miglior broker forex

Guida al trading EUR/CAD (euro/dollaro canadese)

Online il - Aggiornato il

Di Antonio Possentini

miglior broker forex

Euro e dollaro canadese sono due delle principali valute negoziate nel Forex. Il loro cambio, per i trader, è sempre un asset molto interessante.

L’euro rappresenta la seconda valuta più scambiata in assoluto, subito dopo il dollaro americano; il dollaro canadese si colloca invece al sesto posto di questa classifica.

Considerando il volume miliardario di scambi quotidiani nel Forex, è facile immaginare quanta liquidità e quanti investimenti confluiscano ogni giorno in questa coppia di valute.

Non avendo il dollaro americano né da una parte né dall’altra, questa coppia si definisce cross.

Malgrado rappresenti lo 0,3% degli scambi quotidiani dell’intero mercato Forex, comunque, è considerato un minor cross.

eur/cad guida al trading
Il cross euro/dollaro canadese è uno dei più liquidi e negoziati in assoluto – Infografica a cura di MigliorBrokerForex.net

Come vedremo questo comporta alcune differenze importanti per i trader, specialmente coloro che sono abituati a negoziare major cross come il cambio tra euro e sterlina inglese.

Malgrado questa definizione, comunque, puoi stare tranquillo: tutti i principali broker regolamentati in Europa ed autorizzati ad operare in Italia dalla Consob offrono la possibilità di negoziare il cross EUR/CAD.

Un esempio è Capital.com (scopri di più sul sito ufficiale di Capital.com), che in Italia sta diventando sempre più popolare anche grazie alla partnership con Juventus.

Cambio EUR/CAD: principali caratteristiche

Sia l’economia europea che quella canadese sono molto avanzate.

Questo significa che abbiamo a che fare con un cambio che oscilla spesso intorno ad uno stesso range di prezzi, senza prendere una direzione chiara.

Da questa prima caratteristica si evince che per chi fa swing trading sia molto interessante valutare il cambio tra euro e dollaro canadese, dal momento in cui le correzioni di prezzo continue ci permettono di non dover essere troppo precisi nel calibrare le nostre entrate sul mercato.

Malgrado la tendenza a rimanere in lunghe fasi di mercato laterale, comunque, come per tutte le coppie di valute esistono dei trend di lungo termine.

I trend sono dettati per lo più dai dati macroeconomici: costo della vita, inflazione, andamento del PIL e soprattutto dai tassi di interesse applicati dalle banche centrali.

Per analizzare al meglio questa coppia di valute dobbiamo dunque scindere ciò che influenza il dollaro canadese e ciò che influenza il valore dell’euro.

Probabilmente ti riuscirà più facile seguire il discorso usando un grafico storico del valore del cambio euro/dollaro canadese.

Puoi trovarne uno molto preciso ed aggiornato su AvaTrade, broker al quale puoi registrarti gratuitamente attraverso questo link.

AvaTrade (qui la nostra recensione completa) è uno dei brokers storici consigliati da Migliorbrokerforex.net e presenti nella nostra lista delle migliori eccellenze sin dal 2012.

Il ruolo del dollaro canadese

Il dollaro canadese ha una storia molto più recente di quella del Canada.

Si tratta della valuta ufficiale utilizzata in tutte e dieci le province canadesi e di tutti e tre i territori confederati che formano la nazione.

La prima valuta canadese è stata la sterlina canadese, il cui valore era ancorato a quello della sterlina inglese. Nel 1854 è stato poi introdotto il dollaro canadese, ancorato al dollaro americano.

Solo nel 1934 nacque una Bank of Canada con l’intento di gestire la valuta nazionale senza che essa fosse ancorata a monete estere.

Come sempre, quando una banca centrale impone tassi di interessi più alti per prestare denaro alle banche private si va incontro ad un rafforzamento della valuta nazionale.

dollaro canadese
Previsioni fine 2019 per l’economia canadese – Infografica a cura di MigliorBrokerForex.net

Al momento la Bank of Canada applica un tasso di interesse centrale dell’1,75%, ma una crescita non così marcata negli ultimi anni sta portando ad un graduale ribassamento dei tassi.

L’inflazione si attesta intorno al 2%. Pressoché perfetto, considerando che un tasso di inflazione ideale, secondo la macroeconomia classica, si attesta al 2-3% annuo.

Il tasso di crescita continua ad essere buono per l’economia canadese nel suo complesso: dopo anni un po’stagnanti in seguito alla crisi del 2009, ora il PIL aumenta mediamente del 2-3% annuo.

Il ruolo dell’euro

Comprendere la posizione dell’euro nei confronti di un’altra valuta non è mai troppo semplice, dal momento che questa valuta unisce 28 nazioni con economie molto diverse tra loro.

Cominciamo dicendo che il ruolo della Banca Centrale Europea è decisamente importante.

Non solo ha il compito di dare una politica economica a tutta l’area Euro, ma deve anche fare in modo che questa politica economica possa essere coerente con le necessità di tutti gli stati membri.

Al momento i tassi di interesse sono prossimi allo zero, anche se presumibilmente il post-Draghi vedrà dei nuovi rialzi dopo un lungo periodo di stagnazione.

Nel frattempo l’inflazione raggiunge appena l’1,4% annuo, trainata dalle aree in maggior fermento come Polonia e Romania.

previsioni euro 2019
Previsioni fine 2019 per l’economia europea – Infografica a cura di MigliorBrokerForex.net

La crescita rappresenta il vero problema: le più grandi economie europee (Germania, Francia e Italia) crescono ad un ritmo inferiore al 2% l’anno. Nel caso di Germania e Italia, di gran lunga inferiore.

Nel frattempo la controversa questione di Brexit sta rendendo difficile comprendere quale impatto economico avrà l’intera zona UE dopo che il Regno Unito uscirà dall’elenco dei 28 Paesi membri.

Previsioni EUR/CAD

Andiamo a vedere quali prospettive future ci siano per questa coppia di valute.

Ovviamente non abbiamo una sfera di cristallo, per cui dobbiamo limitarci a fare delle considerazioni che possano aiutarci a orientare le nostre strategie.

Per questo metteremo in risalto i fattori che determineranno, nel breve quanto nel lungo termine, le variabili chiave per l’andamento del cross.

Il breve termine

Come puoi vedere dai grafici di AvaTrade (se non li hai davanti li trovi qui – disponibili anche con conto demo gratuito), da un anno a questa parte stiamo vivendo una fase di trend discendente.

Nel complesso, però, allargando l’orizzonte agli ultimi 5 anni, ci accorgiamo che il cambio oscilla costantemente tra 1.40 ed 1.60.

Nel breve termine dobbiamo dunque osservare la soglia dell’1.32, che ormai risulta abbastanza vicina. Si tratta del minimo degli ultimi 5 anni, colpito il 17 aprile 2015.

Se il cambio EUR/CAD dovesse spingersi al di sotto di questo livello è molto probabile che continueremmo a vedere ribassi diffusi e abbastanza rapidi.

Al contrario, è possibile che intorno alla soglia psicologica dell’1.40 ci sia l’ennesimo rimbalzo di una coppia che, di fatto, nei dati macroeconomici risulta molto bilanciata.

Avranno molta importanza la vicenda Brexit, da una parte, e la vicenda Quebec dall’altra.

Se da una parte l’Unione Europea sta per dire addio al Regno Unito, infatti, in Canada la regione francofona del Quebec sembra vivere un momento di forte sentimento separatista.

Sarà importante osservare l’evoluzione di queste due vicende e combinarle con quello che ci racconteranno i grafici.

Previsioni di medio-lungo termine di eur/cad

Nell’orizzonte di più ampio respiro, come sempre, sono meno importanti le vicende attuali e più importanti gli scenari macroeconomici generali.

Da questo punto di vista è più probabile che l’euro riesca ad invertire il trend ribassista.

L’inflazione rimane più bassa di quella canadese e la BCE ormai non può più abbassare i suoi tassi di interesse centrali, sembrando addirittura intenzionata a rialzarli.

Nel frattempo, invece, la Bank of Canada sta affrontando un percorso di ribassamento progressivo dei tassi con l’obiettivo di stimolare l’economia nazionale.

Combinando tutte queste premesse, sembra più probabile un’inversione del trend che porti ad un aumento del valore dell’euro sul dollaro canadese.

Dove fare trading di EUR/CAD

Se ti interessa fare forex trading su questa coppia di valute hai l’imbarazzo della scelta: ormai sono davvero tanti i broker disponibili in Italia.

Attento, però, perché non sono tutti uguali. Devi sempre valutarli in base ai criteri più importanti, che di solito sono:

  • Commissioni
  • Sicurezza
  • Velocità di esecuzione
  • Risorse offerte ai trader (analisi, segnali di trading, formazione, ecc.)
  • Piattaforma
  • Assistenza

Su MigliorBrokerForex.net abbiamo una lista sempre aggiornata dei migliori broker per negoziare sul cambio di valute.

Qui vogliamo consigliartene due in particolare che risultano molto interessanti per le condizioni che offrono attualmente ai nuovi iscritti.

Capital.com – 1° scelta consigliata

Come accennavamo all’inizio della nostra guida, Capital.com (registra un conto pratica gratuito da qui) sta diventando sempre più popolare in Italia.

Il suo principale punto di forza sono le commissioni sul Forex trading: per una coppia come EUR/CAD si parte da soli 2 pip.

Capital.com logo
Capital.com è uno dei broker con le commissioni più basse sul Forex

I costi così bassi si uniscono ad uno standard di servizio comunque molto alto.

La velocità di esecuzione degli ordini, infatti, è molto buona; anche l’assistenza si dimostra sempre esauriente e rapida nel rispondere alle richieste dei clienti.

Da ultimo segnaliamo la preziosa partnership di Capital.com con Trading Central, che permette di ricevere gratuitamente segnali di trading online live da alcuni dei migliori esperti di Forex al mondo.

Clicca per scoprire di più sui segnali gratuiti di Capital.com.

Nel complesso è senza dubbio un broker molto valido, amato tanto dai trader esperti quanto da quelli alle prime armi.

AvaTrade – 2° scelta consigliata

AvaTrade (visita il sito ufficiale qui) è il nostro secondo broker raccomandato.

Uno degli aspetti più interessanti di questo broker è la possibilità di copiare in automatico i migliori trader iscritti al servizio.

fare trading con avatrade
Avatrade è un broker attivo sui mercati finanziari fin dal 2006

Potrai infatti usufruire di una funzionalità speciale, chiamata DupliTrade, che ti permette di scegliere dei trader già esperti e di copiarne le mosse senza nemmeno dover essere al computer.

Oltre a tutto questo, AvaTrade ti offre anche la possibilità di negoziare sulla celebre piattaforma Metatrader 4.

Metatrader è diventata senza ombra di dubbio la piattaforma più utilizzata dai trader professionali, ma anche per chi è agli inizi offre una facilità d’uso che la rende estremamente interessante.

Puoi iniziare subito a sfruttare le potenzialità di AvaTrade senza rischiare il tuo capitale.

Approfitta del conto demo gratuito con denaro virtuale che trovi qui.

Iscriviti
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments