miglior broker forex

EUR/GBP: guida al trading sul cambio euro/sterlina

Online il - Aggiornato il

Di Antonio Possentini

miglior broker forex

L’euro (EUR) e la sterlina inglese (GBP) sono due tra le valute più scambiate al mondo. Il cambio EUR/GBP, proprio in virtù di questo, è molto popolare ed importante per i trader.

Grazie ad un volume di scambi da decine di miliardi di euro al giorno, il mercato di questo cambio è molto liquido e profondo.

Una grande liquidità comporta facilità nel trovare acquirenti e venditori, rendendo le commissioni estremamente basse su tutte le principali piattaforme di trading online.

Un mercato profondo, invece, implica piccoli movimenti costanti che rendono gli investimenti più prevedibili e gestibili.

Queste due qualità sono alla base dei motivi per cui migliaia di trader italiani piazzano quotidianamente ordini di acquisto e vendita sul cambio EUR/GBP.

guida trading euro sterlina
L’EUR/GBP è una delle coppie di valute più importanti al mondo – INFOGRAFICA by ©Migliorbrokerforex.net

Non è un caso che i broker più famosi in Italia per investire online, come FP Markets (scoprilo sul sito ufficiale) e eToro (scoprilo sul sito ufficiale) propongano commissioni molto basse su questa coppia di valute.

Per rimarcare ulteriormente la rilevanza del cambio EUR/GBP, possiamo anche ricordare che si tratta della coppia di valute più negoziata tra quelle che non includono il dollaro americano.

Le basi del trading su EUR/GBP

C’è molto di più che questo cambio può offrire agli investitori ed ai traders, oltre ad una grande liquidità ed una profondità superata solo dal cambio EUR/USD.

Prima di tutto, parliamo di un cambio con bassa volatilità.

Una bassa volatilità implica oscillazioni piccole del prezzo di giorno in giorno, ed una quotazione che tende ad oscillare intorno ad uno stesso range per molto tempo.

Questa caratteristica non è assolutamente un dettaglio.

Grazie alla volatilità ridotta del cambio EUR/GBP, fare trading su questa coppia risulta meno rischioso che su valute più imprevedibili.

Per comprendere bene questo asset, però, dobbiamo capire che cosa spinga i prezzi verso l’alto o verso il basso.

Ricorda che, come per qualsiasi cambio di valute, il tasso di cambio rappresenta un indice del potere d’acquisto dell’euro e della sterlina inglese.

Entrambe le valute giocano il loro ruolo per influenzare il tasso di cambio: ora vedremo come.

Per agevolarti nella comprensione puoi usare i dati sull’andamento storico di questo cambio e la quotazione attuale. Un buon modo per farlo è usare la piattaforma di FP Markets (clicca qui per una completa panoramica del servizio).

Il ruolo dell’euro

L’euro è la valuta unica della maggiore economia al mondo.

I 28 Stati che compongono l’Unione, infatti, se messi insieme hanno un PIL paragonabile e leggermente superiore a quello degli Stati Uniti.

Non solo, ma l’Unione Europea rappresenta il 25% circa dell’economia mondiale, malgrado viva al suo interno meno del 10% della popolazione.

Un’economia di tali dimensioni implica che la Banca Centrale Europea, nel prendere le sue decisioni di politica monetaria, debba mantenere il più possibile stabile il valore della valuta.

Il primo fattore da osservare sono i tassi di interesse centrali: per il momento la BCE continua a mantenerli prossimi allo zero, ma nei prossimi anni sono visti dei graduali rialzi.

I graduali rialzi giocheranno a sfavore dell’inflazione, già bassa attualmente, mantenendo molto alto il potere d’acquisto dei cittadini e bassa la svalutazione del denaro.

Sul fronte dell’economia interna, l’UE vede una crescita lenta ma costante che simboleggia una situazione complessivamente stabile.

Per questo nei prossimi anni è prevedibile che l’euro difenda con efficacia il suo valore e difficilmente la sterlina riuscirà a guadagnare terreno.

come fare trading eur gbp
In Europa, la questione dell’unità dei leader governativi è di primaria importanza – INFOGRAFICA by ©Migliorbrokerforex.net

Bisogna comunque osservare che l’Unione Europea, essendo un’unione di 28 nazioni indipendenti, non si presenta sempre come un blocco unito di fronte alle decisioni importanti.

Quando i leader europei -specie quelli delle nazioni principali- cooperano con efficacia, i mercati vedono la situazione con favore ed il valore dell’euro tende ad aumentare.

Con molte questioni irrisolte che gravano sull’Unione (crisi migratorie, dumping fiscale, elasticità sul debito, ecc.), tuttavia, in questo momento l’unità dei 28 viene messa in discussione da molti analisti.

Se questa dissociazione di idee dovesse proseguire portando a fatti macroscopici, per l’euro sarebbe difficile non perdere terreno nei confronti della sterlina inglese.

Il ruolo della sterlina

La sterlina inglese è la valuta utilizzata nel Regno Unito, e le sue sorti sono in mano alla Bank Of England (BOE).

L’economia britannica si basa molto sull’importazione di prodotti finiti e di materie prime, dal momento in cui il settore manifatturiero è molto meno rilevante per l’economia interna di quello dei servizi.

Per questo motivo la BOE cerca di mantenere alto il potere d’acquisto della sterlina, e notoriamente il cambio EUR/GBP pende in favore di quest’ultima.

In seguito all’entrata del Regno Unito nell’Unione Europea, la BOE e la BCE hanno sempre cercato di mantenere un range di cambio concordato intorno a 1.10 euro per ogni sterlina scambiata.

Con Brexit, però, il panorama macroeconomico britannico è stato rivoluzionato dalle fondamenta.

Con l’uscita ufficiale del Regno Unito dall’UE non sarà più così semplice mantenere il tasso di cambio in una zona favorevole tanto agli inglesi quanto al resto degli europei.

In particolare, negli ultimi anni la sterlina è stata molto penalizzata dal caos politico che è seguito alla vicenda Brexit.

Si sono susseguiti vari leader politici, ipotesi di accordo con l’Unione, messaggi inviati ai mercati e alla Bank Of England.

sterlina trading online
Brexit è la questione prioritaria per la sterlina inglese – INFOGRAFICA by ©Migliorbrokerforex.net

Notoriamente ai mercati finanziari non piace l’instabilità, per cui il british pound ha pagato le conseguenze di questa situazione raggiungendo dei minimi storici nei confronti dell’euro.

Ora sarà importante capire quale direzione prenderanno la BOE e l’economia inglese, una volta che il Regno Unito sarà formalmente fuori dalle vicende dei Ventotto.

Come muoversi al meglio

Vediamo quali siano i passaggi che ti permettono di avere sempre un quadro completo dell’andamento del cambio tra euro e sterlina inglese.

Trattandosi di Forex, dobbiamo tenere distinto il ruolo delle notizie sul tema da quello dell’analisi sull’andamento dei grafici.

Analisi fondamentale

Prima di tutto, per fare trading con efficacia sulla coppia EUR/GBP dobbiamo assicurarci di avere una buona fonte di notizie.

Un consiglio è quello di utilizzare un broker come eToro (provalo gratis qui), che forniscono notizie di prima mano ai clienti.

Questo tipo di studio dei mercati Forex è anche detto analisi fondamentale, un nome particolarmente azzeccato quando si parla del cambio euro/sterlina.

A differenza di altri pair, infatti, questo sta attraversando un momento in cui le notizie sono in grado di cambiare la direzione dei trend in modo repentino.

Non parliamo soltanto di trend speculativi di breve termine, ma anche di trend trimestrali e semestrali.

Un altro consiglio utile è quello di approfittare del social trading. Alcuni broker, come eToro (vai al sito ufficiale in italiano), danno ai loro clienti un’esperienza molto simile a quella di un social network.

All’interno di queste piattaforme i clienti possono condividere notizie, commentarle e fare previsioni insieme; in questo modo, prevedere i mercati è più facile.

Nel medio-lungo termine, le notizie da osservare con particolare attenzione sono:

  • I dati sull’andamento dell’economia inglese;
  • Decisioni sul rialzo dei tassi di interesse centrali da parte della Banca Centrale Europea;
  • Andamento complessivo dell’unità dei leader dei paesi membri dell’UE;
  • Ripercussioni di Brexit sull’economia nord-irlandese;
  • Dati sulla crescita dei paesi più sviluppati in Europa.

Analisi tecnica

Se l’analisi fondamentale studia le notizie, l’analisi tecnica si concentra sullo studio dei grafici.

Questo tipo di analisi permette di comprendere quali sono i livelli di prezzo da osservare, perché potrebbero indicare una prosecuzione o un’inversione del trend in corso.

Questo è un argomento piuttosto ampio, per cui ti consigliamo di dare uno sguardo alla nostra guida approfondita sull’analisi tecnica sul forex.

Per imparare a fare bene l’analisi tecnica di un grafico è necessaria molta pratica.

Fortunatamente nel caso di EUR/GBP, per il momento i mercati rimangono più ancorati all’ascolto delle notizie provenienti dai due fronti.

In ogni caso, ricorda che per diventare un buon analista tecnico nel trading online è fondamentale avere una piattaforma vincente con cui allenarsi.

Un consiglio utile è quello di aprire gratis un conto demo su FP Markets, in modo da sfruttare la piattaforma professionale del broker (scoprila qui) senza rischiare il tuo capitale.

Cenni avanzati

Andiamo oltre il discorso fatto fino a questo momento, alla scoperta di concetti riservati ai trader un po’più avanzati.

Se fino a questo momento hai capito tutto, anche se sei all’inizio della tua carriera da trader continua a leggere. Non è niente di così difficile, in fondo.

Dobbiamo infatti introdurre alcuni fondamenti che servono a spiegare meglio l’andamento della quotazione.

Si tratta di tre aspetti che spesso vengono sottovalutati, ma che di fatto rappresentano il cuore del mercato Forex sul cambio euro/sterlina.

1) Settore bancario

Il settore della finanza è importante in ogni nazione, ma lo è soprattutto nel Regno Unito.

L’economia inglese, specialmente quella londinese, si basa moltissimo sull’offerta di servizi finanziari. Servizi offerti non solo ai cittadini britannici, ma a privati e aziende di tutto il mondo.

Quando il settore bancario entra in una fase crescente, le nazioni con un maggior peso specifico del comparto bancario vedono la loro valuta apprezzarsi.

In un momento favorevole per il settore bancario e degli investimenti, dunque, possiamo aspettarci che la sterlina aumenti il suo valore nel cambio con l’euro.

previsioni eur gbp
Le previsioni sull’andamento dell’EUR/GBP va basato molto sull’andamento del settore bancario – INFOGRAFICA by ©Migliorbrokerforex.net

Lo stesso vale anche al contrario: quando il settore finanziario è in crisi, l’euro ne soffre meno di quanto ne soffre la sterlina.

Considera sempre che in Europa, con 22 nazioni e oltre 600 milioni di abitanti, l’economia è molto diversificata.

Nelle nazioni dell’UE, in generale, la crisi di un singolo comparto non ha un grande peso specifico sull’andamento economico nel complesso.

Questa diversificazione è decisamente minore nel caso dello UK, che notoriamente è sede di alcuni dei maggiori fondi di investimento al mondo e di una Borsa in cui sono quotati, tra gli altri, anche il petrolio Brent e l’oro.

2) Bilancia commerciale

La bilancia commerciale misura la quantità di importazioni ed esportazioni di una nazione. Talvolta può misurare anche quella di due nazioni.

La bilancia commerciale che ci interessa, nel caso di EUR/GBP, è ovviamente quella che misura il saldo delle importazioni ed esportazioni europee verso il Regno Unito.

Quando una nazione importa beni da un’altra, deve vendere la propria valuta per compiere l’acquisto.

Questa azione comporta un aumento di domanda per la valuta straniera ed una diminuzione della domanda per la valuta domestica.

La diretta conseguenza è che quando l’Unione esporta di più nei confronti del Regno Unito, l’euro tende ad aumentare di valore; viceversa, vale l’opposto quando aumentano le importazioni.

I dati sulla bilancia commerciale non sono facili da trovare, ma vengono annunciati dai broker che hanno un calendario economico.

Scegliere un broker dotato di un proprio calendario economico, sempre aggiornato e completo, è importante. Un esempio è il già citato FP Markets (scoprilo in anteprima qui).

3) Obbligazioni governative

Non possiamo terminare la nostra guida senza citare le obbligazioni governative, cioè i buoni del Tesoro.

I Bond britannici godono di ottima credibilità, mentre in Europa la situazione è frammentata.

Anche se da tempo si parla della possibilità di introdurre delle obbligazioni governative europee (Eurobond), la mancanza di un accordo tra tutti gli stati membri sembra aver fatto saltare questa opzione.

Tenere conto dell’andamento dei tassi di interesse pagati dai governi centrali sulle obbligazioni del Tesoro è molto utile.

Quando i bond inglesi aumentano di rendimento, significa che i mercati hanno meno fiducia nel Regno Unito e sono meno propensi a prestare denaro al suo governo.

Se si verifica questa situazione, la sterlina inglese perderà terreno nei confronti dell’euro; lo stesso vale al contrario quando i tassi inglesi diminuiscono.

Ora, per l’Europa non si può appunto fare un solo discorso. Bisogna piuttosto tenere conto di due fattori:

  • Dell’andamento medio dei tassi di interesse nei vari paesi;
  • Dell’andamento dei rendimenti dei buoni del Tesoro nelle nazioni particolarmente esposte al debito pubblico, come Italia, Spagna e Grecia.

Conclusioni

Il cambio tra euro e sterlina inglese è uno degli asset più interessanti da negoziare nel mondo dei mercati finanziari, specialmente in quello del Forex.

Anche chi è alle prime esperienze può trovare un grande terreno di confronto per migliorare nel suo stile di trading sul forex.

Sicuramente il periodo è interessante, perché gli effetti di Brexit lasciano margine per la nascita di trend forti di lungo periodo.

Riuscire ad intercettarli e cavalcarli si sta rivelando molto proficuo per tanti trader.

Se vuoi provare a metterti in gioco, le nostre due piattaforme raccomandate sono:

  • eToro (vai al sito), per approfittare delle funzionalità di social trading e usare il valore della community per interpretare al meglio le notizie;
  • FP Markets (vai al sito), per avere una piattaforma professionale con cui fare al meglio l’analisi tecnica.
Iscriviti
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments