miglior broker forex

Indici di borsa: cosa sono e come funzionano

Online il - Aggiornato il

Di Ivano Sabbioni

miglior broker forex

Cosa sono gli indici di borsa? Perché tutti (o quasi) li guardano con attenzione oggi, soprattutto in prospettiva di investimento?

Quali sono le caratteristiche di questo strumento, o meglio, di categoria di strumenti che ormai tutti i migliori broker di indici offrono a chi vuole investire?

Ne parleremo in una guida approfondita, che analizzare anche i migliori indici presenti sul mercato uno per uno, rimandando poi, quando possibile, agli approfondimenti preparati dai nostri esperti. Con una nota di attenzione al trading di indici, che può essere oggi davvero una delle scelte più intelligenti che abbiamo a disposizione.

Gli indici possono essere davvero qualcosa di interessante per il nostro trading online, oppure sono degli strumenti che potremmo e dovremmo scartare, perché appunto non in grado di offrire delle prospettive interessanti.

principali indici di borsa
La nostra guida completa ai principali indici di borsa

Lo faremo anche analizzando la migliore offerta di indici che abbiamo a disposizione oggi tramite i broker che consigliamo. Come FP Markets (qui per testare subito i suoi indici in demo gratis) e come gli altri che avremo modo di citare nel corso della nostra guida di oggi.

Una guida che, come nella migliore tradizione di MigliorBrokerForex.net ti permetterà di andare ad apprendere fondamentali e specifiche degli investimenti in indici, nonché quelli che oggi sono appunto tra i più gettonati al momento (o per il futuro).

Una breve premessa: tutti i migliori broker ti permettono di investire in indici

Prima di addentrarci più nello specifico della nostra guida e approfondimento, è bene ricordare a chi ci segue che tutti i migliori broker CFD che sono attualmente presenti sulla piazza permettono a tutti i loro clienti di investire sui migliori indici.

Migliorbrokerforex.net

UNICI BROKERS ONLINE RACCOMANDATI DA MIGLIORBROKERFOREX.NET

Recensione ETORO

  • Social & CopyTrading
  • CopyPortfolios & Popular Investor
  • Crypto Staking e Azioni Realstock

Licenze: CySEC/FCA/ASIC

Prova gratis ETORO

67% of retail CFD accounts lose money.

Recensione CAPITAL.COM

  • Intelligenza Artificiale
  • Analisi & Segnali Trading Central
  • Bot Trading con MT4 & TradingView

Licenze: CySEC/FCA/NBRB

Prova gratis CAPITAL.COM

67,7% of retail CFD accounts lose money.

Recensione FP MARKETS

  • Spreads da 0.0 pips
  • Leva 500:1
  • BOT, Algo & AutoTrading

Licenze: CySEC/ASIC

Prova gratis FP MARKETS

Capitale a rischio.

Recensione TRADE.COM

  • MetaTrader 4/5 Gratis
  • Segnali Trading gratuiti
  • Livecoach Gratis 1:1

Licenze: CySEC/FCA

Prova gratis TRADE.COM

79,80% of retail CFD accounts lose money.

Recensione IQ OPTION

  • Trading piccole somme [1 e 10€]
  • Opzioni FX & Auto Analisi tecnica
  • Segnali Social Trading

Licenze: CySEC/FCA

Prova gratis IQ OPTION

Capitale a rischio.

Recensione AVATRADE

  • Ava Protect
  • Strumenti analisi avanzata
  • Didattica gratuita

Licenze: CySEC/FCA

Prova gratis AVATRADE

Capitale a rischio.

Recensione PLUS500

  • Zero commissioni
  • Spreads stretti
  • Broker multipremiato

Licenze: CySEC/FCA

Prova gratis PLUS500

Capitale a rischio.

E il grande vantaggio per chi sceglie questo tipo di soluzioni è che hai a disposizione, per ciascuno dei broker CFD che abbiamo elencato nella tabella di cui sopra, sempre un account demo gratis che puoi utilizzare per testare ciascuna delle offerte presenti appunto da ciascun intermediario.

Offerte di conti demo che prevedono sempre la possibilità di andare ad investire anche sugli indici, l’argomento della guida di oggi.

Che cosa sono gli indici di borsa?

Ora finalmente possiamo passare al vivo della nostra guida, partendo dal cercare di comprendere insieme quali sono le caratteristiche degli indici.

Cosa sono gli indici di borsa? Sono delle raccolte di azioni, secondo diversi criteri, che dunque sono in grado di offrire in un solo titolo e numero un riassunto dell’andamento di un’intera borsa.

Chi sceglie di investire sugli indici non investe soltanto su un titolo, ma sull’andamento di tutto l’indice stesso, che in genere racchiude tutti i migliori titoli di una determinata borsa.

Qui con eToro puoi renderti conto da subito di cosa stiamo parlando, con un broker che appunto ha sempre posto grandissima attenzione al mondo degli indici, un mondo che permette davvero a tutti di investire anche in modo diversificato senza comunque difficoltà.

Perché esistono gli indici di borsa?

Per lo stesso motivo per il quale le persone amano investire in questo tipo di titoli. Perché appunto sono estremamente rappresentativi della borsa di riferimento.

In un solo dato, anche se ovviamente a spanne, si può avere la possibilità di capire cosa stia succedendo in una determinata borsa (e in alcuni casi in un determinato comparto).

Il che vuol dire che in un solo titolo, è praticamente riassunto come sta andando l’intero settore borsistico.

Facciamo un esempio: un indice come il TA 90, che raccoglie le prime 90 azioni per capitalizzazione della borsa di Israele, può essere sicuramente considerato come estremamente rappresentativo dell’economia di quel paese. Perché il suo andamento è la media ponderata degli andamenti dei titoli che compongono quell’indice, i primo 90.

Puoi davvero renderti conto di come funzionano gli indici sempre scegliendo di operare con un conto demo come quello di FP Markets, broker che anch’esso da sempre pone un’attenzione molto alta sulle questioni che riguardano appunto gli indici.

A chi conviene investire in indici?

Prima di passare ad analizzare quelli che sono i migliori indici che sono oggi disponibili sulle piazze, dobbiamo tracciare per qualche minuto un identikit del perfetto investitore in questo tipo di prodotti:

  • Vuole un investimento diversificato: perché appunto con questa categoria di strumenti possiamo mettere in portafoglio quelli che sono titoli unici che però al loro interno presentano una gran varietà di titoli;
  • Vuole correre qualche rischio in borsa, ma vuole mitigarlo rispetto all’investimento in pochi titoli;
  • È pronto a raccogliere le grandi opportunità che vengono offerte, anche oggi, dai mercati azionari.

Se corrispondi a questo identikit allora potresti seriamente considerare la possibilità di investire in indici, o comunque di inserirli magari anche in un portafoglio decisamente più articolato e complesso.

E per farlo, potrai comunque fare affidamento al conto demo gratis di FP Markets, uno dei migliori attualmente in circolazione e uno di quelli che dovremmo sempre tenere a mente per le nostre avventure sui mercati, che siano di breve o di lungo periodo.

Ogni borsa può avere più di un indice, anzi, è quasi sempre così

Ricordati inoltre che ci sono spesso più indici che insistono sulla stessa borsa e che si compongono però diversamente.

Possono cambiare per numero di azioni che li compongono (come ad esempio tra TA 35 e TA 60 in Israele, dove il primo indica le prime 35 azioni del paese, mentre il secondo include fino alla 60esima ), oppure anche per metodo di individuazione delle azioni che diventeranno appartenenti all’indice.

Ad ogni modo oggi è sempre facile individuare la composizione di un singolo indice e muoversi di conseguenza, scegliendo soltanto quelli che possono davvero fare al caso nostro, anche in relazione alla composizione dell’indice stesso e non solo in relazione alle borse che rappresentano.

Come funzionano gli indici?

Gli indici sono abbastanza facili da comprendere nel loro funzionamento. Vengono stabilite delle regole per inserire o rimuovere le singole azioni dall’indice, che possono basarsi sulla capitalizzazione (ipotesi più frequente), sul valore secco dell’azione (sempre più raro, giustamente), oppure anche su degli altri tipi di fattori.

funzionamento degli indici di borsa
Come funzionano esattamente gli indici di borsa?

Pensa ad esempi a tutti gli indici MidCap presenti al mondo, dove le azioni presenti devono avere più di una certa capitalizzazione, ma al tempo stesso non far parte degli indici dei titoli a maggiore capitalizzazione.

A seconda di quelle che sono le regole per l’inclusione di un azione all’interno, gli indici hanno poi un diverso peso.

Perché ci sono indici che ritengono tutte le azioni pari, come impatto, sull’indice stesso e ci sono invece indici dove le azioni a maggiore capitalizzazione hanno più impatto.

Possiamo dire che ne esistono praticamente per tutti i gusti, anche e oggi quelli più rappresentativi sembrano avere appunto tutti delle caratteristiche comune: sono pesati per capitalizzazione e scelgono sempre o quasi le aziende meglio capitalizzate, aggiungendo soltanto di rado altri tipi di fattori per la scelta.

Difficilmente comunque la spiegazione teorica di come funzionano gli indici può soddisfare chi appunto investe.

Ed è per questo che indichiamo, ancora una volta, come miglior passo che possiamo fare quello di aprire una demo con eToro per rendersi conto in primissima persona come funzioni davvero il mercato degli indici e come può essere utile a chi vuole investire.

I migliori indici, con i nostri approfondimenti

Di seguito ti presenteremo tutti i migliori indici a livello mondiale, quelli che abbiamo già recensito e sui quali abbiamo scritto degli approfondimenti molto dettagliati.

NASDAQ 100: l’indice dei migliori 100 titoli al NASDAQ

Siamo abituati a pensare al NASDAQ come l’indice dove sono quotati tutti i migliori titoli tech degli Stati Uniti. E in parte è vero, nel senso che il grosso delle aziende tecnologiche americane sono quotate proprio su questo indice.

Scegliendo questo titolo, che è offerto da tutti i migliori broker, compreso eToro (qui per testare il NASDAQ 100 in demo gratis), puoi investire su aziende del calibro di Facebook, Apple, Microsoft e tante altre.

Qui invece trovi il nostro approfondimento sul NASDAQ 100, per capire se, quando e perché investire su questo particolare indice.

S&P 500: l’indice delle migliori 100 aziende americane

Anche S&P 500 è un indice molto interessante per chi guarda al mercato americano, quello che è di gran lunga il più rappresentativo dell’intero settore economico americano, in quanto appunto include tutte e 500 le società principali degli USA per capitalizzazione.

Anche in questo caso puoi senza alcun tipo di problema testare con una demo come quella di FP Markets, per renderti conto da solo se questo possa essere o meno l’indice che fa davvero al caso tuo.

E se vuoi saperne di più, troverai comunque la nostra guida di approfondimento a S&P 500, che ti permetterà di conoscere i segreti e i fondamentali di questo specifico indice.

Indice Dow Jones: ecco quello sul quale investono i veri intenditori del mercato americano

L’indice Dow Jones raccoglie le 30 migliori azioni del NYSE ed è dunque, ragionevolmente, ritenuto il più importante di quelli che arrivano da oltreoceano.

Chi vuole investire al top nei migliori 30 titoli fuori dal NASDAQ può farlo scegliendo, con un buon broker, la possibilità di inserire proprio il Dow Jones.

Anche in questo caso puoi testare l’investimento, magari aprendo una demo gratis con FP Markets, altro broker di grandissima qualità che permette a tutti di investire sui migliori indici.

Puoi leggere la nostra guida sul Dow Jones qui, una guida preparata dai nostri esperti che ti permetterà di saperne di più su quello che è uno degli indici preferiti dalla nostra redazione.

Gli indici sui mercati europei

Gli indici europei possono essere interessanti tanto quanto quelli statunitensi, soprattutto nel caso in cui appunto avessimo davanti un buon broker come FP Markets (qui per il sito ufficiale) ad offrirceli.

Li abbiamo riassunti in una breve tabella, che ti permetterà in un colpo d’occhio di capire se, dove e quando investire negli indici europei:

  • IBEX 35: è l’indice che raccoglie le migliori 35 azioni spagnole. Un mercato che per decenni è stato asfittico, ma che oggi è sicuramente uno di quelli più interessanti per chi investe in Europa;
  • AEX Amsterdam: la borsa dove sono quotati degli autentici giganti del capitalismo mondiale, che scelgono l’Olanda proprio per una legislazione di favore per i grossi conglomerati. Anche in questo caso si tratta di un titolo molto, molto interessante per chi vuole investire;
  • ATX Austria: sicuramente un indice minore, quello della borsa austriaca, che però può fare sicuramente da complemento ad un investimento e un portafoglio più complessi;
  • DAX 30 Francoforte: l’indice che raccoglie le 30 azioni principali della più importante borsa europea dopo Londra. Chi vuole investire sull’economia tedesca può farlo scegliendo anche soltanto 1 titolo, quello DAX 30. FP Markets è un broker specializzato nel DAX, motivo per il quale ti invitiamo a testare questa ulteriore opportunità;
  • MOEX di Mosca: l’indice più rappresentativo dell’economia russa, che a dispetto di quello che potrebbero pensare i non esperti, contiene molto di più delle solite aziende estrattive ed energetiche;
  • FTSE MIB Milano: è l’indice che invece raccoglie le migliori azioni, 40, del mercato borsistico italiano. Un Paese che, a dispetto delle cassandre, ha sicuramente molto di più da dire di altri paesi che sembrerebbero essere, almeno per il momento, più in forma;
  • FTSE 100 di Londra: anche se Londra non è più nell’UE rimane comunque una delle borse più rilevanti del continente. Siamo davanti ad un grande indice, sul quale ti preghiamo di soffermarti a tempo debito;
  • EuroStoxx 50: per chi vuole di tutto un po’, a livello di borse europee. Perché scegliendo quelli che sono gli indici Eurostoxx 50 si hanno in portafoglio automaticamente le 50 migliori azioni di tutto il continente europeo.

Tutti gli indici che abbiamo elencato in questo approfondimento possono essere utilizzati anche con Plus500 – qui per testarlo in demo, altro broker che permette a tutti di investire al top su tutti i migliori titoli delle borse mondiali.

Hang Seng: l’indice di Hong Kong

Hang Seng è l’indice di Hong Kong, quello che è il mercato di riferimento per le vere aziende internazionali cinesi, quelle che vogliono appunto aprirsi ai mercati internazionali anche a livello di capitale.

Investirci può essere per qualcuno una grande idea, ma prima di farlo ti consigliamo di approfondire con la nostra guida all’Hang Seng.

E se vorrai buttarti subito nella mischia e cominciare ad investire con capitale virtuale, un conto demo di eToro è davvero il broker che può fare al caso tuo. 100.000 EUR di capitale virtuale per testare tutte le tue strategie prima di metterle effettivamente in pratica con i tuoi denari reali.

NIKKEI 225: tutto il meglio della borsa giapponese

Non possiamo che citare anche l’ormai mitico NIKKEI 225, l’indice che raccoglie le performance di tutte le migliori 225 azioni quotate a Tokyo.

indice giapponese
Indice di riferimento giapponese

Un ottimo benchmark di quanto viene offerto appunto da borse come quella di Tokyo, che nonostante una recessione ormai pluridecennale del Giappone, continua a contenere ottime aziende.

Se vuoi saperne di più leggi la nostra guida a NIKKEI 225.

E se vuoi cominciare ad investire da subito, scegli Plus500 con la sua demo, sempre gratis, che ti permette di operare su tutte le grandi borse del mondo.

ASX 200: per investire in azioni Australiane

Per chi vuole investire in azioni australiane abbiamo anche l’ASX 200 – qui per la nostra guida – l’indice che appunto raccoglie le migliori 200 azioni sul mercato australiano.

Un mercato di cui si parla davvero troppo poco, e al quale ti consigliamo di guardare sempre con un buon broker, come FP Markets (qui per la sua demo gratis), broker di grande qualità che offre proprio uno sguardo di particolare attenzione su quel mercato.

Scegli sempre un grande broker per fare trading di indici

In chiusura vogliamo ricordarti che a fare la differenza tra il successo e il fallimento dei tuoi investimenti sugli indici possono farlo anche gli intermediari che sceglierai.

Migliorbrokerforex.net

UNICI BROKERS ONLINE RACCOMANDATI DA MIGLIORBROKERFOREX.NET

Recensione ETORO

  • Social & CopyTrading
  • CopyPortfolios & Popular Investor
  • Crypto Staking e Azioni Realstock

Licenze: CySEC/FCA/ASIC

Prova gratis ETORO

67% of retail CFD accounts lose money.

Recensione CAPITAL.COM

  • Intelligenza Artificiale
  • Analisi & Segnali Trading Central
  • Bot Trading con MT4 & TradingView

Licenze: CySEC/FCA/NBRB

Prova gratis CAPITAL.COM

67,7% of retail CFD accounts lose money.

Recensione FP MARKETS

  • Spreads da 0.0 pips
  • Leva 500:1
  • BOT, Algo & AutoTrading

Licenze: CySEC/ASIC

Prova gratis FP MARKETS

Capitale a rischio.

Recensione TRADE.COM

  • MetaTrader 4/5 Gratis
  • Segnali Trading gratuiti
  • Livecoach Gratis 1:1

Licenze: CySEC/FCA

Prova gratis TRADE.COM

79,80% of retail CFD accounts lose money.

Recensione IQ OPTION

  • Trading piccole somme [1 e 10€]
  • Opzioni FX & Auto Analisi tecnica
  • Segnali Social Trading

Licenze: CySEC/FCA

Prova gratis IQ OPTION

Capitale a rischio.

Recensione AVATRADE

  • Ava Protect
  • Strumenti analisi avanzata
  • Didattica gratuita

Licenze: CySEC/FCA

Prova gratis AVATRADE

Capitale a rischio.

Recensione PLUS500

  • Zero commissioni
  • Spreads stretti
  • Broker multipremiato

Licenze: CySEC/FCA

Prova gratis PLUS500

Capitale a rischio.

Scegliendo broker di qualità come quelli che trovi qui elencati in tabella, potrai andare a investire con il massimo della sicurezza e con la certezza di avere a disposizione sempre i migliori strumenti e le migliori piattaforme per fare trading online.

Una scelta che abbiamo fatto personalmente e sul quale siamo disposti, come sempre, a metterci la faccia!

Conclusioni: gli indici hanno un funzionamento che ci favorisce – pensiamoci per i nostri prossimi investimenti

Il funzionamento degli indici è particolare e complesso, almeno per chi li gestisce.

Per noi che siamo dall’altro lato della barricata invece si tratta di strumenti tra i più semplici del mondo del trading online, di quelli che ci permettono di diversificare con una grandissima semplicità e che ci permettono inoltre di operare con portafogli enormemente meno complessi da gestire.

Il nostro consiglio è quello di tenere sempre in conto questo tipo di titoli prima di fare trading, perché offrono prospettive che gli altri mercati e gli altri titoli non possono offrire in alcun modo.

Iscriviti
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments