miglior broker forex

Guida al trading EUR/CZK (Euro/Corona Repubblica Ceca)

Online il - Aggiornato il

Di Antonio Possentini

miglior broker forex

Il cambio tra euro (EUR) e corona ceca (CZK) non è forse tra i più conosciuti e più negoziati dai trader. Eppure, come vedremo in questa guida, ci sono buoni motivi per considerarlo nelle proprie operazioni.

Anche i novizi del trading online, che solitamente iniziano a fare trading online con le coppie di valute più conosciute (come EUR/USD) dovrebbero considerare questi cambi minori.

Questi cambi, anche se meno popolari, offrono ottime opportunità di investimento. I trend, infatti, tendono ad essere decisamente più lunghi e prevedibile.

Se vuoi approfondire il cambio EUR/CZK, stai per scoprire tutto quello che c’è da sapere e che può aiutarti a iniziare a fare Forex trading su questo cambio con la giusta consapevolezza.

Per rendere le cose più interessanti, non mancheremo di fare le previsioni di breve e di lungo termine, ma anche di citare i migliori broker per il trading di questo cambio.

Quando parliamo di cambi meno conosciuti, infatti, è sempre importante scegliere una piattaforma che permetta di negoziarli con costi contenuti.

eur czk guida al trading
Euro e corona ceca sono due valute strettamente correlate fra loro – Infografica a cura di MigliorBrokerForex.net

I broker tendono ad avere commissioni molto basse sui cambi più negoziati, e commissioni molto alte sui cambi meno negoziati.

Ecco perché consigliamo sempre di scegliere broker come Capital.com (clicca qui per scoprire il sito ufficiale) che offrono condizioni di trading vantaggiose anche sulle valute Forex minori.

EUR/CZK, le basi da conoscere

Prima di tutto, dobbiamo fare una piccola introduzione della valuta della Repubblica Ceca.

Anche se questa nazione appartiene ai 27 membri (erano 28 prima di Brexit) dell’Unione Europea, non ha adottato la valuta unica.

Quando nel 2004 la Repubblica Cieca ha votato per entrare nell’Unione Europea, da Bruxelles è giunto un avviso: prima di poter adottare l’euro, è necessario che i conti pubblici siano in regola.

Al momento, il governo di Praga è riuscito a rispettare tutti i requisiti. Tuttavia, i vari governi hanno sempre prorogato l’adozione della moneta unica.

Si tratta di una scelta prevalentemente politica, dal momento in cui la maggioranza dei cechi è convinta che sia meglio mantenere la corona e non passare all’euro.

Malgrado ciò, la Repubblica Ceca è formalmente tenuta ad adempiere alla sua promessa e ad adottare la valuta dell’Unione. Per il momento, comunque, non si parla di date ufficiali in cui ciò dovrebbe avvenire.

Come puoi immaginare, questa nazione dell’ex blocco Sovietico ha un’economia molto divisa: da una parte mantiene forti relazioni con la Russia, dall’altra parte sorride all’Europa.

Per questo l’economia ceca è molto influenzata dall’andamento della crescita e dell’inflazione dell’Unione, e gran parte della sua agenda politica è dettata dalle linee guida comunitarie.

Grazie a questa reciproca influenza, prevedere il cambio tra euro e corona ceca è meno difficile rispetto ad altre valute.

Le due banche centrali cercano di mantenere il cambio ad un tasso sempre stabile, manipolandolo con acquisti e vendite programmate.

Questo rende decisamente più prevedibile il cambio EUR/CZK dell’EUR/GBP o altre coppi molto conosciute.

Ora approfondiremo meglio la questione, ed è utile farlo con un grafico a fianco. Se vuoi puoi trovare un grafico professionale, del tutto gratuito, registrandoti su Capital.com (puoi aprire una demo gratuita qui).

Il ruolo dell’euro

La valuta unica europea è una delle più stabili, negoziate e riconosciute al mondo.

Questo mette l’euro in una posizione di virtuale dominanza rispetto alla corona ceca, che nel cambio è la valuta meno “pesante”.

Malgrado ciò, per l’euro non sono tempi facili. L’inflazione continua a faticare a riprendersi, e la crescita dell’Eurozona si attesta appena al 2% annuo.

Per quanto questo tasso di crescita non sia così male, emerge uno scenario diverso nei diversi Paesi che compongono l’Unione.

Da una parte abbiamo la Germania, con il suo tasso di crescita quasi negativo ed un’economia estremamente sviluppata.

Al capo opposto troviamo nazioni come la Lituania, che hanno ancora molto potenziale da esprimere e per il momento sono in via di sviluppo.

L’inflazione resta però il problema principale: se l’obiettivo della Banca Centrale Europa è il 2%, anche malgrado le misure drastiche degli ultimi anni siamo ancora molto lontani.

La previsione per quest’anno è di poco sopra a mezzo punto percentuale, ed è probabile che nei prossimi anni il target verrà mancato ancora.

Inoltre è lecito avere qualche dubbio sulla stabilità dei 27 membri attuali: dopo Brexit, abbiamo capito che l’uscita dall’Unione non è una strada facile ma è comunque possibile.

dati macroeconomici europa previsioni 2019
Previsioni del quadro macroeconomico europeo per il 2019 – Infografica a cura di MigliorBrokerForex.net

Vista la popolarità dei partiti nazionalisti e anti-europeisti in molte aree dell’Eurozona, è possibile che la moneta unica nei prossimi anni si trovi ad oscillare per effetto di un nuovo addio.

Il ruolo della Corona Ceca

La corona ceca è una valuta utilizzata esclusivamente in Repubblica Ceca, e nessuna nazione al mondo la adotta come riferimento al quale ancorare il valore della propria moneta nazionale.

Tuttavia non possiamo considerarla una moneta del tutto indipendente, dal momento in cui il tasso di cambio con l’euro deve rimanere costante per poter favorire il passaggio alla moneta unica.

Questo è significativo, perché euro e corona ceca sono due valute teoricamente destinate ad un destino molto diverso dalla stabilità.

La Czech National Bank (CNB) ha nel mirino un tasso di inflazione del 5,5-6,5%. Ed è praticamente il tasso attuale di inflazione della valuta.

Questo significa che, se il cambio fosse libero di oscillare, l’euro si rafforzerebbe regolarmente nei confronti della valuta ceca.

La BCE e la CNB devono fare sforzi molto importanti per assicurarsi di bilanciare quotidianamente le riserve di valuta, facendo in modo che euro e corona ceca non abbiano un cambio volatile.

Osservando il grafico con una piattaforma precisa come quella di Plus500 (clicca qui per registrarti gratis) potrai notare che, infatti, il cambio è molto stabile malgrado la differenza nel tasso di inflazione.

Per quanto riguarda il passaggio alla moneta unica, questo appare ancora lontano.

euro corona ceca previsioni
Previsioni 2019 per i principali indicatori economici della Repubblica Ceca – Infografica a cura di MigliorBrokerForex.net

Finché l’opinione pubblica avrà un’opinione così ampiamente contraria, e finché l’economia ceca continuerà ad avere una fase nettamente espansiva, è difficile che un governo voglia assumersi una tale responsabilità.

Le procedure potrebbero essere sveltite se da Bruxelles arrivasse un ultimatum, ma dopo la vicenda Brexit è chiaro che l’Unione non sia intenzionata a mettere altri paesi in condizione di lasciare l’UE.

Per il momento, quindi, non c’è da temere che la CZK possa abbandonarci a breve.

EUR/CZK, previsioni a medio e lungo termine

Nel lungo termine possiamo essere abbastanza sicuri che la Repubblica Ceca adotti la moneta unica, ma parliamo di una cosa che potrebbe avvenire tra 10 anni o più.

Prima del passaggio, è molto probabile che la BCE continuerà a mantenere per quanto possibile il cambio stabile.

Quello che si sta verificando dal 2014 è esattamente questo, come puoi vedere sui grafici di Capital.com (se non lo hai ancora fatto, apri una demo gratuita qui).

Quando la manipolazione diventa troppo difficile da sostenere, causando danni all’economia ceca, allora viene concessa una rivalutazione dell’euro che lancia il cambio verso un nuovo periodo di stabilità.

Al momento ci troviamo in una fase stabile che dura ormai dalla seconda metà del 2018. Il cambio continua ad oscillare tra 25.50 e 26 corone ceche per euro.

Nel corso del 2020 è molto probabile che la situazione diventi nuovamente troppo difficile da sostenere in questo modo artificiale, e che l’euro venga nuovamente lasciato libero di rivalutarsi.

Queste sono le nostre previsioni basate sui dati macroeconomici e sullo scenario attuale. Come sempre, vanno prese con le pinze.

Un serio cambiamento nelle politiche della CNB o della BCE potrebbe portare ad un ribaltamento della situazione, oppure le pratiche per il passaggio alla moneta unica potrebbero venire sveltire.

Per il momento è ancora interessante la speculazione di breve termine, che approfittando delle manipolazioni di prezzo permette ai trader di prevedere l’andamento del cambio.

Migliori piattaforme per il trading di EUR/CZK

MigliorBrokerForex.net è sempre alla ricerca dei servizi migliori per fare trading online, specialmente nel mercato del Forex.

Quando si parla di migliori broker per il trading online, come sempre è importante partire con la sicurezza: tutti i servizi che testiamo e raccomandiamo ai nostri lettori sono regolamentati in Europa, ed autorizzati da Consob ad operare in Italia.

Sembra banale, ma purtroppo le truffe nel trading online sono tante ed è facile caderci quando si è ancora agli inizi.

Inoltre è ancora più importante distinguere i servizi vincenti da quelli scadenti quando parliamo di cambi con un basso volume di negoziazione.

Come accennavamo all’inizio, infatti, i broker tendono ad aumentare le commissioni quando si ha a che fare con strumenti meno popolari; ci sono servizi che, con i loro costi, rendono proibitivo il trading di EUR/CZK.

I broker che ti raccomandiamo sono:

  • Capital.com (visita il sito ufficiale a questo indirizzo): Sponsor ufficiale della Juventus e servizio ormai consolidato in tutta Europa, è famoso per offrire ai clienti alcune delle commissioni più basse in assoluto nel mercato Forex. Inoltre ti permette di fare trading con la nota piattaforma Metatrader 4, amata tanto dai trader amatoriali quanto dai professionisti.
  • Plus500 (visita il sito ufficiale qui): Questo broker ha fatto la storia del trading online in Italia, essendo presente sul mercato da più di dieci anni ed avendo fatto scoprire il mondo del trading a molti italiani. Offre commissioni molto basse, ed un ampio ventaglio di strumenti per analizzare i grafici dei cambi tra valute.

Se vuoi scoprire di più su questi due broker, sul nostro sito trovi sia la recensione di Plus500 che la recensione di Capital.com, sempre aggiornate con le ultime novità introdotte dai due broker.

Iscriviti
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments