operare su questi strumenti è aspettare che il prezzo tagli il supporto o la resistenza e poi investire sulla continuazione del trend; in questo modo si minimizza il rischio di errore e si massimizza il potenziale di profitto.

Logicamente non sempre il prezzo taglia il supporto o la resistenza, quindi è bene impostare degli allert automatici; utilizzando un broker serio, infatti, potrai ricevere notifiche personalizzate quando un asset raggiunge il prezzo che desideri.

Uno dei broker che offre questa funzionalità, e che ti consigliamo di provare, è Plus500 (vai al sito ufficiale).

Una volta che ricevi la notifica puoi entrare sulla piattaforma, anche da smartphone, per vedere come si sta muovendo il prezzo ed eventualmente investire.

I migliori indicatori da abbinare ai livelli chiave

Sul nostro sito abbiamo parlato a più riprese di analisi tecnica, creando anche una pagina dedicata ai migliori indicatori di trading da utilizzare per studiare i grafici.

Quando fai trading utilizzando i livelli chiave, è sempre utile abbinare degli indicatori che ti aiutino a comprendere meglio ciò che sta succedendo al grafico.

Certi trader preferiscono lasciare il grafico vuoto, analizzando soltanto le candele, ma questa è solitamente una strategia più avanzata che funziona per chi ha maturato parecchia esperienza.

Nella maggior parte dei casi, la cosa più semplice da fare è affidarsi alla matematica e alla statistica degli indicatori per avere segnali più concreti.

Quelli che puoi utilizzare per avere il massimo dei risultati con i livelli chiave sono:

  • RSI – Utile per determinare quale sia la vera forza del trend in corso;
  • Medie mobili – Per avere una doppia conferma con il prezzo che taglia la trendline insieme al supporto o alla resistenza;
  • Ichimoku – Utile per trovare più facilmente i possibili livelli chiave sul grafico.

Questi tre strumenti, in tre modi diversi, ti aiutano ad essere più preciso quando fai trading basandoti sui livelli chiave. Puoi provarli gratuitamente e senza rischi aprendo un conto demo su FP Markets.

Broker consigliati per il trading con livelli chiave

Come sempre, la nostra redazione ti invita ad affidarti a piattaforme serie e consolidate per fare trading. Dal 2012 ci occupiamo di provarle, recensirle e aiutare i nostri lettori a scegliere la più adatta.

Tutto questo ci ha permesso di creare un elenco di piattaforme di trading consigliate per investire con l’uso dei livelli chiave.

I brand in questione sono stati scelti perché:

  • Hanno ottenuto l’autorizzazione Consob per operare in Italia;
  • Offrono un conto demo gratuito e senza limiti di tempo per provare i loro servizi senza correre rischi;
  • Hanno commissioni basse e permettono prelievi rapidi;
  • Le loro piattaforme sono ricche di strumenti efficaci di analisi tecnica.

Di seguito trovi l’elenco.

Migliorbrokerforex.net

UNICI BROKERS ONLINE RACCOMANDATI DA MIGLIORBROKERFOREX.NET

Recensione ETORO

  • Social & CopyTrading
  • CopyPortfolios & Popular Investor
  • Crypto Staking e Azioni Realstock

Licenze: CySEC/FCA/ASIC

Prova gratis ETORO

67% of retail CFD accounts lose money.

Recensione CAPITAL.COM

  • Intelligenza Artificiale
  • Analisi & Segnali Trading Central
  • Bot Trading con MT4 & TradingView

Licenze: CySEC/FCA/NBRB

Prova gratis CAPITAL.COM

67,7% of retail CFD accounts lose money.

Recensione FP MARKETS

  • Spreads da 0.0 pips
  • Leva 500:1
  • BOT, Algo & AutoTrading

Licenze: CySEC/ASIC

Prova gratis FP MARKETS

Capitale a rischio.

Recensione TRADE.COM

  • MetaTrader 4/5 Gratis
  • Segnali Trading gratuiti
  • Livecoach Gratis 1:1

Licenze: CySEC/FCA

Prova gratis TRADE.COM

79,80% of retail CFD accounts lose money.

Recensione IQ OPTION

  • Trading piccole somme [1 e 10€]
  • Opzioni FX & Auto Analisi tecnica
  • Segnali Social Trading

Licenze: CySEC/FCA

Prova gratis IQ OPTION

Capitale a rischio.

Recensione AVATRADE

  • Ava Protect
  • Strumenti analisi avanzata
  • Didattica gratuita

Licenze: CySEC/FCA

Prova gratis AVATRADE

Capitale a rischio.

Recensione PLUS500

  • Zero commissioni
  • Spreads stretti
  • Broker multipremiato

Licenze: CySEC/FCA

Prova gratis PLUS500

Capitale a rischio.

La tabella si aggiorna in tempo reale, quindi non temere che le informazioni al suo interno siano datate. Inoltre non dimenticare che, se dovessi avere dubbi o domande, siamo sempre felici di leggere e rispondere ai commenti dei nostri lettori.

Iscriviti
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments