miglior broker forex

Trading con Banca UBI conviene? Opinioni, recensioni e alternative

Online il - Aggiornato il

Di Antonio Possentini

miglior broker forex

Banca Ubi è una banca italiana nata nel 2007 dalla fusione tra istituti di credito più piccoli. L’azienda ha già introdotto numerose funzionalità di internet banking per i suoi clienti, tra cui la possibilità di fare trading online.

Il trading, però, non è un servizio come tutti gli altri. Non è come un mutuo, una cessione del quinto o un conto corrente; parliamo di una cosa molto più tecnica e ricca di sfaccettature, per la quale esistono molti servizi specifici e specializzati come eToro (puoi scoprire di più sul sito ufficiale).

Il fatto che Banca UBI ti permetta di investire online, anche se sei un correntista della banca, non significa che effettivamente dovresti farlo. Anzi, abbiamo già recensito i servizi di trading di decine di istituti di credito rimanendo spesso delusi.

Abbiamo già parlato degli ottimi motivi per non fare trading con Unicredit, con Banca Sella o con Banca Mediolanum. Sarà diverso con UBI Banca? Scopriamolo insieme.

ubi banca trading online
Conviene fare trading con UBI Banca? Scoprilo insieme a MigliorBrokerForex.net

Qui UBI: il servizio per investire online di UBI Banca

Il servizio Qui UBI sarà sicuramente familiare a tutti coloro che hanno un conto aperto con UBI Banca. Tutte le principali operazioni di home banking con questo istituto di credito, d’altronde, passano da qui.

Le funzionalità che troviamo su questa piattaforma non sono eccezionali, ma sono sicuramente più di quanto offerto dalla maggior parte delle banche italiane:

  • Custodia del portafoglio virtuale
  • Quotazioni in tempo reale degli strumenti finanziari negoziabili
  • Una piccola sezione dedicata alle news di mercato
  • Book a 20 livelli (solo sul mercato azionario italiano)
  • Alcuni strumenti elementari di analisi tecnica per lo studio dei grafici

Non ci troviamo sicuramente di fronte alla migliore offerta che una banca possa offrire a chi vuole fare trading, ma c’è di peggio. Molto di peggio.

Nel complesso le funzionalità disponibili sono decisamente inferiori a quelle di un broker come FP Markets (puoi provare il conto demo qui). In breve: meglio di tante altre banche, peggio delle piattaforme dedicate esclusivamente agli investimenti online.

Il trading con UBI Banca è sicuro?

Abbiamo la buona abitudine di iniziare tutte le nostre recensioni parlando di sicurezza; se manca questa, d’altronde, non c’è bisogno di andare avanti. Chiaramente Qui UBI è un servizio molto affidabile da questo punto di vista. Non dimentichiamoci che si tratta di una banca a tutti gli effetti, anzi, di una delle banche più grandi d’Europa.

Il servizio è regolarmente autorizzato da Consob e sul fronte amministrativo non ci sono problemi di sorta.

La sicurezza, però, è solo il punto di partenza. Anche Capital.com (scopri di più sul sito ufficiale) è un broker molto sicuro, ma con uno standard di servizio decisamente più alto di quello offerto da UBI Banca.

Come vedremo meglio nei prossimi paragrafi, infatti, il trading con UBI è limitato da una lunga serie di problemi che vanno dai costi all’offerta di strumenti finanziari.

Il problema dei costi

Come avrai capito dal titolo del paragrafo, UBI Banca non è sicuramente una delle piattaforme più convenienti con cui fare trading. Il problema dei costi nasce dal fatto che questa banca piazza ogni ordine direttamente sul mercato interbancario, facendo lievitare i costi per ogni operazione.

Quando per un piccolo ordine ci troviamo a pagare 10€ ad eseguito, a cui si aggiungono altri 7/8€ per la chiusura e lo spread, capiamo di essere di fronte ad un servizio impossibile da utilizzare con successo.

Per chi ha capitali molto grandi da investire in una singola operazione (100.000€ e oltre) il peso delle commissioni non è eccessivo. Per tutti gli altri è estremamente gravoso.

Come si fa a progettare una piattaforma di trading in cui anche chi riesce a fare delle ottime analisi si ritrova comunque in perdita, per via dei costi eccessivi? Siamo di fronte a un controsenso.

Dall’altra parte abbiamo piattaforme come Capital.com che ci permettono di operare sui mercati globali con commissioni irrisorie e si occupano soltanto di trading. Ecco perché le banche sono una scelta ormai ampiamente abbandonata dai trader.

Strumenti disponibili

Gli strumenti disponibili per i trader non sono molti sulla piattaforma NowBanking. Tra gli asset presenti ci sono:

  • Azioni italiane, francesi e tedesche e olandesi;
  • BTP e altre obbligazioni governative dell’Eurozona;
  • Azioni americane con costi ulteriormente più cari rispetto a quelli standard;
  • Warrant e covered warrant, strumenti che per i privati non hanno molte applicazioni.

Nel complesso l’offerta è scarna e il costo eccessivo. Non possiamo fare trading di criptovalute, Forex, materie prime, metalli preziosi, ETF, indici né acquistare azioni e obbligazioni di mercati emergenti.

Tutto questo è davvero riduttivo in un mondo globalizzato, dove gli investimenti si spostano regolarmente da un continente all’altro. Non si può coniugare questa offerta a questi costi e sperare di essere competitivi.

Per noi un ottimo metro di paragone è eToro (trovi il sito ufficiale del broker qui). eToro è diventato il broker più famoso d’Europa ed è ampiamente utilizzato dai professionisti del trading, per cui è sicuramente un termine di confronto importante.

Su eToro abbiamo la possibilità di negoziare azioni di tutto il mondo, ETF di ogni genere, sfruttare il social trading, speculare sul Forex, avere la leva finanziaria e tutto questo senza nessuna commissione di apertura e di chiusura sulle posizioni.

UBI Banca trading opinioni
La nostra opinione sul trading online con UBI Banca, in relazione ai principali fattori da considerare – Infografica a cura di MigliorBrokerForex.net

Il paragone parla da solo. Al momento UBI Banca è molto indietro, sia rapportando il servizio a quello di eToro che a quello di tante altre piattaforme.

Cosa ci piace del trading con UBI Banca

UBI Banca, nel complesso, si posiziona sul mercato meglio di altre banche tradizionali. Non perché la sua offerta sia eccezionale, si intenda, ma piuttosto per la scarsa offerta della concorrenza.

Il fatto di avere i grafici in tempo reale è un tocco che molte banche non hanno ancora, oppure fanno pagare il servizio a parte ai clienti. Questo dimostra almeno un minimo di inclinazione verso i trader.

L’istituto di credito ha anche messo a punto un sistema di trading da mobile. Utilizzando Qui UBI potremo investire e monitorare il nostro portafoglio anche da smartphone e tablet, altro passo in avanti rispetto al più delle banche.

Probabilmente in casa UBI credono nel trading online più di quanto lo facciano tante altre aziende del settore. Nel Paese soltanto Banca Sella ha uno standard di servizio simile a UBI Banca.

Ai clienti viene anche offerta la possibilità di accedere ad un conto demo, cioè un conto simulato con denaro virtuale. Gli utenti possono provare a creare un loro portafoglio che poi, se il rendimento è buono, potranno replicare con il conto reale.

Per quanto interessante, ancora una volta, si tratta di una funzionalità che ormai viene data per scontata sulle piattaforme di trading serie come quella di FP Markets (puoi aprire il tuo conto demo qui).

Così si conclude l’elenco di pregi di UBI Banca, almeno sul fronte del trading.

Cosa non ci è piaciuto di Banca Ubi

Rispetto alle piattaforme di trading che si occupano soltanto di questo, ad oggi, UBI Banca ha ancora molta strada da fare.

Come prima cosa la piattaforma è lenta, macchinosa e ha un’interfaccia scomoda che ricorda quelle dei primi anni 2000. Non si capisce perché una banca così grande si accontenti di una piattaforma così limitata.

Abbiamo parlato poi dei due problemi fondamentali del servizio: i costi e la ridotta selezione di strumenti finanziari, che nel complesso rovinano del tutto l’esperienza di chi vuole investire.

Mancano intere categorie di strumenti finanziari ma, anche se ci fossero, il nostro presentimento è che le commissioni sarebbero comunque così alte da renderli inavvicinabili.

Il trading da mobile esiste, è vero, ma è ancora più limitato di quello da desktop. La piattaforma risponde ancora più piano e la navigazione sui grafici è impossibile da gestire.

Un altro svantaggio importante è la gestione degli ordini, che vengono piazzati direttamente sul mercato interbancario limitando le operazioni dei trader. Basta aprire una posizione un po’più grande del solito e ci ritroveremo ad avere prezzi di esecuzione completamente diversi da quelli di entrata.

ubi banca pro e contro
I pro e i contro del trading con UBI Banca secondo il nostro punto di vista – Infografica a cura di MigliorBrokerForex.net

Sono tutti problemi essenziali per un trader, per cui non vale nemmeno la pena di menzionare i dettagli. Ti invitiamo a confrontare quanto detto fino ad ora con i servizi offerti da Capital.com (puoi scoprirli qui) per farti tu stesso un’idea della differenza.

In conclusione: conviene fare trading con UBI Banca?

Concludiamo il nostro discorso con un riassunto di tutti i punti che abbiamo toccato e una sintesi generale della nostra opinione.

Se hai intenzione di far rendere i tuoi investimenti al meglio, UBI Banca è un servizio a cui è meglio non avvicinarsi per tanti buoni motivi.

Un servizio con commissioni del genere non ha nessun senso, perché con i suoi costi va a erodere qualunque buon investimento che possiamo effettuare sui mercati.

Anche se sei già correntista della banca, per avere il meglio ti consigliamo di rivolgerti ad una piattaforma che si occupa esclusivamente di trading online come FP Markets. FP Markets ti permette anche di provare le sue funzionalità con un conto demo, in modo da non correre rischi e usare solo denaro virtuale.

Per le banche il conflitto di interessi è troppo grande.

Offrendo prodotti come la consulenza finanziaria e il risparmio gestito, hanno tutto da perdere se i clienti decidono di investire da soli. A meno che le commissioni non siano esorbitanti, è chiaro, ed è proprio il motivo per cui lo sono davvero.

Se in futuro il servizio migliorerà saremo felici di aggiornare la guida. Per ora UBI Banca finisce dritta nel mucchio di piattaforme di trading che non consigliamo.

Iscriviti
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments