miglior broker forex

Vivere di Trading: È davvero possibile? Tra realtà e fantasia…

Online il

Di Ivano Sabbioni

miglior broker forex

Si può vivere di trading? Possiamo davvero diventare trader professionisti e lasciare la nostra professione attuale? In linea di massima è qualcosa di davvero possibile, ma questo non vuol dire che questo sia un obiettivo semplice. Non credere alle pubblicità truffaldine che ti promettono di diventare milionario o quasi grazie al trading online in pochi giorni o poche settimane.

Se è vero che si può sicuramente vivere di trading – è altrettanto vero che si tratta di un percorso da studiare a fondo e da preparare in archi temporali decisamente più lunghi.

Nella guida di oggi ci occuperemo proprio di questo, ovvero di delineare il percorso migliore per vivere davvero di trading. Parleremo di asset, di canali, di strategie e di molto altro. Continua a leggere per saperne di più.

Che vuol dire vivere di trading?

Partiamo da una breve disamina del concetto principale: che vuol dire vivere di trading? In che senso possiamo diventare trading professionisti? Vivere di trading vuol dire riuscire a vivere di quanto riusciamo a realizzare sui mercati finanziari grazie alle nostre operazioni di trading. Non è però soltanto una questione di quanto si guadagna. I guadagni, in un tipo di attività del genere, possono essere alti o bassi e possono variare nel corso del tempo.

Diventare trader professionisti e dunque vivere di trading vuol dire essere organizzati in modo tale dal trasformare un’attività accessoria nella nostra principale, in modo da essere certi di poter sopravvivere, o meglio vivere, di questo.

è possibile vivere di trading
Oggi hai accesso a tutti i mercati per il trading online da casa tua!

Non si tratta assolutamente di qualcosa di facile – non vogliamo assolutamente spaventarti, ma vogliamo evitare di fare quanto purtroppo fanno tante testate dall’affidabilità dubbia e le tante pubblicità che avrai avuto già modo di incontrare online.

Non è vero che basta fare trading per guadagnare milioni. C’è bisogno delle informazioni giuste, del giusto atteggiamento e della giusta organizzazione. Non preoccuparti però – su MigliorBrokerForex.net troverai tutte le guide più idonee a sviluppare strategie e atteggiamenti, nonché le guide giuste per andare a comprendere i mercati e come investire.

Si può davvero vivere di trading?

Certamente. Ci sono centinaia di migliaia di persone al mondo che vivono di trading e che hanno trasformato un hobby nella loro attività principale. Ci sono anche moltissime persone che riescono a guadagnare molto bene proprio tramite le loro operazioni sui mercati.

Vuoi farlo anche tu? Devi cominciare a studiare una strategia per le operazioni quotidiane e una strategia di lungo periodo, rimanendo con la mente aperta per imparare ogni giorno di più e per migliorare come trader.

Di seguito troverai un’analisi ancora più approfondita su quanto è necessario avere e costruire per vivere davvero di trading come fanno i professionisti. Vediamo insieme cosa c’è da fare, da sapere, da mettere in piedi e da seguire.

Cosa serve per vivere di trading

Ci sono diversi elementi che dovrai mettere insieme se vuoi davvero intraprendere la tua strada per cominciare a vivere di trading. Analizzeremo insieme i più importanti, rimandandoti, dove necessario, a guide maggiormente approfondite per entrare ancora più in profondità per quanto riguarda determinati temi.

Migliori piattaforme consigliate per vivere di trading

Migliorbrokerforex.net

UNICI BROKERS ONLINE RACCOMANDATI DA MIGLIORBROKERFOREX.NET

Recensione ETORO

  • Social & CopyTrading
  • CopyPortfolios & Popular Investor
  • Crypto Staking e Azioni Realstock

Licenze: CySEC/FCA/ASIC

Prova gratis ETORO

67% of retail CFD accounts lose money.

Recensione CAPITAL.COM

  • Intelligenza Artificiale
  • Analisi & Segnali Trading Central
  • Bot Trading con MT4 & TradingView

Licenze: CySEC/FCA/NBRB

Prova gratis CAPITAL.COM

67,7% of retail CFD accounts lose money.

Recensione FP MARKETS

  • Spreads da 0.0 pips
  • Leva 500:1
  • BOT, Algo & AutoTrading

Licenze: CySEC/ASIC

Prova gratis FP MARKETS

Capitale a rischio.

Recensione TRADE.COM

  • MetaTrader 4/5 Gratis
  • Segnali Trading gratuiti
  • Livecoach Gratis 1:1

Licenze: CySEC/FCA

Prova gratis TRADE.COM

79,80% of retail CFD accounts lose money.

Recensione IQ OPTION

  • Trading piccole somme [1 e 10€]
  • Opzioni FX & Auto Analisi tecnica
  • Segnali Social Trading

Licenze: CySEC/FCA

Prova gratis IQ OPTION

Capitale a rischio.

Recensione AVATRADE

  • Ava Protect
  • Strumenti analisi avanzata
  • Didattica gratuita

Licenze: CySEC/FCA

Prova gratis AVATRADE

Capitale a rischio.

Recensione PLUS500

  • Zero commissioni
  • Spreads stretti
  • Broker multipremiato

Licenze: CySEC/FCA

Prova gratis PLUS500

Capitale a rischio.

Di seguito troverai una lista di quelli che sono i migliori broker per cominciare a sviluppare le tue strategie e le tue operazioni per puntare davvero ad una vita sostenuta dal trading. Abbiamo scelto i broker più adatti tenendo conto di diverse questioni e soprattutto dopo averli testati tutti con capitale reale, certi dunque di offrirti soltanto quelli che sono davvero i migliori broker per le tue operazioni.

I criteri di cui abbiamo tenuto conto per scegliere i migliori broker per vivere di trading sono i seguenti:

  • Licenza e autorizzazione: non dovresti mai scegliere broker che non sono dotati di licenza europea come intermediari finanziari. La presenza di licenza europea è garanzia di tutele importanti per il tuo capitale e per le tue operazioni, tutele che sono le più elevate a livello mondiale. Tutti i broker che troverai elencati tra poco sono in possesso di licenza MiFID.
  • Mercati: come abbiamo detto poco sopra, il broker deve consentirti di operare su tutti i mercati che potrebbero essere di tuo interesse. I broker che abbiamo selezionato su questa guida ti permettono di accedere ai mercati del Forex, delle materie prime, delle azioni, delle criptovalute e più in generale a tutti i migliori mercati a livello mondiale;
  • Piattaforme: tutti i broker che abbiamo scelto ti offrono MetaTrader 4 o 5, oppure in alternativa piattaforme proprietarie che ti consentono comunque una gestione e un’analisi assolutamente di livello;
  • Leva finanziaria: è lo strumento che ti permette di andare ad investire moltiplicando il capitale che hai effettivamente a disposizione. Le banche tradizionali non lo offrono, mentre i broker per fare trading di CFD ( Contract for Difference ) ne fanno ovviamente un vanto. Tutti i broker che troverai elencati ti permetteranno di investire con capitali moltiplicati, secondo i massimi attualmente vigenti in termini di regolamenti ESMA;
  • Vendita allo scoperto: è uno degli strumenti migliori per guadagnare anche quando i mercati sono in calo. Con la vendita allo scoperto infatti puoi andare ad investire senza alcun tipo di problema puntando sul ribasso di un determinato titolo o asset. Si tratta di una grandissima opportunità, che fino a qualche tempo fa era ad esclusivo appannaggio dei veri professionisti del trading;
  • Commissioni basse: non devi necessariamente svenarti per operare sui mercati. I migliori broker CFD ti permettono di andare ad investire spendendo pochi centesimi per ogni trade, contro le decine di euro che ti vengono chieste da qualunque istituto bancario.

Approfondimento sull’importanza di usare un’ottima piattaforma trading

La piattaforma di trading online è l’interfaccia che andremo ad utilizzare per gestire le nostre operazioni di trading, ovvero per organizzare i nostri acquisti, le nostre vendite, le nostre analisi tecniche e fondamentali, nonché tutto quanto debba concernere appunto le nostre operazioni sui mercati. La piattaforma SW è dunque lo strumento principe di chi vive di trading, ovvero uno strumento che può davvero fare la differenza tra chi ha successo – e dunque vive di trading – e chi non lo ha.

I migliori broker devono necessariamente offrirti una piattaforma che:

Si può vivere di trading online!
  1. Sia semplice da utilizzare: a poco serve una piattaforma troppo difficile da utilizzare, le cui funzionalità non sono alla portata di tutti. La semplicità della piattaforma non vuol dire assolutamente assenza di funzionalità. Le migliori piattaforme per chi vive di trading sono appunto quelle che ti permettono di andare ad investire e a gestire il tuo portafoglio con semplicità, ma senza farti rinunciare alle funzionalità migliori;
  2. Abbia tutte le funzionalità di base e avanzate: una piattaforma deve permetterti di analizzare il grafico, gestire in pochi click i tuoi ordini, i tuoi capitali, le tue posizioni, i tuoi ordini condizionali futuri. Le piattaforme di qualità ti permettono inoltre di gestire in modo semi-automatico le tue strategie di investimento;
  3. Sia adeguatamente documentata: le migliori piattaforme se vuoi vivere di trading sono quelle che ti permettono di andare ad investire e a gestire i tuoi capitali, imparando anche dalla documentazione le funzionalità. Devi essere messo in grado di essere autonomo durante tutte le fasi di investimento.

Anche in questo caso il panorama di quanto offerto dalle banche è piuttosto desolante. Ci sono broker decisamente più interessanti, al di fuori dei circuiti bancari classici, specificatamente nati per offrirti il meglio in termini di possibilità di trading che ti offrono anche le migliori piattaforme per il trading online.

Bankroll: perché il capitale è importante

Il primo punto che si deve ben capire è quello del bankroll, ovvero del capitale che puoi e vuoi mettere a disposizione per le tue operazioni di trading. Si può sicuramente partire con un piccolo capitale e farlo crescere nel tempo, anche se ovviamente tutto sarà più facile con un capitale più sostanzioso a disposizione.

Non c’è limite alle possibilità offerte dal trading online

Non è però la cospicuità del capitale a dover essere l’unica delle preoccupazioni per quanto riguarda il bankroll. La gestione dello stesso è infinitamente più importante – dovrai imparare a gestire il capitale che hai a disposizione, a scegliere quanto investire e con quali tempistiche e a quali profitti puntare anche in relazione a quelli che sono i tuoi obiettivi.

Strategia: non averla vuol dire avere la strategia per fallire

La strategia di trading online è altrettanto importante. Non avere alcun tipo di strategia, amano ripetere gli anglosassoni, è la strategia perfetta per fallire e non possiamo che concordare con questa specifica opinione. La strategia è uno dei tasselli fondamentali per vivere di trading, in quanto:

  • Tiene conto dei nostri obiettivi, sia di breve che di lungo periodo;
  • Tiene conto della nostra propensione al rischio, ovvero di quanto siamo disposti a rischiare del nostro capitale per portare a casa dei profitti;
  • Indica una via maestra che dovremo seguire in quasi ogni caso, evitandoci pertanto di andare in tilt o comunque di prendere decisioni che non abbiano in alcun modo conseguenze positive sulle nostre operazioni di mercato;
  • Ci consente di scegliere i titoli giusti per investire. Non tutti i titoli sono adatti a tutte le strategie e a tutti gli obiettivi. Tenendo bene a mente quale debba essere la nostra strategia, potremo scegliere con maggiore accuratezza i titoli che maggiormente fanno al nostro caso.

Sul nostro sito potrai trovare moltissime guide che ti consentiranno di creare una strategia adeguata. Ti consigliamo, se quello che desideri è davvero vivere di trading, di andare ad informarti tramite queste guide.

Assets

Asset è una parola inglese che sta appunto per titolo e/o per bene. Quali asset sceglieremo per il nostro portafogli è davvero importante per chi vuol vivere davvero di trading. A livello di asset possiamo investire in:

  • Valuta, come avviene appunto nel mercato del Forex. Si tratta di un mercato puramente speculativo, che può essere comunque interessante per ogni tipo di trader, anche per chi sta muovendo i primi passi. Tramite il mercato valutario del Forex puoi investire su Euro, Dollaro Statunitense, Canadese, Franco Svizzero, Yen Giapponese e più in generale su tutte le principali valute utilizzate nel mondo del commercio;
  • Azioni: il mercato azionario è da sempre uno dei più utilizzati dai trader di ogni genere e sorta. Tramite le azioni puoi investire in tutte le principali compagnie multinazionali, scegliendo volta per volta di quale azienda diventare, a tutti gli effetti, socio. Se prima era pressoché obbligatorio investire sulla borsa italiana, oggi il trading online ci permette invece di andare ad investire su tutte le principali borse mondiali e di conseguenza su tutte le principali aziende, anche quelle che operano su mercati molto lontani da quello di casa nostra;
  • Materie prime: le materie prime sono una categoria di investimento variegata ed interessante. Possiamo trovarci infatti metalli preziosi o dal ricorrente utilizzo industriale, come ad esempio rame, oro, ferro, zinco, argento e platino. Possiamo trovarci materie prime utilizzate per scopi energetici, come nel caso di gas naturale e petrolio. Possiamo ancora trovarci anche le cosiddette materie prime alimentari, ovvero materie prime destinate a scopo nutritivo, come appunto il caffè, il cacao, il grano, il mais, la soia, etc.
  • Indici: gli indici di borsa raccolgono i migliori titoli di ogni listino secondo determinati criteri. Sono un ottimo modo per investire in modo differenziato, perché appunto ti permette di avere un titolo il cui andamento è appunto frutto della media degli andamenti di centinaia di titoli;
  • Obbligazioni: sono titoli di credito, che ci permettono di prestare denaro a stati o a grosse corporation in cambio del pagamento di interessi. Sono titoli molto comuni e molto attraenti per moltissimi investitori, perché molto facili da capire e soprattutto perché dal ritorno predeterminato;
  • Criptovalute: una delle categorie di asset più calde del momento. Non sono più materia per specialisti, ma sono anche di grande interesse per chi vuole investirci. Puoi investire su Bitcoin, Ethereum, Ripple, Monero e molte altre, scegliendo il broker giusto.

Come dovrebbe essere ormai chiaro a questo punto della trattazione, ci sono migliaia di asset che potrebbero entrare a far parte, senza alcun tipo di problema, del tuo portafoglio.

Da un lato dovrai preoccuparti invece di differenziare, ovvero di inserire nel tuo portafoglio titoli diversi per performance, per ciclicità e per settore di appartenenza. A grandi linee – se vuoi saperne di più sul concetto non possiamo che invitarti a leggere i nostri approfondimenti – dovrai cercare di avere un portafoglio variegato, senza mettere, come dice il vecchio proverbio, troppe uova nello stesso paniere.

Broker di trading online

Scegliere un buon broker è altrettanto importante se vuoi davvero vivere di trading e farne la tua professione. Non ci sono mercati che ti consentono di investire direttamente e per conto tuo. Avrai sempre bisogno di un intermediario che ti consenta appunto di piazzare ordini, aprire e chiudere posizioni e gestire il tuo capitale.

La scelta di un buon broker è quintessenziale per chi vuole davvero vivere di trading e soprattutto massimizzare i proprio profitti. Un buon broker infatti ti consente di:

  • Spendere il meno possibile in commissioni

Il che vuol dire che potrai mantenere una quota più grande dei tuoi profitti in tasca. Si tratta di una questione fondamentale proprio perché, purtroppo, moltissimi intermediari (soprattutto le banche), finiscono per farti pagare un singolo trade anche più di 100 euro, cosa semplicemente insostenibile per chi non è un ricchissimo investitore istituzionale. Nel corso di questa guida individueremo quei broker che sono in grado di fornirti piattaforme adeguate senza farti spendere un occhio della testa;

  • Accedere ai migliori mercati

Non tutti i broker ti permettono di fare scambi e trading sui mercati di cui abbiamo parlato poco sopra. Più mercati hai a disposizione, più il broker è interessante, anche se stai muovendo i primi passi nel mondo del trading, sia se invece hai già una certa esperienza e vuoi orientarti verso strategie di investimento decisamente più complesse;

  • Operare tramite una piattaforma professionale

Torneremo più in dettaglio sulla questione della piattaforma nel prossimo capitolo. Per ora ti basti sapere che ogni broker sceglie di metterti a disposizione una determinata piattaforma di trading, che dovrai utilizzare per gestire il tuo portafoglio e per aprire e chiudere posizioni. Più la piattaforma è di qualità, maggiori saranno le tue possibilità di avere successo e dunque di vivere di trading.

  • Metterti in relazione con altri investitori

Oggi le possibilità del social trading sono molto importanti e ti permettono di accedere ad un mondo di informazioni che fino a qualche anno fa avresti semplicemente sognato (o pagato a peso d’oro).

I migliori broker ti consentono tutti di entrare a far parte di una rete relazionale e di investimenti che ti permette di migliorare le tue operazioni, i tuoi ordini e in ultimo i tuoi profitti;

  • Strumenti di trading

Non tutti i broker sono in grado di offrirti strumenti avanzati come la leva finanziaria, la vendita allo scoperto e tante altre operazioni virtualmente complesse che possono favorire la tua possibilità di generare profitti. Scegli soltanto quei broker che ti offrono il complesso totale delle operatività necessarie per ottenere il meglio dalle tue strategie;

  • Assistenza

Anche se sei un trader esperto (e anche quando lo sarai, ne non lo sei ancora) potresti avere bisogno dell’intervento di specialisti per sistemare qualche problema o superare qualche ostacolo. I migliori broker ti offrono un servizio di assistenza sempre attivo – anche nella tua madrelingua – e ti offrono le risorse per operare al meglio sotto qualunque tipo di situazione. Come dovrebbe essere ormai chiaro dalla nostra disamina, anche la scelta del broker è una di quelle fondamentali per chi vuole davvero vivere di trading.

Obiettivi di breve periodo

La gestione del tempo è un altro degli aspetti fondamentali per chi vuole rendere il trading una professione. Il tempo infatti, insieme al denaro, è la più importante delle variabili per ogni decisione di trading che potremmo prendere. Innanzitutto c’è un orizzonte di breve periodo, ovvero quello delle operazioni singole che abbiamo organizzato all’interno di una strategia decisamente più grande.

Gli obiettivi di breve periodo sono importanti perché sono i tasselli attraverso i quali componiamo la nostra struttura di investimento, i mattoni attraverso i quali componiamo il nostro edificio di capitale. Gli obiettivi di breve periodo devono essere comunque realistici, congrui con la strategia e gli obiettivi di lungo periodo e soprattutto devono consentirci di sviluppare il nostro piano.

Obiettivi di medio periodo

Gli obiettivi di medio periodo sono simili a quelli di breve periodo, perché non sono assolutamente risolutivi, ma servono appunto ad indirizzare la nostra traiettoria di investimento su un arco di tempo che è comunque relativamente breve.

A questo scopo possiamo sicuramente interessarci comunque di un arco temporale di diverse settimane, di ritorni attesi e soprattutto di cosa comprare e vendere in attesa di sviluppi futuri con un respiro più ampio. Fissare degli obiettivi di medio periodo conseguibili, congrui con la nostra strategia e soprattutto validi anche in relazione alla strategia di lungo periodo è molto importante.

Obiettivi di lungo periodo

Gli obiettivi di lungo periodo riguardano molto da vicino il trader di professione, ovvero colui il quale appunto vive di borsa e di mercati. Avere una strategia di respiro troppo breve non ha alcun tipo di senso per chi non vive il trading come un hobby.

Dove pensiamo di essere con il nostro capitale da qui a 10 anni? Quanto pensiamo di voler guadagnare? Siamo disposti oggi a correre i rischi necessari per qual tipo di guadagno? Lo saremo tra 3, 5, 10 o 20 anni?

Gli obiettivi di lungo periodo andranno sicuramente a risentire di quello che accadrà nella nostra vita e devono essere comunque tarati tenendo conto del fatto che i mercati e le nostre esigenze potrebbero cambiare. Questo però non vuol dire che non saranno la nostra bussola principale nella scelta di asset, mercati e operazioni.

Cosa studiare per vivere di trading

I mercati sono piazze dove è in corso in ogni minuto una guerra di informazioni tra milioni di agenti e interessi diversi. Arrivare su questi mercati senza la conoscenza adeguata e soprattutto senza la forma mentis di chi vuole continuare ad imparare, vuol dire precludersi per sempre la possibilità di vivere di trading.

Ma cosa conviene studiare per vivere di trading? Oggi, grazie sopratutto ad Internet, hai a disposizione un’enorme quantità di materiale tramite il quale poter accrescere le tue capacità e le tue conoscenze. I siti internet specialistici, quelli che ti offrono informazione di qualità senza doppi fini, ti permettono di accedere ad un enorme quantità di informazioni sempre aggiornate e sempre funzionali all’operatività sui mercati.

Diffida dei libri: ce ne sono sicuramente di ottimi, ma spesso cristallizzano informazioni che cambiano molto rapidamente. Il mondo del trading online, soprattutto per chi vive di questo, è in costante e continuo mutamento.

Sono poche le fonti che ti consentono di seguirlo. Sul nostri sito, ad esempio, trovi guide complete che ti permettono di migliorare sotto ogni aspetto di trading e che vengono costantemente aggiornate proprio per permetterti di sviluppare quanto necessario per vivere di trading.

Perché differenziare se vuoi vivere di trading

Differenziare è di fondamentale importanza per chi vuole vivere di trading e vuole appunto mettersi al riparo da rischi eccessivi. Che vuol dire differenziare? Vuol dire comporre portafogli di investimento tenendo bene a mente il fatto che tipicamente titoli sugli stessi mercati e sullo stesso comparto tendono ad avere lo stesso andamento ciclico.

Questo vuol dire, tanto per fare un esempio, che investire soltanto in titoli energetici italiani non è quasi mai una buona idea – una crisi, anche leggera, del settore, vorrebbe dire inevitabilmente perdite per il nostro portafoglio.

Lo stesso sarebbe ovviamente valido con qualunque altro comparto. Il modo giusto di procedere, soprattutto se non vuoi vivere il trading come se fosse un casinò, ma se vuoi effettivamente viverlo per vivere – passateci il gioco di parole – è quello appunto di creare portafogli per quanto possibile complessi e articolati, che attingano da titoli di comparti diversi e possibilmente con ciclicità inversa.

Vivere di trading: quanto si può fare?

Questa è una domanda alla quale è praticamente impossibile dare risposta senza conoscere:

  1. Il capitale che si ha a disposizione: portare a casa un dignitoso reddito tramite il trading online è molto più facile se si hanno grossi capitali a disposizione. Si dovrebbe pensare al guadagno innanzitutto come percentuale sul capitale investito. Occhio però – questo non vuole assolutamente dire che se hai capitali ridotti a disposizione adesso un giorno non potrai vivere di trading;
  2. La tua propensione al rischio: più si rischia più potenzialmente si può guadagnare. Senza sapere quanto del capitale che metti sui mercati sei disposto a perdere, è molto difficile calcolare quanto potresti guadagnare.

Ad ogni modo, per rispondere alla domanda che ci siamo posti in apertura dei questo mini-capitolo, si può ad esempio guadagnare con il forex e sicuramente più che a sufficienza per condurre una vita agiata, come potrebbe permetterci di fare una buona professione da specialista. Non si tratta però – e lo vedremo con maggiore dovizia di particolari tra pochissimo, di qualcosa di semplice!

Non credere a chi ti promette guadagni milionari in poche settimane – si tratta sempre o quasi di truffe più o meno articolate. I mercati e il trading possono sicuramente offrirti redditi adeguati per vivere, ma questo non vuol dire che semplicemente investendo a casaccio potrai portare a casa suddetti risultati. C’è chi di trading vive molto bene, chi vive leggermente meno nel benessere e chi porta a casa il minimo indispensabile per vivere. Tutto dipende da rischio, capitale e abilità sui mercati. Di tutte e tre le cose dovrai occuparti tu in prima persona!

Vivere di trading è una buona scelta?

Per moltissimi sicuramente sì, ma sicuramente non per tutti. Chi decide di vivere di trading si trova davanti a scelte particolarmente difficili ogni giorno e deve essere in possesso di diversi requisiti per avere successo:

  1. Capacità analitiche – il che vuol dire che dovrai andare ad analizzare mercati, grafici e andamenti con il cuore freddo dello speculatore. Chi è solito innamorarsi di titoli e aziende ha in genere vita molto difficile sui mercati. Chi riesce invece ad operare con il massimo della freddezza possibile, ovvero con una mente principalmente matematica e non sentimentale, riesce ad investire sicuramente con maggiore efficacia;
  2. Intuito – inutile nascondersi dietro un dito. L’istinto e l’intuito continuano a giocare un ruolo fondamentale nel successo di chi fa trading. C’è chi riesce a individuare opportunità dove gli altri, con tutti i calcoli possibili del mondo, non le vedono. L’intuito può essere comunque allenato ed in genere una funzione dell’esperienza. Più si fa trading, per più a lungo si opera su un determinato mercato, più l’intuito ci offrirà risultati soddisfacenti;
  3. Capacità di auto-analisi: bisogna conoscere se stessi molto bene se si vuole avere successo sui mercati finanziari. Bisogna essere in grado di riconoscere quando si è stanchi o quando un’operazione sbagliata ci ha mandato in tilt. Quando non si è perfettamente lucidi e quando non si hanno a disposizione le nostre migliori capacità, bisogna avere la forza psicologica di smettere per qualche tempo e di ricominciare quando le condizioni saranno di nuovo ideali;
  4. Capacità di sopportare perdite: tutti, anche i più grandi investitori di sempre, finiscono per perdere, per operare in modo sbagliato, per sbagliare investimenti e strategie. La differenza però tra il grande trader e chi finisce con il conto in rosso è nella capacità di capire quando invertire una strategia che sta perdendo e soprattutto nell’evitare che la sconfitta in un investimento si traduca nella sconfitta della vita. La gestione delle perdite è un aspetto forse più importante della gestione dei guadagni.

Se pensi di avere queste caratteristiche o comunque di poterle sviluppare nel tempo, vivere di trading potrebbe davvero fare al caso tuo. In caso contrario è forse il caso di provare a pensare il trading come una attività collaterale tramite la quale investire parte dei tuoi risparmi. È un’eventualità che può offrirti comunque degli ottimi ritorni, senza che però la tua vita dipenda da queste attività.

Non credere a tutto: non diventerai milionario in pochi giorni

Non vogliamo venderti nulla, abbiamo solo interesse a farti comprendere cosa implica cercare di vivere di trading, carriera che molti di coloro i quali hanno aiutato a redigere questa guida stanno già facendo. Il trading non può in alcun modo renderti milionario in pochi giorni o in poche settimane. Il trading è uno strumento per andare ad investire al meglio i propri risparmi e i propri capitali, per andare ad operare sui mercati e per cercare di far fruttare quanto abbiamo già accumulato.

Non devi più rivolgerti a promotori e broker fisici

Non ci sono ricette magiche e soprattutto non ci sono scorciatoie verso la ricchezza – è sicuramente vero che qualche operazione ben organizzata può farci portare a casa migliaia di euro in un colpo solo, ma è altrettanto vero che in genere operazioni del genere ci espongono a rischi decisamente importanti.

Chi vorrebbe vivere di trading dovrebbe necessariamente orientarsi verso strumenti e strategie di lungo periodo meno rischiose e più oculate. Se è vero che la crescita sarà graduale e sicuramente non scoppiettante, è altrettanto vero che non si correrà il rischio di chiudere bottega dopo pochi giorni.

Considerazioni finali: si può davvero vivere di trading?

Sì, vivere di trading è davvero possibile, anche se sicuramente non è una strada per tutti. Il nostro consiglio è quello di cominciare ad investire come attività collaterale, per poi scegliere, con il tempo, di aumentare le interazioni, gli scambi e le possibilità di guadagno.

Siamo davanti ad una grandissima opportunità praticamente per tutti, cosa che era semplicemente semplicemente inimmaginabile qualche tempo fa.

Oggi hai a disposizione moltissimi strumenti, broker di qualità e mercati per cominciare a fare trading e magari viverne tra qualche tempo.

Sul nostro sito trovi davvero tutte le migliori guide e tutti i migliori approfondimenti per andare ad investire in modo corretto sui mercati, per creare strategie adeguate e soprattutto per migliorare le tue possibilità di guadagno. Potrà diventare per te un lavoro? Certamente. Questo è soltanto il primo passo!

Iscriviti
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments